Modi de dir

Modi de dir

Messaggioda Berto » dom dic 01, 2013 7:54 am

Ente sto łivro se cata on stramaro de diti e proverbi mesi drento a łe parołe tratà;

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... Coltro.jpg

El limete e ła peca de Dino Coltro come de tanti altri maistri, profasori, scritori e poeti de ła jenerasion pasà (Menegheło, ...) lè coeło de ver tratà ła łengoa veneta come on diałeto, ma speçe de łengoa povolar o volgar de derivasion dal tałian e dal latin.

Drento ła nova jenerasion de studenti-studioxi pasionà de ła nostra beła łengoa e de ła nostra bona storia veneta se ga verta, par grasia çeleste, ła edea-convinsion ke ła lengoa veneta ła xe na łengoa ke ła ga raixe otonome e dal tałian e dal latin anca se ste do lengoe łe ła gà on mucio enfloensà.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37392
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Modi de dir

Messaggioda Berto » mer gen 22, 2014 11:38 am

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37392
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Modi de dir

Messaggioda Berto » sab gen 31, 2015 9:18 am

Skersa co i fanti ma làsa star i santi, justo!
Ma co i santi łi se fa fanti no łi xe pì santi
e prasiò łi va tratà da fanti.

Maometo lè on caxo de on santo kel se ga fato fante; anca S.Toni da Pava el jera on santo kel se ga fato fante ente ła persecousion e el stermegno dei catari.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37392
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Modi de dir : so la relijon (a Cioxa)

Messaggioda Sixara » mar feb 17, 2015 10:20 am

Oni bòn ladron à el so Santo in devosion

I òmeni sère na porta, el Signor vèrxe on porton

Da i copi in sù nisùn sa còsa ghe xe

A santi vèci no ghe s'inpìse candele

Dio perdona a chi l'ofende, ma nò a chi tiòle e no rènde

Crìe anca le mùneghe in convento

Chi àme el so Dio, àme i so santi

Se el Signore ne vuòle gnanca i Santi ne puòle

Soto-tèra semo tuti precixi
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm


Torna a Storia de la łengoa veneta e de łe so varianse

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron