Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Messaggioda Berto » sab giu 14, 2014 4:58 pm

Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...
viewtopic.php?f=172&t=896



Espariensa mestega de l’aotoctonia - Heimat
viewtopic.php?f=103&t=321


Kaimas, dorf, village, vila, borgo, contrà, selo, sat, landsby, küla, vesnice, dedina, ...
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... VDZVU/edit

Immagine


Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... -house.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ...

Messaggioda Berto » dom giu 22, 2014 9:47 am

Mego dona.s.to a.i./nate.i. re.i.tiia.i. pora.i. / e.getora. r.i.mo.i. ke lo/.u.derobos
viewtopic.php?f=164&t=900
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... RwUkU/edit

Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Messaggioda Berto » dom gen 18, 2015 2:04 pm

Cfr. co:


Umma
http://it.wikipedia.org/wiki/Umma
Umma (in arabo: أمّة [umma], "comunità", "nazione", "etnia") è un termine arabo - derivante dalla radice <'-m-m> da cui origina anche il vocabolo أمّ [umm], "madre" - che ha acquistato con l'Islam il significato precipuo di "Comunità di fedeli", nel senso di "comunità di musulmani", senza alcun significato etnico-linguistico-culturale.

Con questo nome si indicò fin dall'inizio la prima organizzazione politica dei fedeli musulmani che a Medina (all'epoca Yathrib) vide nel 622 d. C. la luce grazie all'azione del profeta islamico Muhammad. La nozione di umma, tuttavia, non sempre impedì divisioni anche gravi, prodotte da dibattiti teologici da rivalità etniche e politiche. La prima rottura della Umma si ebbe nel VII secolo coi kharigiti, quindi con l'affermazione nell'VIII secolo dell'Emirato omayyade (poi Califfato) di al-Andalus e infine, nel 910, quando il fatimide Ubayd Allah al-Mahdi si proclamò guida universale (Imam) contro il califfato abbaside di Baghdad. La conseguenza fu l'opposizione di due logiche di successione: da un lato, presso i Fatimidi, l'Imam-Califfo doveva essere discendente di ʿAlī e di Fātima; dall'altro, vi erano coloro che accettavano come Califfo qualsiasi musulmano, anche se era preferibile che appartenesse alla tribù meccana dei Banu Quraysh.

Questa divisione ricorda esattamente la rottura più antica tra i sostenitori di Ali b. Abi Talib e il resto dei musulmani, che si verificò al momento di designare il quarto califfo: da un lato, appunto, ʿAlī, cugino e genero del profeta Maometto, appartenente come lui al clan dei Banū Hāshim; dall'altro Mu'awiya b. Abi Sufyan, appartenente al clan rivale dei Banū Umayya, dal quale prenderà origine la dinastia califfale Omayyade. Durante questa disputa i kharigiti rifiutarono il carattere dinastico del titolo di califfo, dovendo costui essere scelto a loro parere come il migliore tra i musulmani.

Il califfato è rimasto in vita, in mano ai Sultani ottomani, fino al 1924, anno in cui Mustafa Kemal Atatürk lo dissolse. Questo califfato turco era male tollerato da una parte del mondo arabo, ma riusciva a mantenere un'unità non meramente di facciata nel mondo musulmano.


Umma
http://www.treccani.it/enciclopedia/umma
Nel Corano, la comunità dei credenti.
Il termine, usato anche in epoca preislamica, con vari significati, da quello religioso a quello politico-ideologico, indicò la prima comunità islamica costituitasi ai tempi del Profeta a Medina, da cui il senso più generale di comunità islamica universale (ummat al-islāmiyya), che comprende cioè tutti i paesi in cui vige la legge islamica. Con la nascita degli Stati-nazione anche nell’area mediorientale, alcuni movimenti politici hanno utilizzato il termine u. per tradurre il concetto di nazione, da cui ummat al-‛arabiyya, «comunità araba», nel senso di nazione araba.



http://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Umma#Etimo
http://en.wikipedia.org/wiki/Talk:Ummah#Etimo

Non è possibile evitare di considerare l'associazione con queste voci:

inglese home (casa), A.a.tedesco heim (patria, casa), gotico haims (villaggio), lituano kaimas (villaggio) e seimà (famiglia), venetico 'a'imoi (?), greco kome e a.greco keimai (villaggio), accadico kummu (cella, stanza privata del tempio e del palazzo), accadico kimatu (famiglia, comunità), accadico kamu (unito, legato, congiunto), accadico hammatu (comunità, totalità), accadico hamamu (to gather), accadico hummumu (to collect), latino amma (mamma, madre), antico sloveno amma (nonna), latino amita -ae (sorella del padre), sumero ama (mamma), ebraico em e accadico ummu (mamma, madre), ecc. . Cfr. con la città di '''Umma''' http://it.wikipedia.org/wiki/Umma_%28citt%C3%A0%29. Alberto Pento --79.38.249.59 (msg) 12:30, 18 gen 2015 (CET)

Umma
http://it.wikipedia.org/wiki/Umma_%28citt%C3%A0%29

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ma2350.png

Umma (presso l'attuale Umm al-Aqarib, provincia di Dhi Qar in Iraq) è stata un'antica città sumerica. Sui nomi sumerici e accadici di questo sito gli studiosi non sono concordi. Solo recentemente Umma è stata identificata con il sito di Tell Jokha, meno di 7 km a nordest della localizzazione attribuitale in un primo tempo.

Immagine
Mappa di proprietà fondiarie della città di Umma, per ogni parcella viene indicata la superficie. Parigi, museo del Louvre
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Messaggioda Berto » dom set 18, 2016 8:39 pm

Aimo

https://www.ganino.com/cognomi_italiani_a

AIMAR AIMARO AYMAR
Aimar è specifico del cuneese, di Cuneo, Dronero, Barge, Busca, Caraglio, Savigliano, Saluzzo e Fossano, Aymar, estremamente raro, è piemontese, Aimaro è specifico del vercellese, di Moncrivello e Cigliano, dovrebbero derivare da una forma contratta del nome medioevale germanico Ademarus, composto dalle radici adal (nobile) e mar (celebre).

AIMI AIMO AIMONE AIMONI AJMO AJMONE
Aimi è specifico dell'area parmense di Parma e Fidenza in particolare, Aimo è specifico del cuneese, di Mondovì in particolare, Aimone è più tipicamente torinese, Aimoni, molto molto raro, parrebbe lombardo, ma quasi sicuramente a seguito di trasferimenti dal Piemonte, Ajmo e Ajmone, assolutamente rarissimi, sono probabilmente residui di grafie antiche degli stessi cognomi, derivano tutti dal nome germanico Aimo, Aimone di cui abbiamo un esempio in epoca longobarda in questa Charta Convenientiae dell'anno 768: "In nomine Domini. regnantes dominis nostris Desiderius et Adelchis filio eius ueris excelentissimis et a Deo conserbatis magnis regibus, anno regnis eorum in Dei nomine undecimo et nono, mense ianoario, per indictione sexta; feliciter. Placuet igitur adque bona bolontate conuenit inter Aimone, habitatore castello Ueterbo, nec non et Gumpertu presbiterum...", con questo nome ricordiamo Aimone di Savoia (15 dicembre 1291 - 22 giugno 1343), tracce di queste cognominizzazioni le troviamo nel bresciano fin dal 1100, con Ardiccio degli Aimoni, nato a Vobarno (BS) in guerra con il Vescovo di Brescia Arimanno.

ALAIMO
Tipico siciliano, deriva dal nome medioevale Alaimo, ma in alcuni casi può derivare dal nome della località Alaimo di Lentini, inizio di questa cognominizzazione la troviamo nel 1200 con il Conte Alaimo di Lentini Maestro Giustiziere del Regno, Strategoto (governatore) di Messina, custode della famiglia Reale durante l'assenza del Re angioino.
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Alaimo è un cognome siciliano diffuso anche nel resto dell'Italia. Viene dal personale germanico Heimo, Haimo che è probabilmente ipocoristico di nomi inizianti in heim, come Heimeran o Heimeric, e ha prodotto il latino Aimo, Aimonis. La base è il vocabolo germanico heim = casa, patria.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Messaggioda Berto » mar apr 25, 2017 11:33 am

Caxa, house, home, domus, baita, capana, tenda, yurta, ixba, caverna, verna
viewtopic.php?f=44&t=2270
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Heimat, aimoi, kaimo, kaimas, ... umma, amma, ...

Messaggioda Berto » mar apr 25, 2017 11:36 am

???

Umeå
La città è attraversata dal fiume Ume.
https://it.wikipedia.org/wiki/Ume%C3%A5
Umeå ([ˈʉːmɛo]ascolta[?•info], Ubmeje in lingua sami di Ume, Ubmi in lingua sami settentrionale, Uumaja in finlandese) è una città svedese, capoluogo della municipalità omonima (pop. 117.294) e della contea di Västerbotten.[2] Per popolazione è l'undicesima città della Svezia. La città è attraversata dal fiume Ume.
Umeå è una città universitaria e un centro per l'istruzione e per la ricerca tecnica e medica in Svezia con più di 39.000 studenti. La città è stata capitale europea della cultura per il 2014.

Ume
https://it.wikipedia.org/wiki/Ume_(fiume)
Ume (in svedese Ume älv o Umeälven) è un fiume della Svezia settentrionale che attraversa la contea di Västerbotten.
https://de.wikipedia.org/wiki/Ume_%C3%A4lv


http://www.etimo.it/?term=umore
Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30028
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm


Torna a Teuta/touta, trabs/treb/tribus, opida, vico/vigo, pago/pagus, viła, viłàjo, paexe, dorf, borgo, çità, muniçipo, mansio/maxo, corte, comun

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite