25 marso e 25 apriłe feste venesiane

25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » dom apr 26, 2015 8:17 am

25 marso e 25 apriłe feste venesiane

viewtopic.php?f=122&t=1553


Feste istitusionałi e tradisionałi dei venesiani:

25 marzo 2013 - Naseda de Venesia - Festa del Popolo Veneto istituia da ła Rexon del Veneto entel 2007 L.n 8
http://www.regione.veneto.it/web/guest/ ... Id=1040306

25 april Festa tradisional del Santo Paron de i Veneti San Marco
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » dom apr 26, 2015 8:20 am

25 april festa de San Marco el santo paròn dei venesiani e dei veneti

Mi no ghe sarò pì, come anca altri a sta festa:

1) parké lè devegnesta on palco par łi połedeganti e łi fanfaroni venetisti e par łi organixadori de eventi fiło leghisti e sponsorixà da ła Lega;
2) parké a so stufo de feste lomè venesiane come se ente ła tera veneta no ghe fuse altro ke Venesia e i venesiani;
3) parké se açeto San Marco e ła bandera creistiana de San Marco come sinboło onedaro veneto, de łe xenti venete, en sovegnansa de ła Repiovega Veneta durasta 400 ani par naltri veneti de tera e no de mar;
mi ghe dago a sta bandera on valor coultural e storego połedego e sicome mi no so cristian no poso darghe valor spiritual anca parké a so par on stado laico e no demogratego e dapò parké no credo purpio par gnente ke San Marco el posa aiarne par esar tuti endependenti e no come na 'olta ke jerimo suditi dei venesiani e de Venesia ke ła xe stà responsabiłe de el termene de ła Repiovega Veneta Arestogratega e no ła ga mai vołesto verxare el poder e darghe soranedà anca a łe xenti de ła tera veneta par realixar na Repiovega Federal Veneta;
4) mi credo ente ła vołontà de l'omo e no credo ente ła enterçesion dei Santi Morti o del so Spirto. Doxento ani pasà co xe rivà Napoleon San Marco nol ga fato gnente el ga làsa ke fese i veneti co łe so man ... mi a me piaxe i santi ke łàsa ła łebartà e ła responsabełetà a l'omo.

https://www.facebook.com/albert.gardin

25 aprile: quale "San Marco"?

Anche quest'anno noi saremo i più "oppressi" nella celebrazione di San Marco in Piazza San Marco. Non ci andremo per "sbandierare" o per gridare slogan facili, ma per vivere uno spirito di riconoscenza verso chi ci ha riportato la parola del Salvatore. Faremo anche quest'anno, con difficoltà sempre maggiori, la Processione delle ore 15. La Processione è un fatto di umiltà, di riconoscenza e di ordine. Saremo sicuramente ancora in pochi perché non abbiamo avuto il tempo di convocare cori e musici per dare un tono più forte alla nostra marcia. Da subito il "venetismo" si è inserito per effettuare un assembramento parallelo, informe e soprattutto "anonimo" che togliesse il più possibile visibilità alla Processione. Infatti mentre la processione era convocata per le 15, i "venetisti" hanno fatto circolare voce per ritrovarsi alle 16 in modo da sfruttare la celebrazione di San Marco per dare visibilità a se stessi. Ecco la critica pertinente di Gabriele Perrucca! il raduno delle 16 sarà la passerella di chi vuole mettersi in mostra, esibendo i propri narcisismi. Per questo noi saremo in Piazza dalle ore15 alle 15.30. La grande ammucchiata della 16 non ci interessa, non ci piace! Quest'anno abbiamo ottenuto il rispetto della processione da parte delle autorità occupanti. Lo considero un passo in avanti importante: era giusto che gli occupanti esprimessero rispetto per i Veneti (che non sono i "venetisti"), un rispetto per la loro storia, solitamente calpestata nell'educazione scolastica romana, dalla cultura coloniale infusa dall'organizzazione dello Stato italiano e dal monopolio assoluto dell'informazione che gestisce.

Anche noi, alle 16 non ci saremo! Per noi la lotta per la ricostituzione della Repubblica Veneta è tutt'altro che una manifestazione da stadio. Noi non siamo "Venetist"i, ma Veneti. Non ci nascondiamo nella massa, ma camminiamo a testa alta.
Viva San Marco! Viva la Serenissima Repubblica Veneta di San Marco!
Venezia 25.4.2015
Albert Gardin - Presidente del Governo Veneto

Riporto qui sotto il post di Gabriele Perucca pubblicato ieri sera, 24.4.2015 alle ore 23.18, sul suo profilo Facebook: "25 aprile - Venezia: mattina: processione di San Marco; pomeriggio: processione dei candidati alle elezioni regionali italiane. Dai 15 che eravamo alla prima processione organizzata da Albert Gardin circondati dalla Polizia, dopo 5 anni non ci sarò perché preferisco festeggiare San Marco in altro luogo. Magari da solo o con pochi altri patrioti. Gabriele Perucca"
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » dom apr 26, 2015 8:28 am

Mi a so stufo o stràco de tute ste feste venesiane e ke no ghe sia gnanca na festa dei veneti de tera, el Veneto lè fato da łe tere e da łe xenti venete e no lomè da Venesia e dai venesiani ke łi xe lomè na megnoransa de ła tera veneta, dei veneti e de ła storia veneta.

Mi no so envaxà dal mito venesian come tanti veneti ke łi sognà el torno de ła Serenisima e ke no łi vede altro ke Venesia, come ke łi tałiani łi xe envaxà da Roma e da łi veci romani, nò nò mi so veneto del Veneto e nò de Venesia e no go cogno de esar venesian par esare veneto e vedo Venesia
na çità de ła tera e de łe xenti venete, ona de łe çità venete ke łe ga na storia pì vecia e longa de coeła de Venesia e altretanto degna e granda anca se no łe ga vesto n'enpero.



El mito de Venesia lè n'entrigo par l'endependensa veneta
viewtopic.php?f=183&t=1816
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » sab apr 16, 2016 5:22 pm

La fede en Cristo Dio e San Marco no te porta l'endependensa
viewtopic.php?f=167&t=1901
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... 10/714.jpg


San Marco vanti de esar el Santo Paròno de Venesia el jera el Santo Paròno de la Akileja de li ani veneto-çelto-romani e po' patriarcal anca ente li secoli longobardi.
viewtopic.php?f=153&t=211
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » sab apr 16, 2016 5:23 pm

???

DIECIMILA PATRIOTI VENETI PER LA FESTA DI SAN MARCO IL 25 APRILE?
SI…PUO’…FARE!!

https://www.facebook.com/groups/tixeven ... 4361295565

Ci sono almeno 100,000 persone che hanno votato per un partito indipendentista alle regionali del 2015. A queste se ne aggiungono probabilmente altrettante che non sono andate a votare. Tutti i sondaggi degli ultimi 4 anni danno una maggioranza di Veneti del 55% favorevoli all’Indipendenza. Questo significa quasi 2 MILIONI di Veneti che magari non sono necessariamente tutti indipendentisti ma sicuramente vogliono dire tutti NO a questa Italia.

Volete dirmi che tra questi ALMENO DIECIMILA non si possono trovare a Venezia per la più importante festa del nostro POPOLO??

“Ma io sono leghista…” ASSI’? E ALLORA LO SAPEVI CHE L’80% DI CHI VOTA LEGA IN VENETO E’ INDIPENDENTISTA?

“Ma io sono di sinistra…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE I PRINCIPALI PADRI DEL FEDERALISMO EUROPEO ERANO TUTTI DI SINISTRA E CHE I PRINCIPALI PARTITI INDIPENDENTISTI DI SCOZIA E CATALOGNA SONO DI SINISTRA? E LO SAPEVI CHE ORA ESISTE ANCHE IL MOVIMENTO SANCA VENETA CHE RACCOGLIE SEMPRE PIU’ INDIPENDENTISTI DI SINISTRA E SARANNO IN PIAZZA SAN MARCO ANCHE LORO?

“Ma io sono autonomista…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE IL GOVERNATORE DEL VENETO, LUCA ZAIA, STA PREMENDO PER UN REFERENDUM SULLA DEVOLUTION DEL VENETO E CHE IN SCOZIA QUESTO HA PAVIMENTATO LA STRADA PER UN REFERENDUM SULL’INDIPENDENZA?

“Ma noi non siamo in Scozia e poi la’ alla fine hanno perso…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE ANCHE IN SCOZIA SOLO 20 ANNI FA’ NEANCHE QUATTRO GATTI SI SOGNAVANO L’INDIPENDENZA E ORA SONO QUASI IL 50% DELLA POPOLAZIONE E STANNO GIA’ PREPARANDO LA STRADA PER UN NUOVO REFERENDUM?
E LO SAPEVI CHE NEANCHE IN CATALOGNA SONO COME IN SCOZIA E ANCHE IN SPAGNA C’E’ UNA COSTITUZIONE CHE VIETA OGNI SECESSIONE MA LO STESSO LA NUOVA COALIZIONE INDIPENDENTISTA CATALANA STA GETTANDO LE BASI PER UN FUTURO STATO INDIPENDENTE?

“Ma i Catalani scendono in milioni in piazza ogni volta…” APPUNTO! MA ANCHE LORO HANNO INIZIATO CON POCHE DECINE DI MIGLIAIA. E LO SAPEVI CHE NON SONO LE SCARTOFFIE COSTITUZIONALI CHE CAMBIANO LA STORIA MA I MILIONI DI PERSONE CHE LA VOGLIONO CAMBIARE?

“ Ma io voto M5S…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ L’UNICO PARTITO ITALIANO IN VENETO (OLTRE ALLA LEGA) IN FAVORE DEL PRINCIPIO DI AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI?

“ Ma gli indipendentisti sono sempre divisi e in lite tra di loro…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE DA SEI MESI SI STA CREANDO UN NUOVO FRONTE INDIPENDENTISA MAI UDITO IN TRENT’ANNI DI INDIPENDENTISMO VENETO E CHE SI SONO DATI UN CODICE DI CONDOTTA ETICA PROPRIO PER EVITARE FUTURE DIVISIONI E LITI TRA DI LORO?

“ Ma non hanno progetti…” ASSI’? E LO SAPEVI CHE INVECE CI SONO DOZZINE DI PROGETTI INDIPENDENTISTI IN ATTO, TRA CUI QUELLO DI CENSIMENTO VENETO CHE STA RACCOGLIENDO MIGLIAIA DI FIRME PER IL RICONOSCIMENTO DEL POPOLO VENETO ALL’ONU? E CHE EVENTI E APPUNTAMENTI INDY SI SVOLGONO ORMAI OGNI GIORNO IN TERRITORIO? E CHE CI SONO ASSOCIAZIONI CULTURALI, FONDAZIONI UMANITARIE, ONG, GRUPPI D’IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI VENETI CHE OGNI GIORNO PROMUOVONO L’IMMAGINE, GLI INTERESSI E I DIRITTI CIVILI DEI VENETI NEL MONDO ASSIEME A 8 MILIONI DI VENETI CHE VIVONO ALL’ESTERO?

“Ma i media non ne parlano mai…” PERCHE’ LEGGI ANCORA I GIORNALI DI CARTA E GUARDI LA TELEVISIONE DI STATO CHE HANNO L’ORDINE DI NON PARLARNE COME SI FA SOTTO LE DITTATURE!! MA LO SAPEVI CHE NEGLI ULTIMI TRE ANNI IN INTERNET SONO STATI LANCIATI DECINE DI SITI E BLOGS INDIPENDENTISTI, TRA I QUALI ALCUNI CHE HANNO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI VISITE OGNI MESE, CHE CI SONO ALMENO DUE TESTATE ONLINE PURAMENTE INDY CHE VENGONO LETTE DA MIGLIAIA DI PERSONE OGNI GIORNO, CHE C’E’ PERSINO UNA RADIO INDY VENETA, CHE NOTE TELEVISIONI LOCALI VENETE STANNO ABBRACCIANDO L’INDIPENDENTISMO, CHE IN FB CI SONO CENTINAIA DI PAGINE INDIPENDENTISTE, ALCUNE DELLE QUALI (COME QUESTA) RAGGIUNGONO DECINE DI MIGLIAIA DI ISCRITTI?

“Ma il Risorgimento, Garibaldi, l’Italia s’e’ desta, il plebiscito del 1866 ecc. ecc.” ASSI’? MA LO SAPEVI CHE SOLO IERI SERA C’E’ STATA UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE IN VENETO DOVE UNO DEI MASSIMI ESPERTI BRITANNICI DI STORIA VENETA HA CLAMOROSAMENTE SMONTATO TUTTE LE BUGIE DELLA PROPAGANDA RISORGIMENTALE E CHE QUEL PLEBISCITO E’ ORMAI RICONOSCIUTO COME UNA TRUFFA BELLA E BUONA DA TUTTE LE ACCADEMIE DI STORIA PIU’ SERIE DEL MONDO?

“Ma io no sapevo tutte queste cose…”. NON LE SAPEVI PERCHE’ NESSUNO A SCUOLA TE LE AVEVA MAI SVELATE MA SOPRATTUTTO PERCHE’ TU NON TI SEI MAI CURATO DI CERCARLE!

E ORA CHE SEI VECCHIO, STANCO, UMILIATO E DERUBATO FINO AL MIDOLLO DA UNO STATO CRIMINALE, HAI PAURA A MOLLARE LA GABBIA DOVE TI HANNO MESSO PERCHE’ TI HANNO FATTO CREDERE CHE PER FARE UNA RIVOLUZIONE OCCORRANO NUOVE COSTITUZIONI OPPURE CANNONI E SANGUE.

NO! PER FARE UNA RIVOLUZIONE BASTA LA GENTE PIU’ PACIFICA DEL MONDO! SE TUTTI SEGUONO LO STESSO ESEMPIO E MILIONI DI VENETI COMINCIANO A MUOVERSI A PARTIRE DA FESTE IDENTITARIE IMPORTANTI COME QUELLA DEL 25 APRILE, NESSUNO POTRA’ FERMARLI!

Perche’ caro Veneto e cara Veneta, non e’ solo la scintilla che scatena un grande fuoco ma e’ soprattutto la MASSA di legna che l’aspetta.

Ora di scintille ne vediamo tutti i giorni, ormai. Ma quella massa la puoi fare SOLO TU.

E allora vieni? “ SE VENGO? MA IO SONO GIA’ LA’ AD ASPETTARTI, FRATELLO VENETO!!!!”

VIVA SAN MARCO! ....E CONDIVIDERE, GRAZIE!
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » sab apr 16, 2016 5:26 pm

Me despiaxe ma mi no vegno a far nomaro, a far màsa, par darghe forsa ai caregari, ai fanfaroni, ai połedeganti, ai leghisti, a łi coulturanti, a łe asoçasion ke promove ła Lega e el Veneto come Venesia o granda Venesia dei venesianisti e ke łi nega la storia dei veneti de tera e łe responsabełetà dei venesiani.
Mi a so on veneto e no on vnesian e no so on nomaro e no me presto par far màsa e darghe ła me skena ai buratinari ke li ghe monta sora.

El 25 del avril a vago en montagna, vago sora el me Monte Soman, el monte sagro dei veneti, altro ke en piàsa San Marco a festajar sto santo venesian e łe so spoje fetiçiste e eidołatre. Valtri venesiani e venesianisti tegnive el vostro San Marco ke mi a me tegno el me Monte Soman; semo pì en coste a D-o sol Monte Soman ke en Piàsa o drento ła baxełega de San Marco.


Marco (etimoloja) - on santo cristian de łi veneti de mar ma anca de coełi de tera
viewtopic.php?f=44&t=86

https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 6326136541

Mi a so veneto vixentin e no so venesian, dapò a so aidoło. San Marco lè el santo parón dei venesiani e de ła Repiovega Veneta a domegno venesian ke no ła ghè pì e łè anca el segno dei venesianisti ke łi vuria el torno de ła Serenisima, ke par mi no ga gnaon senso. San Marco lè el seinboło del mito de Venesia col so enpero e par mi el mito de Venesia co łi so domegni łè n'entrigo par ła łebertà dei veneti e del Veneto. Lè n'evaxamento dei çarvełi ca enpedise de raxonar e dadrio a ghè on mucio de połedeganti, coulturanti, fanfaroni, antidemograteghi e fiłoromani.
Cara Silvia ti va pur a Venesia, mi a ghe so ndà par tanti ani, ma deso a vago sol me Monte Soman. Mi a vago endoe ca me sento mejo e pì a caxa mia.

Mi, da sora el Monte Suman a vardarò tuta ła nostra tera veneta fina al mar, ła vardarò co l'amor ke ga sti ebrei ixraełiani par el so Ixrael e gavarò i oci e l cor encrià e sfrantà da ła tristesa:

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... o-tera.jpg


I leghisti e łi amighi venetisti venesianisti col tricołor, co łi alpini, co łi partexani, co San Marco e contro łi endependentisti e ła lebartà dei veneti.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ntisti.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » gio apr 28, 2016 7:13 pm

https://www.facebook.com/groups/2376236 ... 1182877338

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... sinico.jpg

https://www.facebook.com/ComunediVenezi ... 0781838565

Pensa ti, altro ke endependensa veneta! Ke fanfaroni. "Venezia citta inclusiva, metropolitana e internazionale" ... altro che Veneto endependente. Ste çeremogne no le porta ai veneti gnaona lebartà e endependensa e le ghe confonde la so storia fando pasar la storia de Venesia cofà la storia de tuti i veneti; purpio come ke gà fato li taliani co la storia de Roma fata pasar par storia de tute le xenti taleghe. So ste falbetà no te pol costruir gnaon diman de lebertà e de endependensa. Sti do fanfaroni filibustieri li xe come el gato e la volpe de penocio. Venesia no lè el Veneto! Li exaltadori fanadeghi de Venesia, mi no li considaro pàreoti veneti. I veri e boni pàreoti veneti li ga enamente e entel cor tuto el Veneto e tuti i veneti e no lomè Venesia e i venesiani. Me despiaxe asè ma semo fora strada.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » lun mag 23, 2016 3:14 pm

Comitato 1866 (area fiło leghista)
viewtopic.php?f=126&t=2161

Con Cristiano Corazzari, Davide Guiotto, Gianfranco Maschio, Marina Dalla Costa, Ilaria Brunelli, Roberto Ciambetti, Ettore Beggiato, Alberto Montagner, Marco Zonta, Miatello Patrizio, Claudio Scomazzon, Davide Lovat, Mattia Giolo e Antonio Guadagnini.


Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... o-1866.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » mar apr 25, 2017 8:42 pm

Per il 25 aprile una marea di cerimonie: festa "ufficiale" e venetisti in piazza San Marco
E' il giorno della Liberazione, ma anche del patrono della città. La mattina alzabandiera con inno di Mameli, poi a essere cantato è l'inno di San Marco. Tensione con i no global
25 aprile 2017 10:15

http://www.veneziatoday.it/cronaca/even ... nezia.html

Come da un paio di anni a questa parte piazza San Marco ha accolto le differenti anime che si intrecciano attorno al giorno di San Marco, patrono della città e simbolo della Serenissima. Il 25 aprile è anche la giornata della Liberazione dal nazifascismo, dunque eventi e cerimonie si sono "moltiplicate", con in più l'omaggio del bòcolo, il bocciolo di rosa, alle proprie belle (ECCO DA DOVE NASCE LA TRADIZIONE).

Migliaia le persone che hanno raggiunto il salotto buono della città, dove in mattinata è risuonato l'inno di Mameli per il tradizionale alzabandiera. Nelle ore successive, invece, è stato cantato l'inno di San Marco, assieme a quel "Par tera, par mar, San Marco!" che costituisce il filo conduttore delle manifestazioni della galassia indipendentista. Una lunga giornata, il 25 aprile. Tanto che la questura si era premurata di sottolineare alle varie associazioni che stavano organizzando una possibile trasferta in laguna che nella piazza sono vietate manifestazioni politiche. Tensione si è registrata all'arrivo di un gruppo di attivisti dei centri sociali, con il gonfalone di San Marco caratterizzato da un passamontagna. Venetisti e no global sono venuti molto brevemente a contatto: è volata qualche parola grossa, ma l'intervento della polizia ha portato tutto alla tranquillità.

IL SINDACO BRUGNARO IN PIAZZA SAN MARCO: "TANTI CON SENSIBILITA' DIVERSE"



San Marco, per il 25 aprile insulti in piazza tra serenissimi e no global
Martedì 25 Aprile 2017, 17:55

http://ilgazzettino.it/nordest/venezia/ ... 01732.html

VENEZIA - Tensione, oggi, in Piazza San Marco a Venezia per il 25 aprile tra no global e nostalgici della Serenissima. Solo scontri verbali e situazione subito sedata e poi controllata dalle forze dell'ordine. I venetisti nostalgici della Serenissima, da anni, in occasione del 25 aprile, scendono a Venezia per la festa del patrono - San Marco - con bandiere che riproducono il Leone alato simbolo dell'evangelista e della città. La loro presenza è sempre stata contestata ma mai osteggiata in un giorno che è comunque di festa. Da parte loro i no global quest'anno hanno deciso di contestare questa presenza e sono giunti anche loro con la bandiera di San Marco, ma con la testa del leone incappucciata. I no global hanno steso uno striscione e urlato una serie di slogan tra cui «il 25 aprile non è una ricorrenza ora e sempre resistenza». La loro presenza ha indispettito qualche venetista e sono volati degli insulti tra le due fazioni (molto più numerosa quella dei "nostalgici" della Serenissima sull'ordine delle centinaia di persone) ma poi il tutto è rientrato.

IL 25 APRILE A VENEZIA: CINQUEMILA IN CITTA' - MESSA SOLENNE E BOCOLO
Per il 25 aprile Venezia è stata presa d'assalto da almeno 5mila tra italiani e stranieri (70mila per il ponte festivo) ma per la città lagunare è stato soprattutto il giorno di San Marco, il santo patrono, con messa solenne in Basilica e il dono del "bocolo", ovvero il bocciolo di rosa che gli innamorati offrono alla propria compagna secondo un'antica tradizione.

Deposte corone e momenti di riflessione nei luoghi simbolo della resistenza davanti alle lapidi dei caduti o al ghetto ebraico dove un gruppo musicale ha suonato, tra l'altro, la colonna sonora de "La vita è bella". A Palazzo Ducale il comune, nel pomeriggio, ha organizzato il "Premio San Marco" un riconoscimento per quanti promuovono le eccellenze veneziane con ben 600 persone. La manifestazione è stata accompagnata da brani proposti dal coro de La Fenice. Migliaia i boccioli di rosa venduti (con contestuale lotta da parte delle forze dell'ordine all'abusivismo) che in occasione di San Marco gli innamorati regalano per rinnovare i propri pegni sentimentali alle rispettive compagne ma anche a figlie o nonne. La tradizione vuole che un soldato della Serenissima innamorato e ricambiato da una giovanissima nobildonna non la potesse sposare perchè povero. Questi andato in terra Santa a combattere in cerca di fortuna sarebbe morto su delle rose lasciandovi il suo sangue. Una di queste, ormai avvizzita, sarebbe stata poi portata alla sua innamorata e al contatto con le sue mani sarebbe rifiorita.

https://www.facebook.com/laboratorioccu ... 6091347958




Quali “scontri”? Il 25 Aprile, giorno di San Marco, è stato un inno alla Cultura

http://www.raixevenete.com/quali-scontr ... la-cultura

È facile terrorizzare con la menzogna. Noi Veneti lo sappiamo bene. E’ dagli editti napoleonici del 1797 che siamo abituati a convivere con la censura, la minaccia, lo scherno e la negazione. DSC_0155Per tradurla in termini contemporanei e non cadere nella nostalgia, è facile fare una foto dietro un questurino e parlare di “scontri” quanto invece risulta difficilissimo scrivere di cultura, tradizione e identità.
È quello che è accaduto alla Festa di San Marco ieri, in piazza a Venezia. Finalmente la festa patronale è divenuta consuetudine ed è già il secondo anno come ufficiale ricorrenza del Comune di Venezia, una battaglia combattuta ormai 6 anni fa quando venne interdetto a pochi ragazzi (tra cui anche minori) di poter festeggiare San Marco in piazza San Marco con il gonfalone marciano.DSC_0129 DSC_0235 Ma quest’ anno a San Marco è stato lanciato un messaggio importantissimo per le genti venete e tutti coloro che lo festeggiano: tuteliamo la Cultura, salviamo la Capitale della Cultura, la nostra Venezia. Ambasciatore di questa tutela è stato nientemeno che Antonio Vivaldi, protagonista indiscusso delle festa, accolto con gioia da un tripudio di bandiere dal leone alato e un silenzio religioso. Uno spettacolo unico e straordinario che ha lasciato a bocca aperta tutti, anche dai ragazzi dei Centri Sociali di Venezia e Mestre, con cui Raixe Venete ha collaborato in più occasioni per la lotta alla tutela della laguna e contro il passaggio in bacino delle Grandi Navi.

Ebbene sì, la forza incredibile delle “Quattro Stagioni” eseguite fronte Basilica ha condotto i festeggianti all’unisono nel celebrare questa fantastica giornata in nome dell’ Evangelista Marco. C’erano tutti, leoni infuocati, leoni azzurro oro, leoni incapucciati, leoni da par tuto! Ecco cosa c’era in piazza! Cuore, orgoglio e passione ovvero gli elementi sani di una festa che finalmente è tornata alla comunità.

Ma nulla di tutto ciò non sarebbe mai avvenuto se non fosse stato per il lavoro straordinario dell’ Associazione Culturale Veneto Uno e il suo presidente Roberto Ghizzo e I Solisti di Radio Veneto Uno e il suo Maestro Giorgio Sini, conduttore applauditissimo del concerto in piazza.

Abbiamo lavorato anche noi, l’ Associazione Culturale Veneto Nostro – Raixe Venete vanta con orgoglio la fiducia del Comune di Venezia già dall’edizione dello scorso anno e quest’anno è stata riconosciuta per aver condotto e gestito in maniera esemplare la piazza più importante del mondo, il tutto in collaborazione con la Milizia Veneta 1° Reggimento Veneto Real e il Gruppo Abiti Storici Tradizionali Veneti.

L’unico scivolone viene dall’informazione, che al solito è riuscita , con puntuale e tempestiva perizia, a comporre un disegno della giornata completamente difforme da quanto vissuto dai partecipanti al concerto, il quale non è mai stato citato nonostante fosse il fulcro dell’evento.
Questo atteggiamento di vera e propria censura, utilizzato proprio nel giorno in cui si festeggia anche la liberazione dal nazi-fascismo, suona oltremodo triste ed inappropriato confermando ancora una volta i pregiudizi intrisi di xenofobia e discriminazione della stampa nei confronti dei Veneti.
Auspichiamo che nelle future edizioni il messaggio possa essere interpretato per quello che è, ovvero una giornata all’insegna della Cultura e della tutela delle tradizioni e delle identità del nostro Popolo nel nome del Suo Patrono.

SAN MARCO 2017 CONCERTOIl nostro ringraziamento va innanzitutto ai nostri volontari e collaboratori tra cui Associazione N.EX.T. , accorsi in Piazza San Marco da tutte le parti del Veneto, ai magnifici professionisti i Solisti di Radio Veneto Uno e al loro Maestro e al Comune di Venezia che ci ha ospitati nella piazza più bella del mondo.

Non resta che invitarvi alla Festa di San Marco 2018! Viva San Marco!

L’ Associazione Culturale Veneto Nostro – Raixe Venete


??? ??? El połedeghexe dei połedeganti de Raixe Venete ???

Raixe Venete
Missione di Raixe Venete: diffondere tradizione cultura e identià veneta nel territorio e fuori, creare ponti e senergie, abbattere i muri ideologici. Ieri per la prima volta le ideologie si sono spente in 4 minuti e con le 2 note di accordo prima del concerto di Vivaldi. Victory!

???
creare ponti e senergie, abbattere i muri ideologici
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: 25 marso e 25 apriłe feste venesiane

Messaggioda Berto » ven apr 27, 2018 8:08 am

Festa de San Marco del 2018


E niente ... L'indipendensa no se fa perché xe colpa de chealtri. Ghe xe senpre calchedun che xe pi veneto de staltro, che a so "version" , a so partecipasion a xe pi vera e pi importante .... A turno, xe e barufe, xe el palco, xe el comun, xe el folclore, xe e prime donne sul palco, xe e "seconde donne (xo dal palco)", xe e bronse cuerte, xe i sapienti, xe "a piasa xe mia", no "a xe de tuti" ... Fora che de staltri ... E intanto a se svoda, sta piassa, ogni anno de più ... Tutti bravi a parlar, sparlar, scrivar, giudicar e screditar, fin a minaciar... Tanti isolati co a "patente" dea perfesion, dea razon in scarsea.
Xe cuesti i veneti ? Xe cuesto el popoeo ?
Togo nota.


https://www.facebook.com/annamaria.deon ... 5958473590

Alberto Steiner
"Ghe xe senpre calchedun che xe pi veneto de staltro" ... che tristezza.

Andrea Zarabara
Cosa ti ho sempre detto?
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 37818
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Prossimo

Torna a Feste, marcie, caminade, kademie, parlamenti e governi veneti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron