Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Sixara » mer ago 13, 2014 9:18 am

Maké gnomone : lè n ASPO

Immagine

(Muxeo de Cason :
"strumento di legno per fabbricare matasse" a ghè scrito sol cartelìn)
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Berto » mer ago 13, 2014 7:45 pm

Sixara ha scritto:Maké gnomone : lè n ASPO


Mi a no saria cusì seguro, varda ben.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Berto » ven mag 01, 2015 12:14 pm

La figoura femała, na saçerdora (saerdotesa) ła dovaria ver en man on sixo/siso (sistro):

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... Louvre.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/Sistro
Il sistro è uno strumento idiofono proveniente dall'Antico Egitto ed era sacro alla dea Iside, la quale si credeva l'inventrice dello strumento. In Mesopotamia poteva essere di forma trapezoidale o quadrata e presentava l'immagine del Dio raffigurata sul manico. È uno strumento in metallo, con una parte a forma di ferro di cavallo, con un manico e delle aste; il suono viene prodotto scuotendo il sistro. Il numero e lo spessore delle lamelle flottanti ne definisce e caratterizza l’altezza e l’intensità del suono; un suono che resta comunque - come in molti altri analoghi strumenti a sonagli - indeterminato, e cioè senza una precisa connotazione tonale. Si hanno notizie di sistri utilizzati in cerimonie già nella Bibbia (Vecchio Testamento) e prima ancora nella civiltà egizia (era l’antico “seshesh”, di chiara origine onomatopeica) da dove sembra sia stato importato in Palestina e successivamente in Grecia.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... stro-c.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ro-c-1.jpg

El sistro lè on angagno doparà da łi shamani cofà el tanburo/tanburèło e tuti łi strumenti ke łi sona, ke łi fa rumore e mouxega ...:

Mascare shamane, vesti o paramenti e armamentari sagri
viewtopic.php?f=24&t=1439

Dal sistro e dai tanburełi co i sonaj se dovaria ver łe variasion de łi angagni o artagni a corde come l'arpa e ła łira de Orfeo
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Sixara » sab mag 02, 2015 8:51 pm

Ke bèi : i è i sì-si. A te po' fàrtei anca ti : a te to' on bel legno de n àlbore , fato bèn co de i bèi rameti robusti e te ghe pianti longo via de i ciòdi fati pasàre pa i tapi-corona skizhà col martèlo, a 2 a 2 ... po' te ciàpi i sì-si co na màn e te li bàti so kelaltra... i gà on bel suono propio.
Anopasà o kelaltro ncora , a ghe jera cuei de n asociazhion ( ke no me ricordo) ke i faxea animazhion pa i putìni soto Nadale, e i ghe insegnava fare sti strumenti muxicali co tuta roba de recupero; e mi i me ga fato i sì-si. Bèi, go d averli ncora da coalke parte. Te torni caxa contento co i to sì-si, piciandoli da na man a kelaltra.

Elora gnente àspo ma i sìsi: sì, la me sona mejo come ipotexi. Però, parké tacarli da lori soli ke te le raprexentazhion armene iè senpre tegnù n man, dove ke lè justo ke i staga sa te vò ke i sona.
Bixogna scorlarli, i sìsi.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Berto » sab mag 02, 2015 9:52 pm

Bona oservasion, ma no savaria.
Sixara: sixi o sisi?
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Sixara » dom mag 03, 2015 7:57 am

Berto ha scritto:Sixara: sixi o sisi?

Zanzòto el dixe : sissi - sgorlemo i sissi; anca mi diria sìsi, ke l suòno el podarìa èsare /s/ de 'seshesh' ( se lè cueo de le laminete), ma anca /z/ se lè cueo de i tapi-corona ke lè pì grexo, dixen.
Sìxi, secondo mi, lè on suòno dà da robine picinine ca scorla dentro a calcòsa ca le contièn ( tipo le maracas); a ghevo lèto naolta ke a ghe jera on artegagno ke i putìni i 'sonava' soto le feste. Me pare ke l se ciama s-frola o s-frula, na roba cusì, e l suono ke l fà lè /z/, parké cuea ke la contava la dixeva : e xìn e xun pa spiegare come ke l faxea sti putìni.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Berto » dom mag 03, 2015 8:25 am

Scorlemo e xgorlemo (come Xgorlon furlan), mi no so mia bon de dir sgorlemo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Sixara » dom mag 03, 2015 8:56 am

Berto ha scritto:Scorlemo e xgorlemo (come Xgorlon furlan), mi no so mia bon de dir sgorlemo.

Come nò? :D
Parké no te vò, parké te piaxe depì la - X - a scumizhio de parola ( ke no la ghe ndarìa a te lo sè), ma pòe èsare ke a la scrivo - S - e a la digo /z/... ki sà comè ca parlo mi :D
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Berto » dom mag 03, 2015 9:47 am

X o S al scuminsio de paroła lè lomè na convension e mi doparo ła X par coerensa voxiva e parké a vojo marcar anca par i oci ła difarensa col tałian e co łe convension "dote" de deriva grafega venesiana de ła łengoa veneta e de łe so varianse. Mi no vojo narghe drio ai venesiani, no soporto ła so rogansa e ła so prepotensa de cu el Xanon el jera on canpion. La scritura lè na convension e gnente pì e na çerta tradision no ła oblega o costrenxe a narghe drio par forsa se a ghè contradision, encoerense e altro. Mi no sofro de ła sindrome venesiana, mi a so veneto vixentin e no veneto venesian e ghin vago pì ke fiero. Fin ka poso scrivar come ca vojo lo fàso.

Coała grafia par ła łengoa veneta?
viewtopic.php?f=174&t=261
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Cosa xeła sta roba ke ła par na fenestra?

Messaggioda Sixara » dom mag 03, 2015 1:59 pm

Sì - dèso no stà scrivarme el Manifesto de la lengoa vixentina-precalcina :D ca lo sò come ca te la pensi.
So la -S- a scumizhio de la parola s-corlare o la -X- de la parola x-gorlare : la dipende da kela -C- o -G- ca ghe và drio: cusì come ke ti no te vièn da pronunciare s-gorlare, mi no me rièse de dire x-corlare.
Dognimodo, mi a digo : s-korlare.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1764
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Misteri venet-veneteghi, anca no e de torno

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron