Lutrano, Luton, Lutezia, Luxia, Lusitania, Luxasia/Lusatia

Lutrano, Luton, Lutezia, Luxia, Lusitania, Luxasia/Lusatia

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 11:28 am

Lutrano, Luton, Lutezia, Luxia, Lusitania, Luxasia/Lusatia
viewtopic.php?f=45&t=2228
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitan

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 11:29 am

Lutrano

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tran-V.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/Fontanelle_(Italia)#Lutrano
http://www.comune.fontanelle.tv.it/it/I ... toria.html

Stora de Fontanele e de Lutran
Le origini di Fontanelle sono probabilmente paleovenete. Per parlare del nome di Fontanelle cominciamo subito con una citazione che così si esprime: "Fontanelle: il nome deriva dalle frequenti polle d'acqua che trapuntano il suo territorio...". Infatti la fitta rete idrica superficiale è abbondantemente alimentata da polle sorgive. Questo territorio migliaia di anni fa doveva essere un ambiente ampiamente boscoso, ove la quercia aveva il suo incontrastato dominio in un terreno non sempre piano, ma accidentato per le numerose ondulazioni prodotte dal vagare incontrollato delle acque. Testimonianza è la quercia di 18 mt. di altezza, dissepolta nel 1952 in un terreno torboso (Palù di Lutrano) verso Tempio, che esperti giudicarono avere oltre 400 anni di vita e altrettanti di sommersione nel terreno. Le prime tracce umane che si è riusciti ad individuare nel territorio Fontanellese, consistono in pochi strumenti litici (vale a dire ricavati dalla pietra) che si sono ritrovati molti anni fa in un terreno a nord del Comune ed ora conservate nel Museo di Oderzo e che ci parlano probabilmente di accampamenti di cacciatori provenienti, si pensa, dai vicini stanziamenti neoliti del Montello. Si può affermare che anche in epoca romana il territorio di Fontanelle fu certamente abitato e subì le benefiche provvidenze ed apporti di quella civiltà. Lo attestano gli scarsi, ma significativi ritrovamenti di ceramiche, laterizi e di altro materiale minuto che, senza dubbio, si possono assegnare a quel periodo. Una importante strada romana attraversava tutto il territorio dell'attuale Comune: si tratta della Oderzo - Serravalle, via frequentatissima nei tempi dello splendore romano (ano diti romani). Durante il Medioevo Fontanelle, situata al centro di una vasta zona dove la popolazione era in sensibile aumento, divenne "pieve" cioè chiesa indipendente con clero proprio, che celebrava "in loco" le funzioni liturgiche, amministrava i sacramenti e impartiva al popolo l'istruzione religiosa. Essa appartiene quindi alle poche comunità parrocchiali diocesane che subito dopo l'anno 1000 erano già completamente costituite e intorno alle quali si raggruppavano ville minori e comelli che avevano di solito una cappella propria.
La più vecchia confraternita di Fontanelle si può presumere sia stata la compagnia detta "dei Battuti o dei Flagellati", compagnia formata da nobili e plebei, giovani e vecchi che quasi nudi giravano processionalmente per i centri battendosi aspramente a sangue con flagelli. Era una Confraternita sorta a Perugia verso il 1260 e a Fontanelle non sappiamo precisamente quando, ma certo non molto dopo della fondazione di quella di Oderzo, sorta nel 1313. Già nel 1223 Fontanelle era da tempo assoggettata alla triste e sanguinaria dinastia degli Ezzelini (???).

Lutrano
???
Secondo l'Olivieri il toponimo deriva dal nome di un benestante romano, Lotterius o Lotteius, che con i suoi possedimenti avrebbe dato il nome alla località (robe de l'altro mondo, romani e nomi de romani dapartuto ... da dementi). Lutrano è un paese molto antico, ma su di esso sembra pesare la congiura del silenzio, tanto sono scarse le notizie che ci sono giunte circa le sue vicende passate. Lutrano è attraversata da un'importante via romana (troxo de epoca romana ma troxo veneto e no romano) che dall'antica Opitergium portava a Ceneda ed a Serravalle.
Il 1819 è l'ultimo anno che Lutrano dipende da Portobuffolè. Passerà allora sotto Fontanelle.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... utrano.jpg

=============================================================================================================================================

Lutran el se cata anca en França:
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tran-F.jpg

Valdieu-Lutran
http://it.wikipedia.org/wiki/Valdieu-Lutran
Valdieu-Lutran è un comune francese di 305 abitanti situato nel dipartimento dell'Alto Reno nella regione dell'Alsazia.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... dieu_4.jpg

http://fr.wikipedia.org/wiki/Valdieu-Lutran
La Lutter, petit ruisseau qui traverse le village, a donné son nom à Lutran.
http://fr.wikipedia.org/wiki/Lutter

=============================================================================================================================================

Martin Lutero
http://it.wikipedia.org/wiki/Martin_Lutero
Lutero xe il cognome ca forse endega la provegnensa del popà de Martin, Hans Luther, da on paexe ciamasto Luther/Lutter/Luter.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... Lutero.jpg

http://de.wikipedia.org/wiki/Martin_Luther
Luthers Eltern waren der Bauer, Bergmann, Mineneigner und spätere Ratsherr Hans (1459–1530), der aus Möhra stammte, und dessen Ehefrau Margarethe, geb. Lindemann (1459–1531), geboren in Neustadt an der Saale. Die Familie schrieb ihren Nachnamen abwechselnd Lüder, Luder, Loder, Ludher, Lotter, Lutter oder Lauther. Es ist zu vermuten das die Vorfahren Martin Luthers von dem Adelsgeschlecht von Lüder abstammt, deren Sitz in Großenlüder bei Fulda angesiedelt war. Der Ritter Wigand von Lüder soll sich in der Gegend von Möhra, dem Geburtsorte des Vaters von Martin Luther niedergelassen und seinen neu gegrüdeten Sitz vom Fuldaer Abte als Lehen empfangen haben. Im Hinblick darauf glaubte auch die bestehende Familie Luther ihre Abstammung von dem buchischem Geschlecht der von Lüder herleiten zu dürfen. Wigand von Lüder kommt zwischen den Jahren 1302-1308, sowie wir dies nachweisen können, siebenmal als Zeuge vor in Kauf und Verkauf und Pachtverträgen, welche die Herrschaft Frankenstein und das Amt Salzungen betreffen. Den heute bekannten Namen wählte Martin Luther etwa 1512 selbst. Er leitete den Namen vom Herzog Leuthari oder vom griechischen Wort ἐλεύθερος (frei) ab und benutzte vorübergehend die daraus abgeleitete Form „Eleutherios“ (der Freie. Der Ort Großenlüder Sitz der Herren von Lüder wurde abwechselnd auch Luodera, Lutra, Luttura und Lutar genannt. So ist es denkbar das der Namen Luther mit dem Ort und dem Adelsgeschlecht der Herren von Lüder in Verbindung steht.

Luther wurde als erster oder zweiter Sohn seiner Eltern in Eisleben geboren. Am folgenden Martinstag (11. November 1483) wurde er auf den Namen des Tagesheiligen in der St.-Petri-Pauli-Kirche getauft. Er wuchs im benachbarten Mansfeld auf, wo der Vater als Hüttenmeister im Kupferschieferbergbau bescheidenen Wohlstand erwarb. Beide „Lutherstädte“ liegen im Mansfelder Land, heute im Landkreis Mansfeld-Südharz in Sachsen-Anhalt, und hatten damals einige tausend Einwohner.

Luthers Eltern waren kirchentreu, aber nicht übermäßig fromm. Von 1488 bis 1497 besuchte er die Mansfelder Stadtschule und danach für ein Jahr die Magdeburger Domschule. Dort unterrichteten ihn die Brüder vom gemeinsamen Leben, eine spätmittelalterliche Erweckungsbewegung. 1498 schickten ihn die Eltern auf das Franziskanerstift Eisenach, wo er eine musikalisch-poetische Ausbildung erhielt. Er galt als sehr guter Sänger.

Xe probabile ca sta parola grega no la ghe entre par gnente ἐλεύθερος "Eleuterio" ... xe li “doti” ca se crede sapienti ca li ghin conbina pedho de Bertoldo.

=============================================================================================================================================

Storia Natural de Plinio el Vecio: łivro III

Plinio el vecio (Como, 23 – Stabia, dopo l'8 settembre. 79 d.C)
http://spazioinwind.libero.it/popoli_an ... cchio.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Gaio_Plinio_Secondo
http://it.wikipedia.org/wiki/Naturalis_historia
http://la.wikisource.org/wiki/Naturalis_Historia
http://la.wikisource.org/wiki/Naturalis ... /Liber_III

So sto łivro Plinio el fa n’elenco de łi povołi de l’Oropa “romana” e el noma anca łi Alutrenses; kisà sa ghè on calke łigo co el kinome/toponemo Lutran:

130
In mediterraneo regionis decimae coloniae Cremona, Brixia Cenomanorum agro, Venetorum autem Ateste et oppida Acelum, Patavium, Opitergium, Belunum, Vicetia. Mantua Tuscorum trans Padum sola reliqua. Venetos Troiana stirpe ortos auctor est Cato, Cenomanes iuxta Massiliam habitasse in Volcis. Feltrini et Tridentini et Beruenses Raetica oppida, Raetorum et Euganeorum Verona, Iulienses Carnorum. dein, quos scrupulosius dicere non attineat, Alutrenses, Asseriates, Flamonienses Vanienses et alii cognomine Carici, Foroiulienses cognomine Transpadani, Foretani, Nedinates, Quarqueni, Tarvisani, Togienses, Varvari.

http://www.news.giudicarie.com/it/compo ... -reti.html
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... reti-6.jpg

==============================================================================================================================================

L’etimołoja de Lutran ła se cata rento sto anbeto lesegal:

galego lautro = balneo, bagno
vecio irlandexe lóthur = canale e lothor = alveo
[Lewis-Pedersen 1961, § 18 paj 12]

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... 97-198.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitan

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 3:37 pm

Luton
https://it.wikipedia.org/wiki/Luton
Luton è una città con status di borough ed autorità unitaria del Bedfordshire (contea cerimoniale), Inghilterra, Regno Unito.

https://en.wikipedia.org/wiki/Luton
Luton (Listeni/ˈluːtən/ LOOT-ən,[4] local /ˈluːʔən/) is a large town, borough and unitary authority area of Bedfordshire, England.
The foundation of Luton is usually dated to the 6th century when a Saxon outpost was founded on the River Lea, Lea tun.

https://en.wikipedia.org/wiki/River_Lea
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ ... dBasin.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /lutum.jpg


Lea, lia, loa, lua, losa, lozza, letamaio, luamaro, lutia, leda
viewtopic.php?f=44&t=2226
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitan

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 3:58 pm

Lutezia
http://it.wikipedia.org/wiki/Lutezia
Lutezia (Lutetia in latino) è il nome usato in italiano per designare una città della Gallia romana e preromana. La città fu rifondata dai Merovingi ed è l'antenata dell'attuale Parigi.
Tra gli autori antichi il nome della città viene citato da Strabone (Λουκοτοκία), Tolomeo (Λευκοτεκία) e Cesare (Lutetia). Potrebbe contenere la radice celtica luto- luteo- ("palude"), presente in altri toponimi come Lutudarum (Derbyshire, Inghilterra); Lodève (Luteua), Ludesse (Francia); Lutitia (Germania).

Lutece
http://fr.wikipedia.org/wiki/Lut%C3%A8ce
Lutèce est une forme francisée du nom employé par les Romains Lutetia ou Lutetia Parisiorum pour désigner la ville gauloise connue aujourd'hui sous le nom de Paris ainsi que son oppidum.
Le terme est attesté en grec ancien sous la forme Λoυκoτοκία / Loukotokía (Strabon), Λευκοτεκία / Leukotekía (Ptolémée), d'où le doublet Lucotèce, ainsi qu'en latin : Lutetia (Ier siècle av. J.-C.). Albert Dauzat et Charles Rostaing y voient la racine gauloise lut-, marais (équivalent du latin lŭtum, boue) reprise par Xavier Delamarre sous les formes luto-, luteuo- (cf. gaëlique loth, marais, breton loudour, malpropre) que l'on retrouve dans les villes de Ludesse; Lodève (Luteua); Lutitia (Allemagne) ou Lutudarum (GB, Derbyshire).
Cependant, Pierre-Yves Lambert qui se base sur la forme grecque « Lucotèce », penche pour une racine gauloise *lucot-, souris (cf. breton logod, irlandais luch).

Lutetia Parisiorum
http://it.wikipedia.org/wiki/Lutetia_Parisiorum
Lutetia o Lutetia Parisiorum è il nome dato dai Romani ad una città gallica e al suo oppidum, appartenenti al popolo dei Parisi.
In celtico la radice luto- significa "palude", ma anche "fango".
Verso il 300, Lutetia prese il nome di Parigi, per abbreviazione dalla frase latina civitas Parisiorum o urbs Parisiorum dal nome del citato popolo gallico che occupò il sito dal III secolo a.C.


Epitafio de Lutatia Lupata
http://www.fotoviajero.com/places/extre ... upata_1487

Texto:

D(is) M(anibus) S(acrum) /
LVTATIA LVPATA ANN(orum) XVI /
LVTATIA SEVERA ALVMN(ae) /
H(ic) S(itae) E(st) S(it) T(ibi) T(erra) L(evis)

http://edh-www.adw.uni-heidelberg.de/ed ... 56&lang=en

=============================================================================================================================================

Luhta
http://fi.wikipedia.org/wiki/Luhta
Luhta eli vataja on yksi suotyypeistä. Luhtia tavataan etenkin maankohoamisrannikolla, mutta myös järvien, jokien ja purojen tulvamailla. Luhdat sijaitsevatkin aina vesistön (tulvaveden) vaikutuspiirissä, ja niiden puuntuottokyky on maan kosteuden vuoksi huono. Luhdat jaetaan puustoisiin luhtiin, pensaikkoluhtiin ja avoluhtiin.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... Luhtia.jpg


Pałù (pałua, palude, paduła)
viewtopic.php?f=44&t=2220
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitan

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 4:32 pm

Luxitania

https://it.wikipedia.org/wiki/Lusitania
La Lusitania era un'antica regione della Penisola Iberica. Era abitata dal popolo dei Lusitani, da cui prese il nome. Corrispondeva pressappoco all'attuale Portogallo centrale e meridionale più una parte limitata dell'altopiano interno spagnolo (l'odierna Estremadura).
L'origine dei Lusitani, popolo affine agli Iberi, è incerta. In età preromana erano insediati su un vasto territorio che si estendeva dal Duero al Tago e avevano cominciato ad espandersi a sud nell'Estremadura, a spese dei Vettoni, e nella valle della Guadiana, a spese dei Celti.
L'offensiva romana iniziò nel 179 a.C., finché furono sottomessi definitivamente da Ottaviano Augusto.


https://it.wikipedia.org/wiki/Lusitani
I Lusitani erano popolazioni parlanti un linguaggio indeuropeo che è stato nel recente passato fatto rientrare nel novero delle lingue celtiche. Recentemente alcuni studiosi, come Villar, tendono a considerare la lingua dei Lusitani come un idioma indeuropeo a sé stante, sebbene influenzato in modo considerevole, specie nel lessico, dalle lingue celtiche parlate nell'attuale Spagna centrale (celtiberico).

https://es.wikipedia.org/wiki/Lusitanos
???
La palabra lusitano procede del nombre, presumiblemente celta, Lus o Lusis, y del sufijo gentilicio -tanus, que con las variantes -itanus y -etanus se repite en múltiples lugares del Mediterráneo occidental (gaditanus, malacitanus, ilicitanus, turdetanus, etc). Esto ha llevado a pensar que puede ser un sufijo de origen mediterráneo, e incluso ibérico, o tal vez una latinización del sufijo griego -etes, -ites, -otes: por ejemplo, un habitante de la Massalia griega era un massaliotes, mientras que otro de la Massilia romana era un massilitanus. El por qué un pueblo como el lusitano, que no era de origen íbero, recibió este sufijo, probablemente se debe a analogía, ya que los romanos los conocieron en la misma época en que trabaron contacto con los pueblos íberos, a los que los griegos habían aplicado el sufijo -etes.
Otra explicación sin fundamento, aunque muy extendida, es que constituye una fusión de Lus y Tanus, "tribu de Lusus".


Immagine

Lusius, ii, m.,
Lusio, fiume d'Arcadia, CIC. Nat. deor. 3, 57.

lusoria, ae, f.,
1 nave da diporto, SEN. e a.;
2 incrociatore, Cod. Th.
[cf. lusorius].

Lusitania, ae, f.,
Lusitania, parte occidentale della penisola iberica (l'odierno Portogallo più l'Estremadura e la provincia di Toledo), CAES. e a.


Lusio, fiume greco dell'Arcadia, affluente dell'Alfeo.
https://it.wikipedia.org/wiki/Lusi

Lusio, fiume d'Arcadia
https://books.google.it/books?id=QDzUgd ... ia&f=false

https://it.wikipedia.org/wiki/Lusi_%28citt%C3%A0%29

https://it.wikipedia.org/wiki/Lusi
Lusi (in greco Λουσοί, Lousoi; in latino Lusi) è stata un'antica città dell'Arcadia in Grecia.
Era situata a circa 1200 metri di altezza, nelle montagne di Aroania, vicino l'odierna Kalavryta, al confine delle città-stato di Feneos e Kleitor.



Luxenso (Lusenzo) e Luxia (Lusia)
viewtopic.php?f=45&t=1262

Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitania
viewtopic.php?f=45&t=2228
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxasia/Lusatia, Luxia, Lusitan

Messaggioda Berto » dom feb 21, 2016 5:01 pm

Luxasia

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... uxasia.jpg

https://it.wikipedia.org/wiki/Lusazia
La Lusazia (in tedesco: Lausitz, in lingua lusaziana: Łužyca, in polacco: Łużyce, in ceco: Lužice) è una regione storica tra i fiumi Bóbr (un affluente dell'Oder) e Kwisa e il fiume Elba in Sassonia, nella Germania orientale e nel Brandeburgo. Appartiene anche al sud-ovest della Polonia (Voivodato della Slesia) e alla Repubblica Ceca settentrionale.

Il nome deriva da una parola in lingua lusaziana che significa "palude".

In base alle più antiche notizie a noi note, la regione era originariamente abitata da tribù celtiche ???. In seguito, intorno al 100 a.C., la tribù germanica dei Senoni si stabilì nell'area. Nel V secolo la popolazione slava dei sorbi s'insediò nell'Alta Lusazia, chiamata Serbia bianca dal nome (Serbi bianchi) che allora fu dato ai sorbi[1] e rinominata successivamente Sorbia o Sorabia.

Lusacia
http://es.wikipedia.org/wiki/Lusacia
Lusacia (en alemán: Lausitz, en altosorabo: Lužička o Łužyca y en bajosorbio: Łužica; en checo: Lužice, en polaco: Łużyce)

https://it.wikipedia.org/wiki/Cultura_lusaziana
Cultura lusaziana (1300–500 a.C.) è una cultura della tarda Età del bronzo, localizzata nelle aree geografiche della Germania orientale (Sassonia e Brandeburgo) e Polonia, e caratterizzata da sepolture con cremazione. Derivava dalla fusione fra la precedente cultura di Trzciniec con la cultura dei tumuli . Confinava ad ovest con la cultura dei campi di urne e a nord con la cultura del bronzo nordico.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... oultur.jpg


https://pl.wikipedia.org/wiki/Kultura_%C5%82u%C5%BCycka

Paƚifate e paƚifatari (castełari e teramarigołi)
viewtopic.php?f=43&t=1290

Biskupin (Luxasia-Polonia) e Solferin (Garda-Veneto)

Biskupin Solferin Luxasia

Biskupin

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... pin-11.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... pin-51.jpg


Solferin

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... lferin.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxia, Lusitania, Luxasia/Lusat

Messaggioda Berto » lun feb 22, 2016 7:36 am

Lea, lia, loa, lua, losa, lozza, letamaio, luamaro, lutia, leda
viewtopic.php?f=44&t=2226


Cfr. co ste voxi sarde: ludru = fango; ludràu, lutràu = paltan e pocia

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... za-248.jpg



???

http://www.etimo.it/?term=lordo
Immagine


Immagine

luridus, a, um, agg.,
1 molto pallido, giallastro, livido, PL. e a.; luridus (esangue) pallor, OV.;
2 che rende pallido, che fa illividire, OV. e a.: lurida mors, SIL.; lurida aconita, OV. Met. 1, 147
[luror + -idus].

luror, oris, m.,
pallore cadaverico, color giallastro, lividore, LUCR. e a.: paene alius lurore, tanto sfigurato per il pallore da sembrare un altro, APUL. Met. 1, 6, 1
[cf. livor, luridus].

luridatus, a, um, agg.,
macchiato, TERT.
[luridus + -atus2].
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Lutrano, Luton, Lutezia, Luxia, Lusitania, Luxasia/Lusat

Messaggioda Berto » lun feb 22, 2016 9:55 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 32712
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm


Torna a Toponomastega o kinomastega

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite