Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » dom apr 15, 2018 9:05 pm

Fontana sceglie "No al Gay pride, sì al Family day" Sinistra infuriata
Ven, 13/04/2018

http://www.ilgiornale.it/news/milano/fo ... 15030.html

Niente patrocinio al Gay Pride, è una manifestazione divisiva e pertanto non va sostenuta».

Il governatore Attilio Fontana non intende concedere il logo regionale alla sfilata arcobaleno in programma il 30 giugno a Milano, lo ha confermato in un'intervista pubblicata ieri dal sito Lettera43.

È la linea che ha seguito peraltro anche a Varese, dove è stato sindaco per due mandati. «Io sono eterosessuale, ma non è che faccio una manifestazione per accreditare la mia eterosessualità. Le scelte in questo campo devono rimanere personali, sbandierarle è sbagliato. Il Gay Pride è divisiva e quando le manifestazioni sono divisive non sono mai da sostenere». Intende invece confermare la scelta dell'ex presidente Roberto Maroni che alla vigilia del corteo contro la legge sulle unioni civili (il ddl Cirinnà) nel 2016 illuminò il Pirellone con la scritta «Family Day».

«Lo rifaremo -assicura Fontana -, quella non è una scelta divisiva, è una scelta politica. Tutti riconoscono il valore della famiglia. È nella Costituzione, è uno dei fondamenti della nostra civiltà ed è uno dei principali punti di riferimento del programma dell'amministrazione precedente e di questa». Parole che fanno infuriare la Pd Monica Cirinnà firmataria del decreto sulle unioni civili: «Lombardia nel Medioevo dei diritti grazie a Fontana. E questa sarebbe la parte più progredita del Paese?». Applausi al governatore leghista dagli esponenti del centrodestra, si ribellano la sinistra e le associazioni gay. Ed è continuato anche ieri il botta a risposta a distanza tra Fontana e il sindaco sul tema profughi. Il presidente ha precisato che l'ipotesi di premi a Comuni che non accolgono per ora «è una proposta dell'assessore De Corato, la valuteremo. Ma con Sala la pensiamo in maniera diametralmente opposta». E il sindaco ribatte: «Il prefetto rappresenta le legge e dice che i sindaci devono accogliere».
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » mar lug 03, 2018 7:07 pm

Vittorio Feltri: "Milano è un vivaio di finocchi. Non li chiamo gay, né omosessuali, ma froci o ricchioni"
Gisella Ruccia
2 luglio 2018

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/0 ... ni/4465770

“Omosessuali? Non riesco a capire da chi e in quale modo siano minacciati i loro diritti.
Milano è un vivaio di finocchi“. Sono le sgradevoli parole pronunciate a L’Aria che Tira Estate (La7) dal direttore di Libero, Vittorio Feltri, che definisce il Pd “una brutta copia del Partito Radicale” e rincara: “Io non li posso chiamare ‘gay’, perché non mi piace parlare in inglese in televisione. Quando poi si dice ‘Gay Pride’ è davvero ridicolo. E non li chiamo ‘omosessuali’, perché è un termine medico e io non sono neanche infermiere. Io li chiamo ‘ricchioni’ oppure ‘froci’, come fa la gente normale”. “Sono parole oltraggiose rispetto alle quali prendo le distanze”, commenta il conduttore Francesco Magnani, che dà la linea alla pubblicità, tra le proteste dello stesso Feltri. Il direttore di Libero commenta anche le dichiarazioni rese ieri da Salvini a Pontida (“Governeremo 30 anni”): “La differenza sostanziale tra Lega e M5s è la capacità amministrativa. La Lega ha dimostrato coi fatti di avere amministratori validissimi. Basti pensare a Zaia, che da parecchi anni guida il Veneto in modo esemplare. La Regione Lombardia è un simbolo delle capacità leghiste di amministrare in modo saggio. Ora c’è Fontana, che è un grande amministratore. Poi di quello che succederà tra 30 anni sinceramente non me ne frega niente, perché ho 75 anni. Tra 30 anni avrò 105 anni, quindi fate quello che cazzo volete”
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » mer lug 25, 2018 8:51 pm

Scultura con bacio gay in chiesa rimossa dopo le proteste dei fedeli
Ivan Francese - Lun, 23/07/2018

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 56658.html

Succede in Versilia: un'opera scultorea raffigurante un bacio fra due uomini è stata rimossa dalla chiesa di Serravezza dopo le proteste dei fedeli

Sono state le proteste dei fedeli, scandalizzati per il bacio fra uomini in chiesa a fare rimuovere dalla Pieve di San Martino ad Azzano, in provincia di Lucca, la statua contemporanea di un bacio omosessuale opera dello scultore Emanuele Giannelli.

L'antica chiesa romanica che sorge nel territorio del Comune di Serravezza ospita da dieci giorni diverse opere scultoree che portano la firma di numerosi artisti, sia italiani che stranieri. Una iniziativa non inconsueta in Versilia, dove vari centri medi e piccoli sono soliti ospitare manifestazioni artistiche di ogni genere (si pensi, ad esempio, a Pietrasanta).

Eppure fra le varie opere collocate in chiesa ce ne era anche una, di nome "Polaroid", che raffigura un bacio fra due persone dello stesso sesso. Sistemata, come mostrano le foto postate su Facebook dallo stesso autore, su uno degli altari. Un'espressione artistica libera ma che forse non a tutti piace ammirare all'interno di una chiesa. Così, dopo le proteste di alcuni fedeli e di visitatori che se ne sono sentiti offesi, è arrivata la decisione di trasferirla in giardino.

Una scelta avallata dal parroco don Hermes Luppi, che però tiene a chiarire che lui personalmente non aveva nulla in contrario alla presenza in chiesa di quell'opera d'arte: "Per me quella scultura poteva rimanere dov'era, il Vangelo ci indica una strada di accoglienza e di tolleranza. Del resto con me non si era lamentato proprio nessuno".

Più cauto il presidente della rassegna artistica "Cibart", che ha luogo proprio nel Comune di Serravezza: "Forse abbiamo preso una decisione azzardata nel mettere quell'opera dentro la chiesa - conclude il presidente di Cibart - e proprio per evitare di alimentare un caso abbiamo poi deciso di metterla fuori".
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » lun ott 08, 2018 6:57 am

Romania, fallisce il referendum che voleva vietare le nozze gay
7 ottobre 2018

https://www.ilmessaggero.it/mondo/roman ... 23592.html

In Romania è fallito per la scarsa affluenza alle urne il referendum sulla famiglia tradizionale e contro le nozze gay, voluto da gruppi ultraconservatori omofobi e fortemente sostenuto dalla Chiesa ortodossa locale. Alla chiusura dei seggi questa sera alle 21 locali (20 italiane), la consultazione svoltasi ieri e oggi ha fatto registrare - secondo dati ancora non ufficiali - una partecipazione bassissima, inferiore al 20%. Un dato questo lontano dal 30% minimo richiesto per dare validità al referendum.

Nonostante il governo abbia cercato di garantire la partecipazione al voto spalmando la tornata referendaria su due giorni, e nonostante il massiccio coinvolgimento della Chiesa ortodossa, con in testa lo stesso patriarca Daniel, i romeni hanno in gran parte disertato le urne, rendendo quindi non valida la consultazione. Un risultato questo molto gradito alla popolazione Lgbt, che aveva invitato al boicottaggio e che temeva un rafforzamento della già presente forte discriminazione nella società romena. L'obiettivo dei fautori del referendum era emendare la costituzione definendo il matrimonio 'una unione tra un uomo e una donnà e non più una 'unione tra coniugì, la definizione attualmente vigente.

La giornata di ieri era stata un'autentica delusione per la 'coalizione per la famiglià che aveva raccolto le firme per il referendum. Soltanto il 5,72% si era recato infatti alle urne. Leggermente più alta l'affluenza oggi, ma non al punto da poter garantire il superamento del quorum, abbassato nel 2014 dal governo socialdemocratico di Victor Ponta al 30%. Si tratta di una sconfitta netta per le associazioni e le forze politiche (Psd, il partito di governo, e Pnl in primis) favorevoli al sì, per il patriarca Daniel e la chiesa ortodossa che nei giorni precedenti alle votazioni aveva fatto una massiccia campagna elettorale a favore del sì, schierandosi apertamente contro i matrimoni e le unioni tra omosessuali, e in definitiva per i settori conservatori e tradizionalisti della società romena, spesso coinvolta in notizie di cronaca relative ad aggressioni agli omosessuali.

La sconfitta al referendum pone il governo, che lo aveva approvato a settembre con un'ordinanza d'urgenza, in una condizione molto scomoda nei confronti dell'opinione pubblica. I socialdemocratici romeni, che hanno già subito aspre critiche dai loro colleghi europei per l'approvazione di un referendum dai toni apertamente omofobi, sono sotto stretta sorveglianza della Ue per la corruzione dilagante (domani si attende la seconda condanna definitiva per corruzione per il leader socialdemocratico Liviu Dragnea), e ad agosto hanno dovuto respingere con il massiccio intervento della polizia una nuova protesta popolare contro i politici e funzionari corrotti.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » mar ott 09, 2018 11:06 pm

Prete di giorno e travestito di notte

https://www.facebook.com/david.pereryra ... 2022646813
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » sab gen 26, 2019 11:40 am

Teneva corsi per "convertire" i gay: si scopre omosessuale e lascia la moglie.
"Se la terapia di conversione non funziona per autori come David Matheson, che ha scritto persino libri sulla pratica di 'conversione', è ingenuo aspettarsi che funzioni per coloro che leggono pubblicazioni tanto ingannevoli"
25 Gennaio 2019

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/0 ... ie/4924551

Per anni si è impegnato per cercare di “convertire” i gay, progettando e organizzando corsi su corsi per convincerli a cambiare orientamento sessuale. Ora ha fatto coming out, ha lasciato la moglie con la quale era sposato da 34 anni e frequenta alcuni uomini. È la storia di David Matheson, devoto mormone americano. L’uomo, originario dello Utah, si è scusato con le persone Lgbtq che si sono sentite danneggiate dai suoi corsi di conversione. Nonostante le scuse, Matheson ha anche detto di non voler rinunciare totalmente alla sua fede. Ha però criticato la cultura della vergogna che ruota attorno all’omosessualità nella sua comunità religiosa in Utah.

“Il tempo trascorso nel mio vecchio mondo è stato sincero. Ma avevo smesso di crescere, e stavo iniziando a morire. Così ho intrapreso un nuovo percorso di vita, un processo di crescita completamente nuovo”, ha scritto Matheson in un lungo post su Facebook in cui racconta le vicende che hanno portato alla fine del suo matrimonio (un anno fa) e alla sua decisione di fare coming out. “Se la terapia di conversione non funziona per autori come David Matheson, che ha scritto persino libri sulla pratica di ‘conversione’, è ingenuo aspettarsi che funzioni per coloro che leggono pubblicazioni tanto ingannevoli”, ha dichiarato Wayne Beson di Truth Wins Out, associazione che si occupa di diritti Lgbtq.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » gio mar 07, 2019 5:51 am

Gay e Islam in Gran Bretagna
Alex Storti
6 marzo 2019

https://www.facebook.com/permalink.php? ... 8286305188
Immagine tratta da una manifestazione di metà febbraio, cui hanno partecipato alcune centinaia di genitori e studenti musulmani, di fronte ad una scuola di Birmingham (ex Inghilterra), per protestare contro un insegnante gay che tiene lezioni di educazione sessuale. La promotrice ha sostenuto che, essendo di religione islamica il 98% degli studenti, ed essendo per l’Islam proibita l’omosessualità, le lezioni devono cessare.



Alberto Pento

Difendere la regola naturale e la normalità biologica sessuale, la coppia etero e la famiglia tradizionale dall'aggressione arrogante gender e dalla demenzialità omosessuale che si propone come valore naturale-biologico e culturale normale alternativo alla eterosessualità non è certo paragonabile all'intolleranza nazi maomettana verso i gay che arriva alla loro brutale uccisione e alla discriminazione anche degli omosessuali discreti.

Anche difendere i bambini dalla pedofilia mi pare giusto; come mi pare giusto pretendere che gli insegnanti omosessuali siano discreti e non facciano propaganda transgender, gender e gay nelle scuole.

Nella scuola pubblica ben vengano gli omosessuali rispettosi e discreti a non quelli sfacciati, indiscreti, fanatici, ideologizzati, pedofili, e che si contrappongono all'eterosessualità e alla normalità sessuale.

Insegnare ai giovani, anche nelle scuole pubbliche che nella vita oltre alla regola eterosessuale esiste anche l'eccezione omosessuale e transgender e che tale eccezione non è necessariamente un male per cui i gay e i transgender non vanno discriminati, derisi e perseguitati ma considerati persone come tutte le altre da rispettare è una cosa giusta ma non è cosa buona e giusta cercare di sostituire la regola con l'eccezione.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » gio mar 07, 2019 10:36 am

Rabbino capo: "La legge ebraica è molto chiara: i gay devono essere puniti con la morte"

https://www.gay.it/attualita/news/rabbi ... -gay-morte

L’uomo ora rischia il posto: i parlamentari israeliani hanno chiesto che venga sostituito.
Il rabbino capo Shlomo Amar ha dichiarato a un giornale israeliano che l’omosessualità dovrebbe essere punita con la morte secondo la legge ebraica.

“La Torah punisce l’abominio dell’omosessualità con la morte. È al primo posto tra i peccati peggiori“, ha dichiarato a Israel Hayom. L’uomo è attualmente a capo della comunità ebraica sefardita di Gerusalemme.

Già in precedenza Amar si era scagliato contro il Gay Pride, definendolo un “fenomeno imbarazzante, che profana Gerusalemme, città di Dio” e sostenendo che Benjamin Netanyahu, Primo ministro, non fosse adatto a ricoprire il suo ruolo proprio per aver sostenuto la manifestazione.

L’uomo rischia il suo posto: infatti i membri del Parlamento hanno inviato un’interrogazione al Primo ministro affinché Amar venga sostituito. Israele infatti è uno degli stati del Medio Oriente più tolleranti nei confronti della comunità LGBT: ogni anno i pride di Tel Aviv e Gerusalemme attraggono migliaia di persone da tutto il mondo.




Maurizio Tonnicchi
non devi essere tu a punirtli anticristiano la bibbia ci dice che sara Dio nostro a punirli!!! ......secondo ( Romani 1:18 ,32 ) e in ( 1Corinzi 6 :9 ) che gli omosessuali non erideranno il regno dei cielei cioe vanno ALL´ INFERNO ,,,Dio giudica non tu buffone ti prendi il posto di Dio ? solo satana vuole prendere il posto di Dio .... ..Dio essendo misericordiso da la possibilita ancroa di pentirsi e se si converitino a GESÙ Cristo ... con tutto il cuore e non lo Fanno piu ce la possiblita anche per loro la salvezzza ....ecco questo e l´ amore di Dio.... se no se rimangono cosi vanno all´ inferno vedi DIO = CRISTO GESU´ E PIU AMOROSO DI TE Rabbino del nulla ...ANTICRISTIANO .......


Alberto Pento
Non confondere Dio con l'ebreo eretico Gesù Cristo.
Dio è altro dagli idoli delle religioni come la spiritualità vera è altro dalla religiosità.
Quello che dice il rabbino è solo una versione integralista delle posizioni degli ebrei; si tenga conto che Israele è uno dei paesi più umani e civili della terra, rifugio per molti gay maomettani, dove gli omosessuali possono vivere senza essere perseguitati o uccisi.
Gesù Cristo l'ebreo poi non ha mai difeso la pedofilia e l'omosessualità e ha detto chiaramente che non bisogna dare scandalo e peccare.

L'omosessualità sfacciata e scandalosa che si contrappone all'eterosessualità proponendosi come alternativa normale è una demenzialità che va perseguita.

L'eccezione non è la regola. I gay debbono vivere con discrezione la loro diversità e non dare scandalo con i gay pride e non toccare i bambini.

Gli ebrei sono ebrei da migliaia di anni e anche Cristo era ebreo anche se con le sue idee eretiche, presuntuoso, un po' esaltato e fanatico.

Tutte le cose che si trovano scritte qui: Romani 1:18-32 e 1 Corinzi 6:9-20 sono cose ebraiche.




Romani 1:18-32 La Nuova Diodati (LND)

18 Perché l'ira di Dio si rivela dal cielo sopra ogni empietà e ingiustizia degli uomini, che soffocano la verità nell'ingiustizia,

19 poiché ciò che si può conoscere di Dio è manifesto in loro, perché Dio lo ha loro manifestato.

20 Infatti le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, essendo evidenti per mezzo delle sue opere fin dalla creazione del mondo, si vedono chiaramente, affinché siano inescusabili.

21 Poiché, pur avendo conosciuto Dio, non l'hanno però glorificato né l'hanno ringraziato come Dio, anzi sono divenuti insensati nei loro ragionamenti e il loro cuore senza intendimento si è ottenebrato.

22 Dichiarandosi di essere savi, sono diventati stolti,

23 e hanno mutato la gloria dell'incorruttibile Dio in un'immagine simile a quella di un uomo corruttibile, di uccelli, di bestie quadrupedi e di rettili.

24 Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità nelle concupiscenze dei loro cuori, sí da vituperare i loro corpi tra loro stessi.

25 Essi che hanno cambiato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura, al posto del Creatore che è benedetto in eterno. Amen.

26 Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami, poiché anche le loro donne hanno mutato la relazione naturale in quella che è contro natura.

27 Nello stesso modo gli uomini, lasciata la relazione naturale con la donna, si sono accesi nella loro libidine gli uni verso gli altri, commettendo atti indecenti uomini con uomini, ricevendo in se stessi la ricompensa dovuta al loro traviamento.

28 E siccome non ritennero opportuno conoscere Dio, Dio li ha abbandonati ad una mente perversa, da far cose sconvenienti,

29 essendo ripieni d'ogni ingiustizia fornicazione, malvagità, cupidigia, malizia; pieni d'invidia, omicidio, contesa frode, malignità,

30 ingannatori, maldicenti, nemici di Dio, ingiuriosi, superbi, vanagloriosi ideatori di cose malvagie, disubbidienti, al genitori,

31 senza intendimento, senza affidamento, senza affetto naturale, implacabili, spietati.

32 Or essi, pur avendo riconosciuto il decreto di Dio secondo cui quelli che fanno tali cose sono degni di morte, non solo le fanno, ma approvano anche coloro che le commettono.



1 Corinzi 6:9-20

9 Non sapete che gl'ingiusti non erediteranno il regno di Dio?

Esortazione a fuggire la dissolutezza
Ef 5:3-8; Cl 3:5-10; Tt 3:3-7
Non v'illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, 10 né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. 11 E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio.

1Te 4:1-7 (1P 1:14-19; 2Co 5:14-15)
12 Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa è utile. Ogni cosa mi è lecita, ma io non mi lascerò dominare da nulla. 13 Le vivande sono per il ventre, e il ventre è per le vivande; ma Dio distruggerà queste e quello. Il corpo però non è per la fornicazione, ma è per il Signore, e il Signore è per il corpo; 14 Dio, come ha risuscitato il Signore, così risusciterà anche noi mediante la sua potenza. 15 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo per farne membra di una prostituta? No di certo! 16 Non sapete che chi si unisce alla prostituta è un corpo solo con lei? «Poiché», Dio dice, «i due diventeranno una sola carne». 17 Ma chi si unisce al Signore è uno spirito solo con lui. 18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo. 19 Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi. 20 Poiché siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » lun apr 08, 2019 4:22 am

Due mamme gay si lanciano dalla scogliera: uccidono anche i 6 figli adottivi

https://vocecontrocorrente.it/due-mamme ... -81xAhpwRY

Erano già state segnalate per abusi su minori. Due mamme gay si sono gettate da una scogliera suicidandosi e uccidendo i figli.

Tutti a bordo di un suv: due mamme gay si sono lanciate già dalla scogliera. In macchina con loro c’erano i sei figli adottivi, d’età compresa tra i 12 e i 19 anni. Tutti sono morti per il folle gesto delle due.

Un omicidio-suicidio spaventoso, per altro premeditato. La scogliera era uno dei posti preferiti di Jennifer Hart e della compagna Sarah Hart. Ed era anche amato dai figli Markis, 19 anni, Hannah, 16, Devonte, 15, Abigail, 14, Jeremiah, 14 e Sierra, 12, che sono stati drogati per non far capire loro cosa stesse accadendo.

È successo a Mendocino, in California: le due donne, entrambe 38enni, hanno somministrato dei potenti sonniferi ai figli e premeditato il lancio dalla scogliera. Non tutti i corpi sono stati trovati, alcuni si sono persi nelle acque.

Stando alle analisi effettuate dalle autorità, i bambini/ragazzi avevano in circolo l’equivalente di 19 dosi di Benadryl, un antistaminico che provoca forte sonnolenza già in dosi normali o modeste. Sarah ne aveva assunto 42 dosi. Jennifer, invece, era completamente ubriaca.

L’omicidio-suicidio delle due mamme gay e dei loro figli adottivi segue purtroppo un’altra serie di tristi vicende. Come riportato anche da Glamour.com, i vicini hanno detto che i bambini erano spesso maltrattati.

Al punto che la coppia della casa accanto ha visto una delle figlie fuggire. L’ha accolta mentre era in stato di shock e parlava di frustate. Nonostante questo, la coppia si è sentita poi dire da Sarah che la piccola stava esagerando per attirare l’attenzione su di se.

A confermare il fatto che il suicidio-omicidio sia stato premeditato sono stati tre dispositivi della famiglia: il cellulare di Sarah Hart, il GPS e il computer del Suv. Sul cellulare di Sarah sono state trovate queste inquietanti ricerche: “l’annegamento è indolore?” “quanto ci vuole per morire di ipotermia quando si annega in auto?” “500 mg di Benadryl possono uccidere una donna?”.

Il GPS ha dimostrato che le donne hanno fatto una sosta per acquistare Benadryl di marca generica. Infine, il computer dell’auto ha rivelato che la donna alla guida si era fermata a circa 70 metri alla scogliera pochi istanti prima di accelerare bruscamente.

Stando a quanto è stato scoperto, infine, a spingere le due madri a fare il folle gesto sarebbe stata una visita dei servizi sociali avvenuta proprio lo stesso giorno in cui si sono gettate dalla scogliera.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Coki-cokeria, veła, xmoca, gay e altre stranbarie

Messaggioda Berto » mer mag 08, 2019 6:39 am

DIRITTO ALL' OMOFOBIA?
[da pagine Fb, SilvanaDeMari]
7 maggio 2019

https://www.facebook.com/zio.Ferdinando ... ment_reply


Rivendico il mio diritto di dire che i bambini hanno bisogno di un padre e di una madre e, da medico, quello di affermare che la cavità anorettale non fa parte dell’apparato sessuale, e che chi la usa in modo improprio espone sé stesso e gli altri a complicanze. Se questa è omofobia, allora rivendico questo diritto all’omofobia.

Anche le unioni civili sarebbero inutili?
Il matrimonio non è un diritto, è un contratto che serve a proteggere le madri, la parte più debole della coppia. Per le unioni civili abbiamo spaccato una nazione. Ne hanno usufruito duemila persone e alcuni hanno già divorziato. Quali erano i diritti che prima non avevano?

Lei ha detto che l’omosessualità non è una condizione “normale”…
L’omosessualità non è genetica e non è irreversibile. È uno stile di vita che si sceglie e in cui si resta incastrati perché il nostro cervello è abitudinario. Inoltre, dal punto di vista biologico praticare l’erotismo anale è perdente perché oltre a non determinare la sopravvivenza della specie, causa inutili malattie.

Sa che in molti si sono sentiti offesi dalle sue parole?
Il diritto di non essere offesi non è un diritto umano: è un imbavagliamento del diritto di parola. Nessuno discrimina i gay. Ci sono una miriade di settori, come il cinema, la tv o la moda, dove se sei gay è perfino più facile fare carriera.

Ci sono Paesi nel mondo in cui gli omosessuali vengono arrestati, torturati e uccisi…
Io denuncio da anni le persecuzioni degli omosessuali in Arabia Saudita e in Iran. Ma anche che il peggior persecutore di omosessuali fu un insospettabile Che Guevara.

Dice di battersi contro le persecuzioni degli omosessuali ma poi li attacca…
Sono quarant’anni che curo, dico curo, persone che hanno subito l’erotismo anale e ho visto morire decine di malati di Aids. Tutto questo lo faccio perchè non voglio che tu muoia, per questo ti dico la verità: sei una persona spesso straordinaria e puoi fare altro nella tua vita che offrire la tua cavità anorettale perché gli altri ci mettano dentro il pene causandoti malattie. So benissimo che dicendo queste cose ti metto in crisi, ma so anche che puoi affrontare questa crisi e uscire da una situazione biologicamente perdente.

Molti gay non la pensano così...
C’è gente che ama essere sodomizzata perché dopo un po’ si ha un’inversione del senso del piacere e del dolore; è come per le persone bulimiche che paradossalmente provano piacere a vomitare. Loro avranno pure il diritto di farlo. Io ho l’assoluto diritto di dire che è dannoso.

Andrà avanti, quindi, nel sostenere le sue tesi, nonostante le cause e gli esposti?
Io mi rivolgo ai gay passivi e alle donne che subiscono questa pratica e affermo che l’erotismo anale nuoce gravemente alla salute. Dico una cosa inoppugnabile e vengo accusata di odio. Lo trovo aberrante. Io sto sacrificando la mia carriera di scrittore e di medico, assieme ad una valanga di quattrini, sull’altare di questa verità, per dire a queste persone: fermati, quello che stai facendo ti fa male alla salute e NON ti rende felice. Sono la vecchia zia che rompe l’anima e che nessuno vuole ascoltare. Ma nessuno può dire che io non li ami.




Alberto Pento
Gran donna, molto umana e civilissima, ha ragione da vendere. Eppoi ha tutto il diritto di dire e di scrivere la sua e come medico e come persona e come cittadina. Può dire come medico che la congiunzione carnale tra uomini è quello che è (...) e come persona e madre può dire che ai bambini non può essere raccontato che l'omosessualità è la condizione normale dell'uomo.
Eppoi è più che giusto che i bambini abbiano una madre e un padre veri e naturali e non un finto padre e una finta madre omosessuali.
I bambini non si toccano né nel corpo né nell'anima né nella mente e chi usa loro violenza, né aprofitta, li travia e dà loro scandalo va perseguito come criminale.



Andrea Innocenti
Io penso che chi non mi fa del male ha il sacrosanto diritto di vivere la sua vita come gli pare. Se io, tuttavia, glielo impedisco, sono io quello che fa del male agli altri.


Raffaele Di Tommaso
unicuique suum ( a ciascuno il suo).

Sebastiana Vegna
Gente malata


Fulvio Duse
Poveretta.....sta sacrificando la sua carriera da medico e da scrittore? Prima di tutto ha sacrificato (e da un pezzo), la carriera della sua sanità mentale.....la demenza precoce è un male dei nostri tempi.

Corrado Minimo
Revocare la licenza medica perché promuove idee non scientifiche.

Loris Gherardi
ma tale pratica con una donna, è ugualmente perseguibile? .

Maurizio Donte
Ha ragione. È un dato di fatto che quel tipo di rapporto è correlato a un sacco di malattie. Poi ognuno è libero di pensare e fare cosa vuole, ci mancherebbe.

Genziana Soffientini
Ma da dove esce questa ?

Silvio LB Lini
Corrado Minimo Fulvio Duse Che esempi di democrazia siete! Non la pensa come voi (ne' come me) e quindi non ha diritto di parlare?
Siete i nuovi nazisti!
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 30717
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Andropołoja

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron