Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:50 am

7) La Serenissima finì per colpa del complotto illuminista-ateo-democratico-giacobino-giudaico-massonico che riuscì a corrompere e a traviare parte dei veneti e dell'aristocrazia veneziana


No non si trattò di alcun complotto:

Scipione Maffei e la fine della Repubblica Serenissima
viewtopic.php?f=160&t=2279

La Repubblica Serenissima terminò il 12 maggio del 1797
viewtopic.php?f=160&t=807

Ƚe colpe, ƚe responsabeƚetà e ‘l tradimento dei venesiani
viewtopic.php?f=167&t=1277
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:51 am

8) Napoleone fu un criminale, un ladro e un traditore che violò i patti con la Serenissima che invece essa lealmente rispettò sempre
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:51 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:51 am

9) Venezia combattè Napoleone e i Veneti si ribellarono ai francesi ma furono sopraffatti dalla cattiveria e dalla violenza delle orde napoleoniche francesi e dall'odio internazionale
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:52 am

10) Venezia e i veneti furono vittime innocenti, non ebbero alcuna responsabilità nelle vicende storiche che portarono alla fine della Serenissima

Oggi è il 12 maggio e ricorre il cosidetto "tremendo zorno" del 1797 in cui a Venezia il Maggior Consiglio abdicò in favore della Municipalità Provvisoria voluta da Napoleone
Questo fu solo l'epilogo di un lungo percorso durato decenni se non secoli che vide la fine inesorabile della Repubblica Veneziana e della sua aristocrazia che non seppe rinnovarsi/cambiare e rinnovare lo stato veneto adeguandosi alle necessità della modernità democratica e delle relative istanze che fervevano da lungo tempo anche nelle terre venete.
https://www.youtube.com/watch?v=JbXg6VBi99c
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:52 am

11) I valori democratici sono disvalori umani, civili e sipirituali a cui vanno preferiti i valori religiosi cristiani e l'aristocrazia veneziana con le sue istituzioni aristocratiche e non democratiche e chiuse a tutti i veneti non veneziani


Veneti venezianisti marciani idolatri e teocratici, che disprezzano la democrazia e che non conoscono la storia e che la reinterpretano a loro gradimento e la ricostruiscono con fantasia.
viewtopic.php?f=183&t=2786


Veneti ke łi sogna na nova Repiovega Arestogratega
viewtopic.php?f=167&t=885
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:52 am

12) I veneti erano i migliori e più degni cristiani d'Italia e d'Europa perché seguaci di San Marco l'evangelista

La fede en Cristo Dio e San Marco no te porta l'endependensa
viewtopic.php?f=167&t=1901
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:53 am

13) I veneti cristiani sono gli uomini migliori che possano esistere sotto ogni punto di vista mentre i veneti non cristiani o non sono buoni uomini o sono uomini a metà

La fede en Cristo Dio e San Marco no te porta l'endependensa
viewtopic.php?f=167&t=1901

Perché non sono cristiano
viewtopic.php?f=199&t=2689

Primo perché per essere uomo e un buon uomo non occorre essere cristiano;
secondo perché mi è ripugnante aderire a una religione idolatra che ha come fulcro la divinizzazione di un uomo, l'ebreo Cristo; ciò non è ragionevole, sensato e spiritualmente naturale e universale.

Io non credo che l'ebreo Cristo sia il messia, il salvatore/redentore, il figlio di Dio e l'incarnazione di Dio, la via-la verità e la vita; io credo soltanto che fosse un uomo e un ebreo con le sue esaltazioni-fissazioni religiose, vissuto e morto da ebreo ucciso dai romani invasori di Israele e dell'area mediorientale.

Io non sono cristiano, ma difendo i cristiani delMondo come mia madre e mio padre e tutti i diversamente religiosi, tra cui gli ebrei e gli atei che nel mondo sono perseguitati dal nazismo islamico altrimenti detto Islam.
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 7330939848


No, mi so' veneto vixentin, no' son venesian e gnanca marçesco
viewtopic.php?f=167&t=1786

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... %C3%A0.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:53 am

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Tutte le principali credenze dei venetisti venezianisti

Messaggioda Berto » lun mag 13, 2019 6:53 am

14) Il plebiscito del 1866 fu una truffa e i veneti andarono a votare e votarono Sì perché occupati militarmente, intimiditi e minacciati dagli italiani


Nel 1848, quindi 16 anni prima del Plebiscito del 1866, accadde quanto segue:
https://www.facebook.com/groups/2376236 ... SEARCH_BOX

Ai poveri storici venetisti-venezianisti che sostengono la falsità che il Plebiscito del 1866 fu una truffa ricordo che nel 1848 durante la ribellione contro l'Austria Danile Manin che sperava in una confederazione italiana, sventolava il Tricolore italiano con il Leone di San Marco incorporato;
ma questo è nulla al confronto di quanto accadde nelle province venete di Padova, di Rovigo, di Vicenza e di Treviso dove i veneti con diritto di voto e cittadini di questi comuni e province furono chiamati a votare assieme alla Lombardia per l'annessione al Regno d'Italia che si andava costruendo, e in massa votarono Sì
quindi nessuna meraviglia se 18 anni dopo nel 1866 i Veneti votarono in massa per l'annessione allo Stato Italiano


Governo provvisorio centrale di Lombardia, 1848 aprile 8
Codex, Pavia (IT) - http://www.codexcoop.it

http://www.lombardiabeniculturali.it/is ... de/8000227

Questa, dichiarando la Lombardia – così come le province di Rovigo, Treviso, Vicenza e Padova – parte integrante dello Stato prevedeva inoltre che sarebbero rimaste in vigore le leggi e i regolamenti vigenti in Lombardia, la libertà di stampa, di associazione e la guardia nazionale; che il potere esecutivo sarebbe stato esercitato dal Re per mezzo di un ministero responsabile verso la nazione rappresentata dal Parlamento; che il governo del re non avrebbe potuto concludere trattati politici o di commercio senza essersi preventivamente concertato con una consulta straordinaria, trasformazione nominale del governo di Lombardia, e infine che si sarebbe promulgata una legge elettorale per la costituente e che questa sarebbe stata convocata entro un mese dall’accettazione della fusione. Il 28 giugno la Camera subalpina votò solo il primo articolo del progetto di legge e lo approvò con 127 voti favorevoli e 7 contrari.
Questo recitava: “L’immediata unione della Lombardia e delle province di Padova, Vicenza, Treviso e Rovigo, quale fu votata da quelle popolazioni, è accettata. La Lombardia e dette province formano con gli Stati Sardi e con gli altri già uniti un sol regno. Col mezzo del suffragio universale sarà convocata una comune Assemblea Costituente, la quale discuta e stabilisca le basi e la forma di una nuova Monarchia costituzionale colla Dinastia di Savoia, secondo l’ordine di successione stabilito dalla legge salica, in conformità dal voto emesso dai veneti e dal popolo lombardo sulla legge 12 maggio 1848 del governo provvisorio di Lombardia. La formula del voto sovra espresso contiene l’unico mandato della Costituente e determina i limiti del suo potere”.


http://www.consiglioveneto.it/crvportal ... erweb2.pdf

Non si capisce proprio perché i veneti di allora avrebbero dovuto odiare e avversare lo stato italiano che prometteva loro molto e che ancora non avevano sperimentato e sopratutto che ancora non aveva fatto loro alcun male.
Fu solo dopo molto tempo, dopo l'annessione, dopo la miseria, l'emigrazione, dopo la prima guerra mondiale, ecc. ecc. che i veneti incominciarono a chiedersi se allora avessero fatto un affare a farsi annettere allo stato italiano;
ma nel 1866 non avevano alternative ed erano pieni di illusioni e di speranze.
È del tutto sbagliato attribuire ai veneti di allora la coscienza e l'esperienza dei veneti di oggi ed è ancora più sbagliato falsificare la storia stupidamente o scientemente per ingannare.
La menzogna stupida o ingannevole non crea buona coscienza, non convince e non aggrega.

Il racconto vittimista fatto dai venetisti-venezianisti della storia veneta a partire dalla fine della Repubblica veneziana all'annessione allo Stato italiano dei territori italici della Serenissima è un racconto che non fa certo onore ai veneti;
è un racconto che tratta i veneti come una massa di


I veneti che sostengono che il Plebiscito del 1866, per l'annessione allo Stato Italiano, fu una truffa
(o per essere più precisi un'estorsione tramite intimidazione e minacce) sono
o ignoranti e povere vittime di certa propaganda venetista-venezianista
o degli storici fanfaroni e bugiardi che offendono e danneggiano i veneti; studiosi, letterati e intellettuali veneti privi della consapevolezza che sostenendo questa tesi con argomentazioni che fanno acqua da ogni parte e che sono in contrasto con tutto l'andamento storico, non fanno altro che dire ai veneti che sono dei menteccatti o deficenti o dei miserabili vigliacchi, degli incapaci imbelli, degli inetti, gente senza dignità, senza coraggio, senza palle, che non meritano alcuna considerazione


Annessione del Veneto all'Italia - il plebiscito truffa o farsa o illusione?
viewtopic.php?f=139&t=518

1848 en Ouropa, ara tałega, ara veneta
viewtopic.php?f=148&t=2344

1848, 1866, 2017
viewtopic.php?f=181&t=2684
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 33964
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Falsità, manipolazioni e imprecisioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite