Crimini contro l'umanità

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:36 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:36 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:36 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:37 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:37 am

11) il politicamente corretto in generale nelle sue varie articolazioni


Il Politicamente corretto (PC): il peggiore crimine contro l'umanità
Il Politicamente Corretto è l'ideologia del male e dell'inversione assurda elevate a bene e assunte come diritto, è l'ideologia dell'odio e del caos.
La menzogna, l'inganno, l'illusione del Politicamente corretto e le sue violazioni dei diritti umani

viewtopic.php?f=196&t=2947
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 6835049120
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:37 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:37 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 7:37 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 8:23 pm

12) la demonizzazione e la criminalizzazione attraverso la calunnia, la diffamazione e la menzogna delle persone, delle etnie, dei popoli, delle nazioni, degli stati, per sopraffarli, depredarli, impedire e negar loro il diritto alla difesa (alla legittima difesa personale e dei confini dello stato/paese), alla libertà, alla sovranità civile e politica (tra cui la negazione dell'accoglienza scriteriata e indiscriminata), per negare il libero esercizio e la realizzazione dell'umanità delle persone.



Menzogne e calunnie demenziali per demonizzare, criminalizzare e disumanizzare, per istigare alla paura, al disprezzo e all'odio etnico-ideologico-politico-religioso, al fine di depredare, schiavizzare e impedire il libero esercizio dei diritti umani, civili, economici e politici del prossimo.
viewtopic.php?f=196&t=2942
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 8357587395


Razzismo dei neri contro i bianchi
viewtopic.php?f=196&t=2913
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 7477876384



Perché si inginocchiano per esempio con il Black Lives Matter?
Niccolò Brighella 2020
Domenico Sesta
30 giugno 2021

https://www.facebook.com/domenico.sesta ... 3395578056

Vi siete chiesti perché i manifestanti del Black Lives Matter protestano inginocchiandosi? Questo potente gesto è un ponte che attraversa la storia americana, dall’Alabama degli anni ’60, passando per una partita di football del 2016, fino a noi.
La preghiera di Selma
Il 1 febbraio del 1965 Martin Luther King Jr. radunò il movimento per i diritti civili a Selma, Alabama, dopo che la polizia aveva arrestato 250 attivisti che sostenevano il diritto di voto per gli afroamericani. King si avvicinò a Ralph Abernathy, leader del movimento a Selma, e insieme si inginocchiarono sul marciapiede, in preghiera.
Il 7 marzo seguente Martin Luther King e altri 600 attivisti marciarono da Selma fino a Montgomery, la capitale dello stato, per ottenere il diritto di voto. Ma la polizia, armata di manganelli e lacrimogeni, li bloccò sul ponte del fiume Alabama e caricò il corteo pacifico. Il mondo chiamò quel giorno il Bloody Sunday statunitense.
Da Colin Kapernick al Black Lives Matter
Nel 2016, 51 anni dopo Selma, il quarterback dei San Francisco 49ers Colin Kaepernick decise di restare seduto durante l’inno nazionale, in segno di protesta. Alla terza partita, si alzò e raggiunse i suoi compagni per poi inginocchiarsi come avevano fatto un tempo Martin Luther King e Ralph Abernathy.
Kaepernick dichiarò di aver compiuto questo gesto (take a knee) in onore delle vittime afroamericane della polizia. Il suo gesto fece scalpore, fu imitato da molti altri atleti ma anche attaccato da tantissimi americani, come il Presidente degli USA Donald Trump. A fine anno Kapernick rescisse il contratto coi San Francisco 49ers e, nonostante fosse un ottimo giocatore, non riuscì più a lavorare. Nel 2017 denunciò la NFL per mobbing e nel 2019 la lega si accordò col giocatore per un risarcimento.
Ma l’eredità di Kaepernick ha travalicato la sua carriera sportiva. La riscoperta, forse inconsapevole, di quel gesto semplice e potentissimo di Martin Luther King, cambiò il mondo. Oggi, mezzo secolo dopo Selma e quattro anni dopo Kaepernick, il take a knee è divenuto simbolo del Black Lives Matter, spesso accompagnato da un’altra memoria storica resa celebre da due sportivi: il pugno alzato delle Pantere Nere, alzato da Tommie Smith e John Carlos alle Olimpiadi di Messico 1968.
«Noi non ricorderemo le parole dei nostri nemici ma il silenzio dei nostri amici»
MARTIN LUTHER KING JR


Franco Gentili
Capisco i Black Lives Matter.....ma é chiaro che chi si devono inginocchiare sono coloro o i discendenti di coloro che hanno creato nazioni sullo schiavismo, le loro ricchezze sullo sfruttamento spietato delle colonie , specie africane. Lasciando un continente intero nella miseria e ignoranza quasi totale. Francamente non mi includo fra questi esseri e penso che anche l´Italia non debba inginocchiarsi difronte a nessuno.

Domenico Sesta
Franco Gentili in generale posso condividere il senso, ma guarda che il colonialismo italiano è stato, al pari di quello delle altre nazioni europee , atroce e distruttivo. Personalmente sono d'accordo con te, ma penso che non si inginocchiano i "colpevoli", ma coloro che vogliono dimostrare solidarietà alle vittime.

Franco Gentili
Domenico Sesta Colonialismo italiano ? Non penso che ci sia paragone, Belgio,Francia, Inghilterra, Olanda,Spagna, Portogallo e Germania si sono arricchiti sfruttando l ' Alfrica. L' Italia ha tentato di usare quelle terre per mandare emigranti italiani, ma è vero ci sono stati episodi di estrema violenza anche da parte degli italiani. Ma non sfruttamento. La solidarietà penso che si debba fare con il comportamento non con la genuflessione
Accogliere 600.000 africani mi sembra una ottima dimostrazione di un comportamento. Il discorso è troppo lungo e complesso per risolversi in poche righe. Comunque la mia coscienza è a posto.

Alberto Pento
Il colonialisno europeo in Africa non ha affatto lasciato miseria e ignoranza.
Poi il peggior colonialismo in Africa era ed è quello arabo e islamico, questo sì ha schiavizzato, depredato, immiserito e reso ignorante buona parte dell'Africa dove ancora domina.
Se l'Africa ha qualche speranza è solo grazie alla industriosità, alla tecnologia e alla scienza dell'occidente.
Si pensi solo al petrolio e al metano che danno a paesi come la Libia, l'Algeria e la Nigeria un sacco di ricchezze per il loro sviluppo, grazie al consumo dei paesi della fascia climatica temperata euroamericani che hanno sviluppato la tecnologia di estrazione e di lavorazione di queste materie del sottosuolo che gli africani non erano e non sarebbero in grado di utilizzare o sfruttare per loro conto.
Così per molti altri elementi minerali e nell'agricoltura.
La schiavitù in Africa era praticata innanzi tutto dagli africani e poi dagli islamici arabi e africani che razziavano gli africani all'interno dell'Africa e poi li portavano anche nei porti dell'Africa occidentale ai mercanti di schiavi che commerciavano con le Americhe.
Anche oggi la schiavitù in Africa è praticata dagli africani e dai nazi maomettani.

Alberto Pento
Io non mi inginocchio di fronte al male e alla manipolazione del bene
viewtopic.php?f=196&t=2918
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 2853240946
George Floyd era un delinquente abituale morto per sua colpa: per essersi strafatto di fentanyl (droga mortale) e per essersi opposto al giusto arresto da parte del poliziotto Derek Chauvin a cui va tutto il mio sostegno e la mia simpatia.

Il senso di colpa
viewtopic.php?f=196&t=2914

Il senso di colpa lo provo solo quando sento di aver fatto del male, quando sento di aver violato le buone leggi universali della vita causando del male che mi si ritorce contro o che potrebbe ritorcermisi contro.
Se non ho coscienza di aver fatto del male non provo alcun senso di colpa.
E non vi è alcuna colpa nell'essere bianchi, occidentali, cristiani, atei, aidoli, laici, sani, forti, belli e ricchi, non vi è alcun male nello stare bene e lo stare bene non si fonda sul male degli altri, come la ricchezza non si fonda sulla povertà altrui e la forza non si fonda sulla debolezza altrui.
Il proprio star bene, la propria forza e la propria ricchezza benefica anche gli altri d'intorno.

Menzogne e calunnie demenziali per demonizzare, criminalizzare e disumanizzare, per istigare alla paura, al disprezzo e all'odio etnico-ideologico-politico-religioso, al fine di depredare, schiavizzare e impedire il libero esercizio dei diritti umani, civili, economici e politici del prossimo.
viewtopic.php?f=196&t=2942
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 8357587395

Crimini contro l'umanità ossia violazioni gravi dei diritti umani, civili e politici degli esseri umani cittadini dei vari paesi del mondo
viewtopic.php?f=205&t=2957
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 5524575934

Le demenziali menzogne sull'Africa del vittimismo africano
viewtopic.php?f=175&t=2953
https://www.facebook.com/Pilpotis/posts/877868459456592
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Crimini contro l'umanità

Messaggioda Berto » mer giu 23, 2021 8:23 pm

Demenziali calunnie contro la chiesa cristiana.

Canada, orrore senza fine: rinvenuti i corpi di altri 182 bimbi
Canada. Proseguono le scoperte di nuove tombe e fosse comuni vicino alle scuole residenziali religiose. L'ultimo ritrovamento è del 30 giugno: le vittime avrebbero tra i 7 e i 15 anni. L'elenco delle fosse comuni finora individuate
Marco Cinque
1.7.2021

https://ilmanifesto.it/canada-orrore-se ... bi-nativi/

Sembra che il Canada sia ormai diventato un immenso sudario, dove sono stati occultati i corpi violati di decine di migliaia di bambini indigeni. Una moderna democrazia cresciuta sull’abominio di quelle scuole residenziali religiose che, tra il 1863 e il 1998, hanno disseminato il Paese di fosse comuni e tombe anonime.

Dopo le recenti scoperte della fossa comune di Kamloops, con i corpi di 215 bambini indigeni e delle 751 tombe senza nome di Marieval, il 30 giugno sono riemerse altre 182 tombe anonime nei pressi della St Eugene’s Mission, vicino alla città di Cranbrook, nella Columbia Britannica. La maggior parte dei corpi rinvenuti apparterrebbero a minori tra i 7 e i 15 anni.

L’abominio delle leggi razziali – alcune ancora in vigore – ha avuto la funzione di permettere l’internamento coatto di più di 150mila bambini indigeni strappati alle loro famiglie. Nelle Residential School religiose sono stati commessi i crimini più atroci, su cui ci hanno speculato e tratto profitti ad ogni livello.

Come non bastasse l’assimilazione forzata, i bambini indigeni rappresentavano anche un’altra opportunità da sfruttare, quella di essere venduti a istituti medici di ricerca, sia civili che militari, come cavie da laboratorio su cui poter condurre impunemente gli esperimenti più disumani.

Una ricerca del dottor Ian Mosby ha rivelato esperimenti governativi condotti su circa 1.000 bambini aborigeni in sei diverse scuole residenziali. Gli esperimenti sui piccoli indigeni servivano a testare gli effetti della malnutrizione, quindi i bambini coinvolti venivano sottoposti a deprivazioni alimentari che duravano per anni.

Ormai ogni terreno, ogni lago, ogni frutteto, ogni edificio abbandonato del Canada può essere un luogo di occultamento, dove giacciono le spoglie di decine di migliaia di bambini nativi. Ci sono tuttavia dei siti che sono stati già individuati e che, nei prossimi giorni, potrebbero portare alla luce molte altre vergogne come quelle già emerse.

Elenco dei siti di sepoltura già conosciuti:

BRITISH COLUMBIA.

1. Port Alberni: Scuola della Chiesa Presbiteriana-Unita (1895-1973), ora occupata dall’ufficio del Nuu-Chah-Nulth Tribal Council (NTC), Kitskuksis Road. Il sito della tomba è a 100 metri a ovest dell’edificio NTC, in una fitta vegetazione, oltre un condotto dell’acqua inutilizzato. I bambini sono sepolti anche nel cimitero della riserva di Tseshaht e in un canale boscoso a est del cimitero cattolico su River Road.
2. Alert Bay: Scuola anglicana di St. Michael (1878-1975), situata sull’isola di Cormorant al largo di Port McNeill. Attualmente l’edificio è utilizzato da Namgis First Nation. Il sito è un campo incolto molto grande vicino al vecchio edificio e sotto le fondamenta di quello nuovo costruito negli anni ’60. Scheletri sono stati visti ′′tra le pareti”.
3. Kuper Island: Scuola cattolica (1890-1975), al largo di Chemainus, la terra occupata dalla Penelakut Band. L’ex edificio è distrutto a eccezione di una scala. Ci sono due siti tombali: uno in un campo vicino all’ex edificio, un altro sulla costa occidentale in una laguna vicino al molo principale.
4. Ospedale Indiano di Nanaimo: struttura sperimentale per gli Affari Indiani e la Chiesa Unita (1942-1970), sul Territorio del Dipartimento della Difesa Nazionale. Le tombe sono immediatamente ad est degli edifici ora distrutti, sulla Fifth Avenue, a sud del Malaspina College.
5. Mission: Scuola cattolica di St. Mary (1861-1984), a nord della Lougheed Highway e del Fraser River Heritage Park. Gli edifici scolastici originari sono distrutti ma sono ancora visibili molte fondamenta sul terreno del parco. Ci sono siti di tombe immediatamente vicino al dormitorio delle ragazze e al cimitero dei preti; c’è una fossa comune più grande in un tumulo a nord del cimitero tra il fogliame incolto e i cespugli di rovi, e altre ad est del vecchio cortile dell’istituto, sulle pendici della collina nei pressi del campo che porta al nuovo edificio scolastico, a 150 metri dell’edificio stesso.
6. North Vancouver: Scuole cattoliche di Squamish (1898-1959) e Sechelt (1912-1975). Gli edifici sono distrutti e le tombe dei bambini che vi morirono sono nel cimitero della Squamish Band a Noth Vancouver.
7. Sardis: Scuola Coqualeetza Methodist-United Church (1889-1940), che divenne un ospedale sperimentale del governo federale (1940-1969). Le sepolture sono accanto alla riserva di Stò e alla Little Mountain School, probabilmente vicino all’edificio dell’ex scuola-ospedale.
8. Cranbrook: Scuola cattolica di St. Eugene (1898-1970), che ora è un resort per turisti finanziato dal governo federale. La fossa comune è stata coperta da un campo da golf di fronte all’edificio e numerose altre tombe sono sotto il campo e attorno a esso.
9. Williams Lake: Scuola cattolica (1890-1981), cinque miglia a sud della città, gli edifici sono stati distrutti ma le fondamenta sono ancora intatte. I siti tombali sono vicino ai terreni della vecchia scuola, a nord del cortile e sotto le fondamenta della struttura a tunnel.
10. Isola di Meares (Tofino): Scuola cattolica Kakawis-Christie (1898-1974). Gli edifici sono stati incorporati nel Kakawis Healing Centre, c’è un deposito di salme al piano interrato, attiguo alle sepolture a sud della scuola.
11. Kamloops: Scuola cattolica (1890-1978). Gli edifici sono intatti, c’è una fossa comune a sud, vicino e in mezzo al frutteto. Numerose altre sepolture sono state indicate da testimoni.
12. Lytton: Scuola anglicana di St. George (1901-1979). Tomba di bambini frustati a morte, altri corpi segnalati sotto le assi del pavimento e altri riportati sotto terra accanto al parco giochi.
13. Lago Fraser: Scuola cattolica Lejac (1910-1976). Edifici distrutti, le tombe sono sotto le vecchie fondamenta e tra le mura.

ALBERTA

1. Edmonton: United Church School (1919-1960), attuale sede del Poundmaker Lodge a St.Albert. Le tombe dei bambini sono a sud dell’ex sito della scuola, sotto la fitta siepe che corre da nord a sud, adiacente al monumento commemorativo.
2. Edmonton: ospedale Charles Camsell (1945-1967). L’edificio è intatto ed è un ospedale sperimentale gestito da Indian Affairs e United Church. Le fosse comuni sono segnalate a sud vicino al giardino del personale.
3. Saddle Lake: Scuola cattolica Bluequills (1898-1970). Edificio intatto, scheletri e teschi sono stati rinvenuti nella fornace della cantina. Una fossa comune è segnalata vicino alla scuola.
4. Hobbema: Scuola cattolica di Ermineskin (1916-1973). Cinque scheletri sono stati trovati nella fornace del seminterrato e ci sono tombe sotto le fondamenta dell’edificio precedente.

MANITOBA

1. Brandon: Scuola della Chiesa Methodist-United (1895-1972). L’edificio è intatto e le sepolture sono a ovest, vicino alla scuola.
2. Portage La Prairie: Scuola della Chiesa Presbiteriana-Unita (1895-1950). I bambini sono sepolti nel cimitero di Hillside.
3. Norway House: Scuola della Chiesa Methodist-United (1900-1974). C’è una tomba molto vecchia accanto al cantiere dell’ex edificio scolastico demolito nel 2004.

ONTARIO

1. Thunder Bay: Ospedale psichiatrico Lakehead, ancora in uso. Centro sperimentale. Corpi di donne e bambini segnalati e sepolti vicino all’ospedale.
2. Sioux Lookout: Scuola cattolica del Pelican Lake (1911-1973). Sepolture di bambini in un tumulo vicino alla scuola.
3. Kenora: Scuola Cecilia Jeffrey, Chiesa Unita Presbiteriana (1900-1966). C’è un grande tumulo a est dell’edificio dell’ex scuola.
4. Fort Albany: St. Anne’s Catholic Residential School (1936-1964). I bambini, uccisi su una sedia elettrica, sono sepolti accanto alla scuola.
5. Brantford: Istituto Mohawk della Chiesa Anglicana (1850-1969). L’edificio è intatto, una serie di tombe è nel frutteto dietro l’istituto, sotto i filari degli alberi.
6. Sault Ste. Marie: Scuola Anglicana Shingwauk (1873-1969). Ci sono ancora alcuni edifici, diverse tombe sono state ritrovate nei campi della vecchia scuola.

QUEBEC

1. Montreal: Allan Memorial Institute, McGill University, ancora in funzione dall’apertura nel 1940. È il centro sperimentale MKULTRA o MK-ULTRA, nome in codice dato a un programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani studiato e messo in atto dalla Central Intelligence Agency durante gli anni Cinquanta e Sessanta del XX secolo. C’è una fossa comune con bambini uccisi a nord dell’edificio. Altre sulle pendici meridionali del Monte Royal, dietro un muro di pietra.



Non fosse comuni ma normali cimiteri.
Non sterminio di nativi ma morti per lo più naturali.

L’anticlericalismo piu violento si è dato alla pazza gioia (e alla pazza rabbia) dopo le notizie sulle persone seppellite nei pressi di alcune chiese in Canada.
Strage, genocidio culturale, crimini contro l’umanità si legge.
Ma basta un minimo di lucidità e capacità di informarsi per capire che dietro ai titoloni si nascondono fatti del tutto innocenti o, al limite, errori ingigantiti all’inverosimile.

Casa sappiamo fino ad ora?
Che delle persone povere venivano accolte negli istituti di carità per essere educate e per offrirgli un futuro migliore.
Che queste persone sono morte come avviene da milioni di anni a tutti gli esseri viventi e qui siano state seppellite, pare con regolare censimento e addirittura con delle lapidi sulle loro tombe.
Queste persone erano in maggioranza giovani ma non solo, native delle Americhe ma non solo.
Cosa mi sfugge?


Menzogne e calunnie demenziali per demonizzare, criminalizzare e disumanizzare, per istigare alla paura, al disprezzo e all'odio etnico-ideologico-politico-religioso, al fine di depredare, schiavizzare e impedire il libero esercizio dei diritti umani, civili, economici e politici del prossimo.
viewtopic.php?f=196&t=2942
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 8357587395



Capitolo 17
I crimini dei cattolici, il caso dei bambini nativi morti e altre calunnie

Un nuovo studio nega l'uccisione di bambini nelle scuole residenziali cattoliche in Canada

2 febbraio 2022

https://it.aleteia.org/2022/02/02/nuovo ... in-canada/

Lo storico Jacques Rouillard mette in discussione l'ubicazione dei presunti “resti mortali”, e indica gravi incongruenze nei rapporti che hanno scioccato il mondo nel 2021

Circa 7 mesi dopo uno scandalo di proporzioni planetarie su “centinaia di bambini indigeni” sepolti in modo anonimo “nelle scuole cattoliche del Canada”, una svolta mette alla berlina gran parte delle narrative del 2021.

Lo storico Jacques Rouillard, professore emerito della Facoltà di Storia dell’Università di Montreal (Canada), ha pubblicato sul portale canadeseDorchesterReview.ca l’11 gennaio un testo in cui afferma che “nessun corpo” di bambino è stato trovato nelle presunte fosse comuni, in sepolture clandestine o in qualsiasi altra forma di sepoltura irregolare nella Scuola Residenziale Indigena Kamloops del Canada, e men che meno sono stati trovati indizi del fatto che dei bambini siano stati assassinati.

In base ai documenti presentati da Rouillard, 51 bambini sono morti in quell’internato tra il 1915 e il 1964. Nel caso di 35 di loro sono stati trovati documenti che provano la causa della morte, soprattutto malattie e in alcuni casi incidenti. Nessuno dei 51 bambini è stato assassinato.

Le voci del 2021

Nel corso del 2021, tuttavia, ha avuto ampie ripercussioni sui grandi media canadesi, e da lì su quelli mondiali, la presunta scoperta di sepolture senza identificazione in scuole residenziali indigene del Paese. Diffuse immediatamente sulle reti sociali, queste affermazioni si sono trasformate in narrative diverse, alcune delle quali affermavano che “centinaia di bambini” erano “state uccisi” e “sepolti segretamente” in “fosse comuni” o in tumuli irregolari nei terreni di “scuole cattoliche” di “tutto il Canada”.

Varie delle scuole residenziali indigene in questione, pur appartenendo al Governo canadese, erano affidate per la gestione a congregazioni religiose, molte delle quali cattoliche. Per questo, la Chiesa è stata rapidamente accusata di “connivenza o omissione” di fronte ad “abusi e atti di violenza, fisica e psicologica”, inflitti ai bambini nativi in quelle istituzioni, fondate dal Governo per “integrare i bambini nativi” nella società canadese.

Il modello governativo di presunta integrazione, però, è stato accusato di costringere i bambini a distanziarsi bruscamente da cultura, tradizioni e lingue del proprio popolo. Visto che non è stato possibile sostenere che “centinaia di bambini” siano “state uccisi” in “scuole cattoliche”, i media sono passati a enfatizzare l’indignazione sociale provocata non dalle morti in sé, ma da modo in cui i bambini erano stati separati dalla famiglia sia in vita che al momento della sepoltura.

Perfino la Cina, il cui Governo comunista perpetra esplicitamente abusi sistematici e comprovati nei confronti dei diritti umani dei propri cittadini, ha chiesto al Tribunale dei Diritti Umani dell’ONU, nel giugno 2021, un’indagine sulle “violazioni dei diritti umani della popolazione indigena del Canada”. Amnesty International, organizzazione che difende apertamente l’assassinio di bambini in gestazione attraverso l’aborto libero, ha chiesto che i responsabili dei “resti mortali” ritrovati a Kamloops venissero processati.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37385
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Diritti e doveri umani naturali e universali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite