Gualìvo

Gualìvo

Messaggioda Sixara » mer gen 10, 2018 8:45 pm

Gualìvo
viewtopic.php?f=44&t=2718


La paròla gualìvo o goalivo e l verbo (s)goalivare còsa ke i vòe dire?
Mi a lo intèndo cofà equo e l parké el se capìse te la storia de El putìn scanbià te la cùna.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Berto » gio gen 11, 2018 1:59 pm

Goalivo = uguale/eguale

http://www.etimo.it/?term=eguale
Immagine
Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37836
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Sixara » gio gen 11, 2018 8:10 pm

Gualìvo agg. - Spianato. Livellato. Pareggiato. Viene subito in mente che gualìvo venga da 'eguale' [...] - i skrive i Romagnòli - ma noi [...] vorremmo presentare un'altra genealogia di questo aggettivo [...].
E i se lancia te na so ipòtexi ke l vegna da vale (valle, stagno) e ke la so prima forma la fùse valìvo e dòpo, col canbio de consonante, gualìvo. Secondo luri valìvo l indicava "una superficie piatta" cofà cuea de na vale (stagno) o on terén "da uno stagno residuato".
Difàti gualìvo sm. l è Spianata. Luogo livellato. Qualsiasi superficie piana. e
gualivàre o sgoalivàre l è Spianare. Portare a livello. Pareggiare.

Pòe anca èsare, ke la vàle pa nàltri polexàn l è na palude, na laguna, on spècio d àcoa.
Ma mi zercava nàltro significà.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Berto » ven gen 12, 2018 3:22 am

Sixara ha scritto:...E i se lancia te na so ipòtexi ke l vegna da vale (valle, stagno) e ke la so prima forma la fùse valìvo e dòpo, col canbio de consonante, gualìvo. Secondo luri valìvo l indicava "una superficie piatta" cofà cuea de na vale (stagno) o on terén "da uno stagno residuato". Difàti gualìvo sm. l è Spianata. Luogo livellato. Qualsiasi superficie piana. e
gualivàre o sgoalivàre l è Spianare. Portare a livello. Pareggiare. Pòe anca èsare, ke la vàle pa nàltri polexàn l è na palude, na laguna, on spècio d àcoa. Ma mi zercava nàltro significà.


Asurdità.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37836
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Sixara » ven gen 12, 2018 7:40 pm

A pare de capìre ke gualìvo la sipia voxe panitaliana: cuà racuànti documenti; però mi - verzendoli - me so fata on idèa ke la sia pì lonbarda-vèneta ke altro... a la go catà anca tel Romantsch, la lengoa ke i parla ti Grigioni... :o
solo ke dèso a ne so' pì bòna de catarla, ke ghevo ciapà naltra via, pa l inglexe even...
te la cuà: vardè Translations flat and level
tel Romansch: guliv, uliv, anguliv, planiv, plàn, guleiv, gualiv
e tel Venetian... guaìvo :D .

Ke bèla ke l è sta paròla.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Berto » ven gen 12, 2018 10:58 pm

Come xela: on alto e on baso li fa on goalivo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37836
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gualìvo

Messaggioda Sixara » dom gen 14, 2018 10:45 am

Berto ha scritto:Come xela: on alto e on baso li fa on goalivo.

Sì, na mòta e na buxa i fà on goaìvo in sènso materiale; ma mi zercava n sènso ideale.
Tipo l eikos - eikon. :)
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm


Torna a Etimoloja de moti o parole venete e no

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron