Gui, Guio, De Guio, Guioto, Guida, Guidi, Guido, Guidone

Gui, Guio, De Guio, Guioto, Guida, Guidi, Guido, Guidone

Messaggioda Berto » mer ott 14, 2015 1:20 pm

Gui, Guio, De Guio, Guioto, Guida, Guidi, Guido, Guidone
viewtopic.php?f=41&t=1917


Guidolin, Guidolini, Guidolino, Guidotti, Guidotto e altri
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30209
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gui, Guio, De Guio, Guioto,Guida, Guidi,Guido, Guidone

Messaggioda Berto » mer ott 14, 2015 1:29 pm

Dsal vecio sito de Ettore Rossoni
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... gnomix.jpg


GUI GUIO GUIOTTO
Gui, assolutamente rarissimo, ha un ceppo veneto ed uno tra milanese e pavese, Guio, estremamente raro, parrebbe della zona tra rovigoto e ferrarese, Guiotto è tipicamente veneto, del vicentino in particolare, derivano direttamente o tramite forme ipocoristiche dal nome di origine germanica Guy diversa forma del nome germanico Guildo o Guido (vedi Guida) di cui potrebbero essere forme contratte, ma è pure possibile una derivazione dal nome longobardo Wido.

GUICCIARDI GUICCIARDINI
Guicciardi è tipico del modenese, Guicciardini, molto raro è toscano, secondo una teoria derivano dal nome medioevale Guicciardo a sua volta derivato dall'italianizzazione del nome normanno Wiscard, o dal nome germanico Wichard, a sua volta originato dai termini germanici medioevali wig (battaglia, combattimento) e da hard (duro), con il significato di forte e resistente in battaglia, ma secondo un'altra ipotesi sembrerebbe invece che possano derivare, direttamente o tramite una forma ipocoristica dal termine medioevale guicciarda (corno da caccia), cognominizzazioni resa famosa da Francesco Guicciardini nato a Firenze nel marzo del 1483 che diventò uno dei 9 membri della Signoria al servizio dei Medici e con la loro caduta subì un famosissimo processo e si ritirò a vita privata.
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Guicciardi è cognome patronimico dal nome proprio longobardo Wîshard, donde anche i cognomi Guiscardi, Viscardi e Guicciardini. Dal germ. *Wisa- « saggio» e dal solito *hardhu - «forte»: significa «forte nella saggezza». Nelle carte medievali modenesi troviamo il nome Guiçardinus dal 1143 e Guiçiardus dal 1156. Fonte: F. Violi, Cognomi a Modena e nel Modenese.

GUIDA GUIDI GUIDO GUIDONE
Guida è diffuso in tutt'Italia, con una bassa concentrazione al centro, Guidi, diffuso nell'Italia centro settentrionale, ha più nuclei originari nella fascia centrale, Guido ha un ceppo autoctone in Liguria ed uno nel napoletano, ma i nuclei principali sono in Puglia, soprattutto nel Salento, ed in Calabria soprattutto nel cosentino, con un ceppo secondario nel messinese, Guidone dovrebbe avere due ceppi, uno nel foggiano ed uno nel napoletano, questi cognomi hanno in comune la radice, cioè il nome longobardo Wildo, o Wido e anche dal nome germanico Guildo. La casata Guidi, fin dal 1000, ha esercitato signoria feudale sui territori dell'alto Casentino, fino al torrente Archiano al di là del quale si trovava la signoria ecclesiastica dei vescovi di Arezzo; il capostipite fu Tegrimo Guidi, cui Re Ugo, con un diploma risalente al 927, assegnò il monastero di San Salvatore in Alina, nel territorio della diocesi pistoiese, qualificandolo come "...compater et fidelis..." del sovrano; un Conte Guido è presente a Biandrate (NO) fin dal XII° secolo, con un documento del 17 ottobre 1152 Federico Barbarossa conferma al Conte Guido il feudo di Biandrate, Cameri, Oleggio ed altre territori del novarese.

GUIDALDI
Guidaldi, assolutamente rarissimo ha un piccolo ceppo a Roma ed a Segni nel romano, dovrebbe derivare da un'italianizzazione del nome germanico Widoald, probabilmente portato dal capostipite.

GUIDANTONI
Molto raro è tipico di Roma e del grossetano, dovrebbe derivare dal nome composto Guido Antonio portato probabilmente dal capostipite.

GUIDARA LA GUIDARA LAGUIDARA
Il cognome Guidara è specifico della provincia di Messina, di Sant'Angelo di Brolo, Barcellona Pozzo di Gotto, Patti e San Piero di Patti, La Guidara, molto più raro, è caratteristico di Montagnareale e Patti, Laguidara è quasi unico, sempre dell'area di Patti, potrebbero derivare dal nome della Contrada Guidara nel messinese, o dal nome della zona bagnata dal torrente Guidara, sempre nel messinese, troviamo tracce molto antiche di queste cognominizzazioni in Sicilia con un certo mastro Michele La Guidara partecipante al Consiglio civico di Castelbuono nel palermitano il 29 giugno 1561.

GUIDARINI
Guidarini ha un ceppo nell'appennino emiliano a Villa Minozzo nel reggiano ed a Sestola e Fanano nel modenese ed uno a Mesola nel ferrarese, ed ha un ceppo a Grosseto, dovrebbero derivare da forme etniche relative a paesi come Casalguidi nel pistoiese o Monte Guidi nel senese.

GUIDETTI
Tipico dell'Emila e del Nord della Toscana, sembra avere anche un ceppo forse non secondario nel nordmilanese e nel varesotto, deriva dal nome medioevale Guidettus di cui abbiamo tracce ad esempio in una Carta investiture nomine venditionis del 18 maggio 1195 conservata nell'archivio della chiesa di San Giorgio a Milano, dove leggiamo: "...Cima de Fontigio Guidonis filii eius Guidettus de Lexie, testium...", e a Castiglione Fiorentino (FI) in una lettera di fidejussione del 1418 si trovano tracce di questa cognominizzazione: "...Pro Communi Castilionis Florentini pro prima paga florenorum ducentorum auri fideiusserunt: Guidettus Iacobi de Guidettis pro florenis quinquaginta auri...".

GUIDOBALDI
Guidobaldi è tipico della fascia centrale che comprende Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo settentrionale, con un ceppo, probabilmente secondario, a Torino, dovrebbe derivare dal nome medioevale Guidobaldo l'italianizzazione del nome franco Widobald, portato ad esempio dal terzo Duca di Urbino Guidobaldo da Montefeltro (1472 - 1508), figlio di Federico da Montefeltro e di Battista Sforza.

GUIDOBONI
Guidoboni è tipico del ferrarese, di Cento, Ferrara e Bondeno, dovrebbe derivare dal nome medioevale Guidobono, un'italianizzazione del nome di origine germanica Widobonus, di cui abbiamo un esempio d'uso in una Carta Venditionis del 1194 a Tresivio in Valtellina dove tra i testimoni compare: "... Interfuerunt Widobonus Basillii et Lafrancus Truncapiz et Goizus de Beccaria testes. ...", troviamo tracce di questa cognominizzazione in un atto del 1586 a Venezia, dove possiamo leggere: "... Con ciò sia cosa che messer Giovan Battista Guidoboni nobile luchese abia li sottoscritti nuovi modi et inventione, dalle quale si può sperare nelli stati et paesi delli infrascritti Principi molto notabile utile, ottenendo essi Principi Privilegii et conventione, et con ciò sia che detto Gioan Battista sia convenuto in tal negocio et loghi con Magio del quondam Gabrielo de Padoa hebreo, il quale si obriga andare o mandar da detti Principi quanto prima a tratar detti privilegi et concessione per più longo tempo che si pole, nel modo e come da detto Guidoboni li serà dato particolare ricordo. ...".

GUIDOBONO
Guidobono, abbastanza raro, è caratteristico dell'alessandrino, dovrebbe derivare dal nome del paese di Castellar Guidobono appunto nell'alessandrino (vedi anche GUIDOBONI).

GUIDOLIN GUIDOLINI GUIDOLINO
Guidolin è tipico dell'area che comprende il vicentino, il trevisano ed il padovano, Guidolini, assolutamente rarissimo, parrebbe del mantovano, Guidolino è praticamente gli ultimi due sono molto probabilmente dovuti ad errori di trascrizione del primo, dovrebbero derivare dal nome medioevale Guidolinus, di cui abbiamo un esempio in un instrumentum venditionis del 1291: "...et aliis massaritiis in dictis domibus existentibus et vineis et silvis et terris et olivis et ortis et prato habitis in loco et fundo Plazolini infra hec latera: a primo, secundo et tertio et a quartio Iacobutius et Guidolinus filii domini Arterotti de Monte Porco..:".

GUIDOTTI GUIDOTTO
Guidotti è abbastanza diffuso sembrerebbe tipico dell'area che comprende la Lombardia meridionale, l'Emilia orientale e la Toscana settentrionale, Guidotto è specifico del veneziano, derivano dal nome medioevale Guidotto di cui si hanno tracce anche nel Decamerone di Boccaccio, (Quinta Giornata Novella Quinta): "Guidotto da Cremona lascia a Giacomin da Pavia una fanciulla, e muorsi;...", nel 1100 nel senese, dove si trova oggi l'Abbazia di San Galgano (la spada nella roccia), la nobile famiglia Guidotti che dal suo castello dominava la valle del Merse, generò un Galgano Guidotti che divenne il famoso San Galgano. Agli inizi del 1500 a Correggio (RE) un Guidotti è arciprete della locale chiesa e a San Miniato (PI) opera il notaio Francesco Guidotti di Lorenzo da Castelfranco di Sopra (AR), nel 1600 Paolo Guidotti (1560-1629) è un affermato pittore.

GUIGLIA
Molto raro, sembrerebbe originario del varesotto, può derivare dalla gens latina Aquilia da cui dovrebbe discendere il notaio Bernardus Guila de Thoyrio operante verso la fine del 1300 in Savoia, meno probabile la derivazione dal toponimo Guiglia (MO).

GUINDANI GUINDANO
Guindani è tipicamente lombardo, del bresciano e cremonese in particolare, Guindano è assolutamente rarissimo, dovrebbero derivare dal nome medioevale di origine germanica Wintan, tracce di queste cognominizzazioni le troviamo nell'archivio di stato di Venezia, dove tra i notai dell'anno 1383 troviamo un tal Bernerio de Guindani, personaggio di rilievo è stato Mons. Gaetano Camillo Guindani (1834-1904) che fu vescovo di Bergamo.

GUINZIO
Guinzio, quasi unico, sembrerebbe originario del Canavese nel torinese, forse della zona di Favria, Valperga e Rivarolo Canavese, potrebbe aver avuto anche un ceppo abruzzese, dovrebbe derivare dall'italianizzazione del nome germanico Winz o Winzi, a sua volta derivato dal termine tedesco winzig (minuscolo, piccino), la trasformazione del suono wi- in gui- è tipica, un altro esempio lo troviamo in Wido che si italianizza in Guido.

GUIRINO
Rarissimo, probabilmente originario della penisola salentina, potrebbe derivare dal cognomen latino Quirinus. In un atto del 1500, rogato in Lecce si legge: "...apparente contratto rogato per notar Giovanne Guirino sub die 15 mensis januarii proximi praeteriti...".

GUISCARDI GUISCARDO
Entrambi rarissimi, sembrerebbero di origine napoletana, derivano dal nome medioevale normanno Wiscard, abbiamo tracce di questa cognominizzazione fin dal 1000 con il Duca Roberto Guiscardo, fondatore dello stato normanno delle due Sicilie.

GUISO GUISU
Guiso è tipico sardo di Nuoro in particolare, Guisu, molto raro, è invece di Sassari e del sassarese, dovrebbero derivare dal nome tardo latino Guiso (Guisone) di cui abbiamo un esempio nel Codex Cavensis sotto l'anno 956: "...In nomine domini vicesimo quarto anno principatus domni nostri Gisolfi gloriosi principis et imperialis patricii, mense iulii, quartadecima indictione. memoratorium factum a me Stephanus filius quondam Eregari de locum Apos monte, eo quod ante presentia Lamberti Castaldei et alii subscribti testes coniunctus fui cum Radoaldus, qui mundi vocatur, et Guisonem et Rodelgrimum germani filii quondam Rodelgrimi ex eodem locum Apos montem, illi nominati germani ...",o anche in quest'atto di compravendita del 1025: "...Maraldi pecorarii thio meo et Guiso et Gilli exadelfi germani mei...". Casato nobile quello dei Baroni Guiso tanto che fin dal 1300 viene citato come essere il più importante della baronia di Orosei.
integrazioni fornite da Giuseppe Concas

GUISO; GUISU
guisu, ghisu, ĝìsu significano gesso e provengono dalla voce catalana guix più che dal latino gypsum o dal greco γύψος. Facciamo però osservare che attualmente il termine guiso, in spagnolo significa "stufato". Nell'opera "De Rebus Sardois IV" di Giovanni Francesco Fara(178 - 4), troviamo la nota: .Eodem anno (1449) castrum et regiones Galtellini et Orosaei ab Henrico Guevara, Salvatori Guiso venduntur et anno seguenti devoluta oppida Seguris, Pixinae et Gibae regionis Sulcis, quae erant Dalmatii Jardini, Iacopo Cassa conceduntur. Più avanti (200 - 20), troviamo ancora citato Salvatore Guiso, e di nuovo (208 - 23 - 27 - 31 - 32). Negli antichi documenti troviamo per la prima volta il cognome Guiso, Salvatore Guiso, appunto, che acquista dai Guevara, nel 1449, la baronia di Galtelì e di Orosei. Monsignor Ottorino Alberti, nel suo lavoro sulla diocesi di Galtellì, riferisce che, con strumento del 30 aprile 1449, redatto in Sassari, Equino de Guevara, conte di Ariani e marchese di Vastiamante, maggiordomo di sua maestà Alfonso V° , cedette a Salvatore Guiso la baronia e castello di Galtellì e l'Incontrada di Orosei.per la somma di 6700 ducati buoni di 40 soldi calaritani ciascuno. 10 anni dopo, nel 1559, Salvatore Guiso ottenne dal re Giovanni II° l'investitura a barone di Galtellì e Orosei. Giovannangela Guiso y Guiso, ottava baronessa di Orosei e Galtellì, sposò il nobile Gabriele Manca, signore di Ussana e da lì la dinastia dei Guiso si unì a quella dei Manca di Ussana. Nel 1808 la baronessa Maddalena Manca (y) Guiso, cedette definitivamente la baronia al Regio Demanio. Salvatore Guiso apparteneva ad una potente famiglia di commercianti di Orosei, di provenienza presumibilmente spagnola. Attualmente il cognome Guiso è presente in 85 Comuni italiani, di cui 41 in Sardegna: Nuoro 220, Cagliari 43, Sassari 26, Lula22, etc. Il cognome Guisu è presente in 5 Comuni Italiani, di cui 4 in Sardegna: Sassari 9, Ozieri 3, Lotzorai 3, Bitti 2.

GUITTI GUITTO
Guitti ha un ceppo a Brescia ed uno a Ravenna e Ferrara, Guitto ha un ceppo nel napoletano a Pozzuoli, Napoli e Giugliano di Campania, dovrebbero derivare da alterazioni dell'italianizzazione del nome germanico Wido, insomma di un'alterazione del nome medioevale italiano Guido, probabilmente portato dai capostipiti.

GUIZZARDI GUIZZARDO GUIZZARI GUIZZARO
Guizzardi è tipico del bolognese con ceppi anche nel milanese e nel bresciano, Guizzari e Guizzardo, praticamente unici, sono probabilmente dovuti ad un errore di trascrizione del precedente, Guizzaro, assolutamente rarissimo, sembra essere circoscritto al padovano, dovrebbero tutti derivare dal nome medioevale Guizardus, derivato a sua volta dal germanico Wiscard, di quest'uso abbiamo un esempio nel Codex Diplomaticus mediolanensis in una Charta venditionis del 1163 a Nosedo (MI): "...per conscilium et laudationem Victorie et Concordie atque Iordane et Tarsille seu Febronie, monacharum suprascripti monasterii quæ ibi aderant, una cum concessione et confirmatione et consensu Guizardi qui dicitur de Pusterla de suprascripta civitate, filius quondam Obizonis...". Troviamo tracce di queste cognominizzazioni in Valtellina nel 1500, in una causa tra i Comuni di Postalesio e Cedrasco viene citato tal Ludovico Guizzardi fu Azzo di Teglio e nel secolo successivo nel Decreto delli 35 Mila fiorini del febbraio 1642 ".Noi li Capi, et Agenti dell'Eccelse Tre Leghe qua in publica e piena Dieta in Coira congregati con la presente manifestiamo ... Hora essendoci dalli SS.ri Agenti di Valtellina Capitano Giovanni Guizzardi, Dottor Lorenzo Perario, Dottor Giacomo Venosta, Capitano Simon Venosta...".

GUIZZETTI GUIZZI GUIZZO
Guizzetti è specifico del bergamasco e bresciano, Guizzi. molto più raro è bresciano, Guizzo è tipico del trevigiano e friulano, dovrebbero derivare dal termine longobardo wizza (terreni in proprietà comune) e riferirsi perciò a caratteristiche del sistema sociale cui era soggetta la famiglia, ma è pure possibile una derivazione dal nome medioevale Guittius o Guizzo di cui abbiamo un esempio in un atto del 1259 a Siena, dove viene citato come testimone un certo Guizzo di Torresano. Troviamo tracce di queste cognominizzazioni nel 1700 a Solto Collina (BG) dove in un atto compaiono 6 capifamiglia con il cognome Guizzetti: "Congregati li signori capi di casa della Comunità di Solto per eleggere un nuovo eremita avendo rinuntiato Fra Remiggio Panighetti alla custodia del S. Oratorio di S. Defendente di Solto ...Gio: Guizzetti dal Fiume...Gio: Maria Guizzetti de Castelli...Bernardino Guizzetti ...ecc....".

GULFI
Gulfi, estremamente raro, sembrerebbe specifico di Chiaramonte Gulfi nel ragusano, dovrebbe derivare dal toponimo di Gulfi nel ragusano, un tempo paese a se stante.

GULFO
Gulfo è tipicamente lucano, del materano, di Tursi e Pisticci, dovrebbe derivare dal nome medioevale longobardo Gulfus , forma aferetica contratta del nome Agilulfus, di quest'uso abbiamo un esempio nella Chronica di Gothofredus de Bussero: "...Anno domini 605 obiit sanctus Johannes elemosinarius patriarcha Alexandrie. eo anno Gulfus lumbardus rex (Agilulfo re dei longobardi dal 591 al 616) destruxit Cremonam die 11 kalend. septembris. ...", ed anche in una registrazione del 1241 a Forlì: "...MCCXXXXI, die terciadecima intrante novembr. Peto ego Gulfus de Guilleis a vobis Gregorio abbate ut confirmetis mihi tres perticas terre. Die suprascripta. Ego Andreas nepos Canci de Signentula peto a vobis Gregorio ut confirmetis mihi unun stacium terre. ...".
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Gulfo è cognome lucano presente a Colobraro, Pisticci, Policoro e altrove, anche calabrese (RC); cfr. Vulf nel secolo IX in Francia. È cognome di origine germanica: 'wu1f' = 'lupo'. Fonte: G. Rohlfs, Dizionario storico dei cognomi in Lucania, 1985.

GULI GULLA GULLE GULLI GULLI GULLO
Guli, molto molto raro, ha un piccolo ceppo a Ravenna ed uno a Roma, Gulla, assolutamente rarissimo, dovrebbe essere siciliano, Gulle, ormai scomparso in Italia, dovrebbe essere stato originario cel centrosud e della Sicilia, Gulli è abbastanza raro, parrebbe avere un nucleo in Sicilia e Calabria, uno a Roma ed uno in Liguria, Gullì è specifico dell'area dello stretto, reggino e messinese, Gullo decisamente più diffuso, occupa gli stessi areali con un ceppo anche nel bolognese, dovrebbero derivare dal cognomen latino Gullus ma è pure possibile una derivazione dal nome normanno Gulian, o dall'aferesi di nomi latini come Agulus, Figulus o Regulus, esempio di questo nome, già come principio di cognominizzazione, lo troviamo a Volterra dove, nel 1208, è uno dei consoli un certo Lionardo di Gullo: "...Nos, Leonardus Gulli et Bonacursus Rolandini et Sigerius Guczolini, Vulterrani consules, ordinamus atque firmamus...".
integrazioni fornite da Tommaso Gullì
Il cognome Gullì in origine iera Gulley ed era una famiglia nobile con il rango di Conti proveniente da Vienna e precedentemente dalla Scozia. Giacomo Gulley giunse in Calabria nel 1620, da lui ebbe origine il ramo della mia famiglia. Questo nome ha un'origine Normanna e questa famiglia proveniva dal villaggio di Gullane in Scozia, dove avevano proprietà ed un castello. Il cognome si trasformò poi in Gullì già dai primi del 1700. I Gullì erano al comando delle forza Austroungariche dell'artiglieria a Reggio Calabria dal 1677 al 1752. Giacomo Gullì morì ad Orsowa sul Danubio nel 1735, mentre era al comando della nave San Carlo assieme al conte Luca Pallavicini. Il Pallavicini gli presentò il compositore Mozart. Giacomo Gullì condivise anche il comando con il colonnello tedesco Anton Ferdinando Fajer Staien prima a Messina ed in Calabria e, a seguito del ritiro degli austriaci, a Trieste.
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Gullì è cognome calabrese e siciliano. Secondo Rohlfs 129 verrebbe dal cognome greco Gulìs. Nel 1635 un Minico Gullì fu sindaco di Catanzaro. Invece il cognome Gullo, anch'esso calabrese, verrebbe dalla voce dialettale 'gullu' = privo di corna.

GULLOTTA GULLOTTI GULLOTTO GULOTTA GULOTTI
Tutti siciliani, Gullotti è più tipico della provincia di Messina, mentre Gullotta è più specifico del catanese, Gullotto sembrerebbe caratteristico di Randazzo nel catanese, Gulotta invece è specifico della Sicilia occidentale, di Palermo e Corleone nel palermitano, di Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice e Sciacca nell'agrigentino e del trapanese, di Campobello di Mazara, Trapani, Erice e Mazara del Vallo, Gulotti, sempre siciliano, sembrerebbe unico, si possono formulare due ipotesi, la prima è che si tratti di forme ipocoristiche aferetiche del nome Ugo, la seconda invece è che derivino da soprannomi originati da forme derivate dal greco kòlos (tronco mozzato) da κολούω koluo (troncare, mozzare), la motivazione di questa seconda ipotesi potrebbe essere molteplice.
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Gulotta, Gullotta, Gullotti, è cognome siciliano derivato del cognome Gullo (cfr.)
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30209
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gui, Guio, De Guio, Guioto,Guida, Guidi,Guido, Guidone

Messaggioda Berto » mer ott 14, 2015 1:37 pm

Guido
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognomi-italiani/GUIDO
Puglia 410
Calabria 410
Piemonte 181
Liguria 135
Lombardia 104
Lazio 81
Campania 75
Sicilia 62
Veneto 40
Toscana 22
Emilia-Romagna 14
Abruzzo 12
Basilicata 11
Sardegna 9
Trentino A.A. 8
Marche 8
Umbria 6
Friuli V.G. 3
Valle d'Aosta 1

De Guio
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/DE_GUIO
Veneto 65
Valle d'Aosta 6
Lombardia 3
Piemonte 2
Sardegna 1
Lazio 1

Guidolin
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDOLIN
Veneto 518
Piemonte 48
Lombardia 43

Guidolini
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... /GUIDOLINI
Lombardia 8
Veneto 2
Trentino A.A. 1

Guiotto
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/GUIOTTO
Veneto 316
Lazio 5
Piemonte 30
Toscana 3
Lombardia 27
Liguria 2
Friuli V.G. 24
Trentino A.A. 2
Emilia-Romagna 7
Basilicata 1

http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDOTTO
Veneto 44
Sicilia 44
Lombardia 4

Guidotti
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDOTTI
Toscana 643
Emilia-Romagna 413
Lombardia 138

Guiati
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ani/GUIATI
Emilia-Romagna 43
Piemonte 8
Lombardia 5

http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... GUICCIARDI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ICCIARDINI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognomi-italiani/GUIDA
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/GUIDALI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/GUIDANO
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/GUIDARA
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... GUIDARELLI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... /GUIDARINI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... GUIDO_BONI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... UIDO_RIZZO
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... GUIDOBALDI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... /GUIDOBONI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... /GUIDOBONO
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDOLIN
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... /GUIDOLINI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... GUIDOLOTTI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognomi-italiani/GUIDI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... IDI_ANGELO
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... DI_COLOMBI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDELLI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/GUIDESE
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDETTI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDUCCI
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... i/GUIDUZZI
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30209
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Gui, Guio, De Guio, Guioto, Guida, Guidi, Guido, Guidone

Messaggioda Berto » gio mar 23, 2017 1:24 pm

Guido
https://it.wikipedia.org/wiki/Guido

Deriva dal nome germanico Wido o Wito, di tradizione longobarda e francone, che originariamente costituiva un ipocoristico di altri nomi, come Guidobaldo e Guidalberto, composti da *widu- ("legno", "bosco") oppure da *wida- ("ampio", "disteso", "lontano"), due elementi che è peraltro difficile districare nell'onomastica germanica. Alcune fonti propongono invece una connessione al franco witan ("mostrare la via", la stessa radice di "guidare"). Già anticamente, Wido si confuse con il latino Vitus (oggi Vito), tanto che in molte lingue i due nomi di fatto sono equivalenti.

Sostenuto dal culto di vari santi, in Italia il nome è diffuso in tutta la penisola nella forma base, ma gli alterati e i composti sono più frequenti in Toscana e, sporadicamente, nel Settentrione. La forma francese, Guy, venne portata in Inghilterra dai normanni[ ed era piuttosto comune prima che il rivoluzioniario Guy Fawkes tentasse di far saltare in aria il Parlamento inglese nel 1605; fu poi ripresa nel XIX secolo, in parte grazie ai personaggi che lo portavano nei romanzi Guy Mannering (di sir Walter Scott, 1815) e The Heir of Redclyffe (di Charlotte Mary Yonge, 1854).

In alcune aree degli Stati Uniti il nome Guido ha assunto una connotazione dispregiativa, variata nel corso del tempo ma legata ad una forma di pregiudizio contro gli italiani.



Varianti

Maschili: Guidone, Guittone
Alterati: Guidotto, Guidetto, Guidolino, Guidiccino
Ipocoristici: Dotto, Cino
Femminili: Guida, Guidona, Guia

Varianti in altre lingue

Catalano: Guido
Ceco: Vít
Croato: Vid
Francese: Guy
Frisone: Wide
Germanico: Wido, Widu, Wito, Witto, Wydo, Wyto, Guido, Guid
Inglese: Guy
Latino: Guidus, Guido
Lituano: Gvidas
Normanno: Guy, Guyon
Polacco: Wit
Slovacco: Vít
Sloveno: Vid
Femminili: Vida
Spagnolo: Guido, Guidón
Tedesco: Guido, Veit, Wido, Wito
Ungherese: Vid, Vida

https://de.wikipedia.org/wiki/Guido
https://en.wikipedia.org/wiki/Guido
https://en.wikipedia.org/wiki/Guy_%28given_name%29
Guy (/ɡaɪ/, French: [ɡi]) is an English given name, which is derived from the French form of the Germanic name Guido. "Guy" is also an Anglicization of the Hebrew name גיא, transliterated "Gai", which means "Ravine".
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30209
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm


Torna a Cognomi dei veneti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron