Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » gio nov 01, 2018 5:02 am

Cologna Veneta. Violenza sessuale alla sagra, preso il responsabile
29 ottobre 2018

https://www.veronasera.it/cronaca/colog ... -2018.html

Venerdì scorso, 26 ottobre, i carabinieri di Cologna Veneta hanno rintracciato ed arrestato J.S., cittadino marocchino, classe 1995, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato per reati contro il patrimonio. Al giovane, celibe e nullafacente, è stata indirizzata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Livia Magri del Tribunale di Verona. La procura veronese ha infatti condiviso pienamente gli esiti dell'attività investigativa svolta dai carabinieri.

Per i carabinieri, J.S. è il responsabile della violenza sessuale e della rapina aggravata commesse questa estate in via Suppiavento durante la sagra di San Rocco di Cologna Veneta. La vittima era stata una giovane ragazza del posto che collaborava alla sagra come volontaria.

L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Montorio.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » gio gen 17, 2019 2:53 am

Belluno. Stupra tre ragazze nel condominio, ventunenne a processo
Davide Piol
16 gennaio 2019

https://corrieredelveneto.corriere.it/b ... resh_ce-cp

BELLUNO Stuprate tre ragazze, ventunenne marocchino a processo. Le violenze sarebbero state consumate in un condominio di un comune vicino a Feltre nell’estate del 2017. All’epoca dei fatti le vittime avevano 19, 16 e 13 anni. Per questo il reato contestato è violenza sessuale aggravata. La modalità era sempre la stessa: il ventenne portava le adolescenti in zone buie del condominio e cercava di baciarle. Trovando resistenza, le buttava a terra costringendole a subire atti sessuali. Fatti che la Procura di Belluno cercherà di dimostrare nelle prossime udienze. Quando le vittime trovarono la forza di denunciare ciò che era capitato, il giovane fu messo agli arresti domiciliari per cinque mesi, poi revocati con il solo obbligo di firma dai carabinieri.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » lun feb 11, 2019 8:12 am

"Può non aver capito". E il giudice tedesco assolve l'immigrato stupratore
Sergio Rame - Mer, 06/02/2019

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/pu- ... 40391.html

Orrore a Dresda. Le botte e lo stupro. Ma per il giudice l'immigrato non avrebbe capito che non si fa così. E lo assolve

Ein explosiver Urteil. Una notizia esplosiva. Ha titolato così Die Welt quando, cinque giorni fa, è riuscito a ricostruire quanto avvenuto la scorsa primavera a Dresda: il brutale stupro di un'assistente sociale e la successiva assoluzione del siriano che, dopo averla pestata a sangue, l'ha violentata senza alcuna pietà.

Il pubblico ministero, spiega ItaliaOggi che ha ripresa la notizia in Italia, ha chiesto e ottenuto che il profugo non finisse in carcere perhé non è "in grado di capire che nella nostra società i rapporti tra uomo e donna non sono basati sulla forza". "C'è un bonus alla violenza sessuale per gli immigrati?", si chiede ora il redattore di Die Welt.

La notizia è stata oscurata per mesi. I fatti risalgono, infatti, alla fine del 2017 e l'assoluzione ad aprile del 2018. Quasi un anno fa. Un anno di silenzi. Solo i quotidiani locali di Dresda si sono occupati della vicienda giudiziaria. Fino a qualche giorno fa, quando Di Welt ha preso in mano il caso e ci è andato a fondo. Ha parlato con Gesa Israel, l'avvocato dell'assistente sociale che è stata violentata dal siriano. È stata lei a consigliare alla vittima "di essere molto prudente nel rilasciare dichiarazioni che potrebbero venire manipolate e sfruttate in chiave politica". Perché tutto questo silenzio? Impossibile a dirsi, anche perché la sentenza è eclatante. Non è la prima volta che in Germania certe notizie passano sotto traccia. Basta pensare a quanto ci era voluto perché venissero alla luce gli abusi e le violenze perpetrate da alcuni immigrati la notte di capodanno in piazza a Colonia.

Lo stupro, come ricostruito dal quotidiano tedesco, è avvenuto nell'appartamento dell'immigrato ventenne. Non appena l'assistente sociale ha capito le intenzioni del giovane, ha provato a repingerlo spiegandogli che di non voler, in alcun modo, avere un rapporto sessuale con lui. Il siriano ha dato in escandescenze l'ha pestata. Dopo la prima raffica di botte, la donna in lacrime non ha più opposto resistenza per non finire massacrata dall'aggressore. Durante il processo che si è tenuto la scorsa primavera, il pubblico ministero ha chiesto alla vittima se lo stupratore potesse non aver capito che lo stava rifiutando. "Potrebbe essere possibile...", ha risposto dando così l'assist al giudice che ha, quindi, assolto il siriano. Una storia drammatica, appunto, perché, come rileva Die Welt lo straniero l'ha fatta franca perché, a detta del magistrato, non avrebbe inteso che in Occidente (e auspicabilmente in tutto il modo) i rapporti tra uomo e donna non sono mai contro la volontà di uno dei due partner. Un'ovvietà che per alcune persone non è poi così ovvia.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » lun feb 11, 2019 8:13 am

Aggredisce due sorelle, ne violenta una e le strappa un dito: fermato nigeriano
Gabriele Laganà - Dom, 10/02/2019

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 42921.html

A Mestrino, nel Padovano, un nigeriano ha attirato nella sua casa due sorelle e poi le ha aggredite. L’uomo ha stuprato una donna che, per difendersi, ha anche perso un dito

Un immigrato nigeriano di 25 anni, Sunday Agbolia, è stato arrestato dai carabinieri di Padova per violenza sessuale e lesioni gravissime.

Il giovane, infatti, lo scorso venerdì pomeriggio ha attirato con una banale scusa nella sua abitazione a Mestrino due sorelle, sue connazionali, e poi ha violentato una delle due donne, arrivando persino a staccarle un dito nella colluttazione.

L’uomo, in possesso di regolare permesso di soggiorno e molto conosciuto in paese perchè spesso si posiziona davanti a negozi e supermercati per l’elemosina, ha telefonato a due parrucchiere, tra l’altro sorelle, chiedendo loro di andare a casa sua per tagliare i capelli alla moglie.

Una volta giunte nell’appartamento del 25enne, le due si sono rese conto che qualcosa non quadrava in quanto non c’era nessuna altra donna nell'abitazione. Ma ormai era già troppo tardi per scappare. Le malevoli intenzioni del ragazzo si sono manifestate subito.

Il giovane, infatti, ha preso con la forza una delle due sorelle e l’ha rinchiusa in una camera dove l’ha picchiata e violentata. La vittima prova ha provato a difendersi ma l’orco, in preda alla rabbia, ha iniziato a morderla così forte che le ha staccato mezzo dito di una mano.

Le urla di terrore provenienti dall’appartamento hanno attirato l’attenzione i vicini di casa dell'uomo che hanno subito chiamato i carabinieri. I militari, prontamente giunti sul posto, hanno bloccato il 25enne nigeriano arrestandolo, poi, con le accuse di violenza sessuale e lesioni gravissime.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » gio feb 28, 2019 8:52 am

Marocchino stupra due donne: violenza continuata ma pena inferiore
Agostino Corneli - Mer, 27/02/2019

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 53557.html

I carabinieri hanno raggiunto l'uomo a casa dopo la condanna definitiva della Cassazione. Il marocchino sconterà la pena del carcere per poi essere espulso dall'Italia

Sette anni e otto mesi per due violenze sessuali. Questa è la condanna data dalla Cassazione a un marocchino che ha violentato due ragazze in Valcamonica tra il 2014 e il 2016.

Gli episodi sono avvenuti a Cividate Camuno, in provincia di Brescia. Il primo, nel novembre del 2014, il secondo nel marzo del 2016. La Cassazione ha così confermato la sentenza della Corte d'Appello di Brescia che aveva condannato per violenza sessuale continuata il marocchino. Per questo motivo, la severità della pena sembra minore rispetto a quella che ci si potrebbe aspettare. Essendo un reato continuato, il crimine viene considerato in un unico disegno criminoso.

A incastrare lo stupratore sono state le testimonianze delle due donne, una connazionale di 30 anni e una donna del posto di 36 anni. Le vittime hanno infatti avuto il coraggio di denunciare quanto avvenuto ai loro danni e dalla sovrapposizione delle diverse dichiarazioni i carabinieri hanno potuto riscontrare la colpevolezza del marocchino. Identico il modus operandi in entrambi i delitti. Dopo aver condotto le vittime in un luogo appartato con la macchina, le aveva prima picchiate e minacciate, poi obbligate a un rapporto non consenziente.

Il 34enne originario del Marocco ha alle spalle diversi precedenti per spaccio di droga. I carabinieri di Breno l'hanno arresto oggi dopo la sentenza definitiva della Corte di Cassazione e portato nel carcere di Brescia. Una volta scontata la pena, il violentatore sarà poi espulso dall'italia e rimpatriato nel Paease d'origine.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » ven mar 08, 2019 8:07 am

Pescara, picchia e tenta di stuprare donna: arrestato marocchino
Gabriele Laganà - Gio, 07/03/2019

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 58245.html

Un marocchino ha provato a stuprare una donna di origini ucraine in uno stabile abbandonato di Pescara. La vittima ha opposto resistenza ma è stata picchiata dall’uomo

Nella serata di ieri, i carabinieri della Sezione radiomobile- Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Pescara hanno arrestato un immigrato marocchino di 35 anni, senza fissa dimora, con le accuse di tentata violenza sessuale e le lesioni personali ai danni di una 50enne ucraina.

I militari, dopo una serrata indagine, hanno accertato che la violenza si era verificata lo scorso martedì all’interno di uno stabile abbandonato situato in via Alento. Un luogo, questo, non casuale. La donna, infatti, da poco aveva iniziato a vivere in questa struttura fatiscente insieme ad altri stranieri.

Tra i clochard non c’erano mai stati grossi problemi, almeno fino a due giorni fa quando la cittadina dell’est Europa è stata avvicinata dal nordafricano che, dopo averla invitata a consumare una birra, ha insistentemente iniziato a palpeggiarla nelle parti intime e a farle esplicite proposte di natura sessuale.

La donna, però, fin da subito ha rifiutato le avances cercando di allontanare il marocchino. Quest’ultimo, però, non ha accettato la volontà della 50enne tanto che si sarebbe prima denudato e poi avrebbe bloccato la vittima per le braccia.

Dopo averla scagliata su un letto, il nordafricano avrebbe tentato di stuprarla. Non riuscendoci per la tenace resistenza opposta dalla donna, l’uomo avrebbe iniziato a colpirla con violenti pugni al volto.

A causa delle percosse subite, la 50enne ha perso i sensi risvegliandosi solo la mattinata seguente. Le altre persone presenti nello stabile sono intervenute allertando i soccorsi che, giunti sul posto, hanno condotto la paziente al Pronto soccorso dell’ospedale civile per le cure necessarie. La donna ha riportato lesioni che i medici hanno giudicato guaribili in 21 giorni.

Il marocchino è accusato di tentata violenza sessuale e lesioni personali ed è stato rinchiuso nel carcere di San Donato a Pescara in attesa della convalida del fermo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » ven mar 08, 2019 8:08 am

Sequestrano ragazzine e ne abusano: 5 giovani arrestati a Como
28 febbraio 2019

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca ... 902a.shtml

Avrebbero segregato le minorenni in una stanza, minacciandole e aggredendone una a morsi. Gli arrestati sono di origini albanesi e marocchine
Sequestrano ragazzine e ne abusano: 5 giovani arrestati a Como

Cinque ragazzi, tre maggiorenni e due minorenni, sono stati arrestati dai carabinieri di Como con l'accusa di aver sequestrato quattro ragazzine, rinchiudendole per ore in una stanza, abusando almeno di una di loro, una 16enne, dopo averla aggredita a morsi. I cinque, secondo gli investigatori, hanno agito "con modalità da branco" sulle minorenni.

L'episodio che ha portato in carcere i cinque giovani risale al pomeriggio del 14 luglio ed è avvenuto nell'appartamento di uno degli arrestati, nella zona del Canturino, dove i cinque amici (tre albanesi e due marocchini di 17, 18 e 19 anni) avevano invitato quattro ragazze, tutte italiane e minorenni.

Secondo le accuse i ragazzi, in parte ubriachi e sotto l'effetto di stupefacenti, hanno chiuso le ragazze in una stanza, tenendole per oltre tre ore, minacciando di buttarle dalla finestra. Per le procure di Como e dei Minori che per i due giudici delle indagini preliminari, la condotta del gruppo ha reso necessaria la custodia cautelare per concorso in violenza sessuale di gruppo, lesioni e sequestro di persona. I due minorenni, 17 anni, sono anche accusati di detenzione e spaccio di marijuana. L'indagine è partita alcuni giorni più tardi sulla base di una segnalazione arrivata ai carabinieri di Rebbio. Uno degli arrestati è stato rintracciato a Stradella (Pavia).
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » lun apr 08, 2019 10:04 pm

TENTATO STUPRO:GRAZIE A PIERO PER LA SEGNALAZIONE: VI INOLTRO.INTRGRALMENTE IL SUO MESSAGGIO
aprile 2019

https://www.facebook.com/Namber1SMOne/v ... 1586308298

Io vivo in Spagna,il giovane che è intervenuto,separa il nero dalla malcapitata,chiedendo´´ Per favore´´...gli operai,vestiti di giallo, si avvicinano ma non si permettono di bloccare il criminale. Anche qui vige la paura di passare per razzista, nazista, se hai il coraggio di difenderti. Questo senso di paura,di timore è stato diffuso dai media.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Violenza e stupri africano asiatico maomettani

Messaggioda Berto » ven giu 21, 2019 2:34 am

Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti
Riccardo Campolo
20 giugno 2019

https://amp.palermotoday.it/cronaca/arr ... 3SQoinA0LU

Sono entrati di soppiatto in un appartamento, nella zona della Magione, e hanno provato a stuprare una donna. Se non fosse che poco dopo è arrivato il marito che è riuscito a stendere con un pugno uno degli aggressori e ha chiamato la polizia. In manette è finito un 35enne di origini marocchine con l’accusa di tentata violenza sessuale.

E’ accaduto martedì scorso, poco dopo le ore 21. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori due uomini stavano passeggiando in una strada nella zona di piazza Magione quando hanno notato che c’era la porta di un'abitazione a piano terra aperta. Sono entrati e approfittando del fatto che ci fosse una donna (apparentemente) da sola, hanno cominciato a importunarla. Lei, nonostante fosse impietrita dal terrore, ha provato a respingerli e cacciarli. Niente da fare.

Per tutta risposta i due uomini le hanno strappato di dosso la maglietta e hanno provato a sfilarle i pantaloni. Le sue urla sono state avvertite in tutto il quartiere e pochi secondi dopo è arrivato il marito: uno dei due aggressori è stato colpito con un cazzotto e bloccato a terra fino all’arrivo della polizia. Il secondo invece è riuscito a scappare e far perdere le proprie tracce tra i vicoli della Magione.

Pochi minuti dopo sono intervenute le volanti dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico che hanno ammanettato il 35enne. L’uomo è stato quindi giudicato per direttissima e dopo la convalida dell’arresto il gip ha disposto per lui la misura cautelare della detenzione al carcere Pagliarelli in attesa del processo. La polizia ha acquisto le immagini di alcune telecamere e avviato le indagini per risalire all’identità dell’altro aggressore.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30216
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Precedente

Torna a Afrega e Ouropa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron