La lengoa di pastori di 7 Comùni

La lengoa di pastori di 7 Comùni

Messaggioda Sixara » lun nov 06, 2017 8:03 pm

La lengoa di pastori di 7 Comùni
viewtopic.php?f=105&t=2697


Ke lengoa parlaveli i pastori di 7 Comùni? On xmisiòto de
" almeno tre componenti, quella veneta, quella ‘cimbra’ e quella della tradizione gergale veneto-italiana " - i skrìve P. Mura - M.T. Vigolo tel so Dialetto, 'cimbro' e gergo dei pastori veneti: varietà linguistiche a
contatto
:

1 Vicende linguistiche della comunità dei pastori dell’Altipiano dei VII Comuni (Vicenza).
1.1 Tra i pastori provenienti dall’Altipiano di Asiago, parlanti dialetto veneto, nella varietà centrale, il lessico presenta una combinazione di almeno tre componenti, quella veneta, quella ‘cimbra’ e quella della tradizione gergale veneto-italiana.
Per quanto riguarda il ‘cimbro’ si tratta di relitti della varietà bavaro-tirolese, che costituiva in passato il codice di una minoranza linguistica insediatesi sull’Altipiano. Il gergo è formato da una base comune con i pastori dell’area limitrofa di Lamon, nel feltrino in provincia di Belluno.
Una parte di questo lessico gergale è condivisa con altri antichi gerghi veneti (Gosaldo, Rivamonte), con l’antico furbesco e, con il cosiddetto ‘nucleo gergale comune’ di cui ha parlato G. Sanga 1993: 158, trasmesso da gruppi di girovaghi, ambulanti, malavitosi, che hanno contribuito a conservarlo e a diffonderlo .

[...]

I Glossario dei termini tecnici, gergali e dialettali
In questa prima parte è raccolta la terminologia tecnica di mestiere, non di origine germanica che include un nucleo di voci entrate in parte anche nei dialetti e le voci gergali propriamente dette, analizzate relativamente alla loro diffusione in altri gerghi. Per alcuni lemmi sono state fatte delle proposte etimologiche.
I confronti più diretti sono stati fatti con le voci usate dai pastori lamonesi, raccolte da L. Corrà (1982), in quanto condividevano con i pastori dell'Altipiano una parte del loro cammino di transumanza.

Da
àia f. "spiazzo nel quale le pecore riposavano o dormivano di notte", da cui anche ajàre "riposare durante la notte";
a
végra "pascolo integro", in opposizione alla smenà "pascolo già brucato";

II Glossario del lessico ‘cimbro’
Da
bàibara 'donna', v. c.Alt. baip 'donna' in M. e Schm. weib in Kr., waip ‘moglie’ in DP. Deriva da mhd w p con il passaggio di w- > b- g ;
a
tur 'porta' : la parola e' di genere maschile el tur, diversamente dal ted. (ahd. türi, mhd. tür(e)) e
dal veneto Bors. ha invece la tur femm.
Avatar utente
Sixara
 
Messaggi: 1759
Iscritto il: dom nov 24, 2013 11:44 pm

Torna a Łengoa çinbra e çinbri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite