Vivere e convivere contro natura

Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:26 am

Vivere e convivere contro natura

viewtopic.php?f=205&t=2847


Costringere le persone più disparate e le genti e i popoli più diversi a vivere e a convivere contro la loro natura e compatibilità, contro la loro volontà e libertà e scelta e sovranità, è una violenza disumana che può generare violenza indicibile, proprio come con gli animali.
Quindi la costrizione all'accoglienza, all'ospitalità attraverso la demonizzazione civile, il ricatto religioso, le decisioni governative e sovranazionali imposte alle persone e ai popoli è un crimine contro l'umanità che ha la sua natura, le sue leggi, i suoi ritmi, i suoi bisogni naturali e universali;
qualsiasi innaturale forzatura produce conseguentemente del male a non finire, sofferenze immani, rivolte, guerre e bagni di sangue.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:28 am

Incominciamo con trattare del personaggio più negativamente influente dell'Italia e dell'Europa occidentale

Quante menzogne che racconta questo papa bugiardo al massimo grado


Papa Francesco: "Chi ha il cuore razzista si converta"
Lavinia Greci - Sab, 06/04/2019

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 75304.html

Il Papa, durante l'udienza a docenti e studenti dell'Istituto San Carlo di Milano, ha avvertito i ragazzi: "Chi alza un muro finirà schiavo dentro i muri costruiti, senza orizzonti". E ha aggiunto: "La mafia? È roba nostra, non l'hanno inventata i nigeriani"

Ha chiesto di "non avere paura dei migranti", aggiungendo: "I migranti siamo noi, Gesù è stato migrante".

Lo ha detto papa Francesco, nel corso dell'udienza ai docenti e agli studenti dell'Istituto San Carlo di Milano, nell'Aula Paolo VI. E, nel suo discorso ai ragazzi, ha scelto di porre l'accento proprio sui concetti di accoglienza e integrazione. E ha detto: "Chi ha il cuore razzista si converta".


"Gli immigrati vanno ricevuti"

Bergoglio, quindi, appellandosi all'accoglienza e ha dichiarato: "Cuore aperto per accogliere: se io ho il cuore razzista devo esaminare il perché e convertirmi. Gli immigrati vanno ricevuti, accompagnati e integrati in un interscambio di valori. Questa è la bellezza di accogliere per diventare più ricchi di cultura, nella crescita, alzare muri non serve. Io vi dico: insegnate ai giovani a crescere nella cultura dell'incontro e a crescere con le differenze, si cresce con il confronto".


"La mafia? Non l'hanno inventata i nigeriani"

"Qualcuno può dire 'Ma sono delinquenti...'", ha continuato Bergoglio, "anche noi ne abbiamo tanti. La mafia non è stata inventata dai nigeriani. La mafia è un 'valore nazionale', è nostra, è italiana. Tutti abbiamo la possibilità di essere delinquenti. I migranti ci portano ricchezza perché l'Europa è stata fatta da migranti". E parlando anche di una società multietnica, Francesco ha osservato: "Ringraziamo Dio, perché il dialogo tra persone, culture ed etnie è la ricchezza". Ma è sul concetto di barriere e di muri che il Papa ha chiesto agli studenti di riflettere: "Oggi c'è la tentazione di fare una cultura dei muri, di alzare muri nel cuore, per impedire questo incontro con altre culture. Chi alza un muro finirà schiavo dentro i muri costruiti, senza orizzonti".



Il Papa sui migranti: no alle paure, delinquenti anche tra noi
Carlo Marroni
6 aprile 2019

https://www.ilsole24ore.com/art/notizie ... d=ABU1ItlB

«Dobbiamo accogliere tutti? Cuore aperto per accogliere, se ho un cuore razzista devo convertirmi». Il Papa torna sul tema dell’accoglienza dei migranti rispondendo a braccio alle domande di alcuni studenti dell’Istituto San Carlo di Milano in occasione dei 150 dalla fondazione. Parole forti pronunciate in un momento molto delicato in tema di sbarchi. «I migranti vanno ricevuti, accompagnati e integrati. Per integrare i governanti devono fare dei calcoli» ed è necessario «il dialogo tra i Paesi e questa è la bellezza della generosità umana. Ma alzare muri non serve”. Francesco quindi ribadisce la sua posizione contraria ad una accoglienza indiscriminata, ma che invece deve essere calibrata sulla possibilità di integrazione.

GUARDA IL VIDEO - BERGOGLIO: «REAGIRE ALLE MENTALITÀ XENOFOBE»

«La mafia non è stata inventata dai nigeriani, è nostra»
E a quanti guardano ai migranti in arrivo nei nostri paesi come a delinquenti, il Papa ha ricordato: «Anche noi ne abbiamo tanti, la mafia non è stata inventata dai nigeriani, la mafia è nostra; tutti abbiamo la possibilità di essere delinquenti. I migranti ci portano ricchezza perché l’Europa è stata fatta dai migranti». Parlando di una società multietnica, Bergoglio ha osservato: «Ringraziamo Dio perché il dialogo tra persone, culture, etnie è la ricchezza. Non avere paura dei migranti. I migranti siamo noi. Gesù è stato migrante. “Ma sono delinquenti”, dice qualcuno. Anche noi ne abbiamo tanti, la mafia non è stata inventata dai nigeriani, la mafia è nostra». Poi mette in guardia i giovani: «Oggi c’è la tentazione di fare una cultura dei muri, di alzare muri nel cuore, nella terra, per impedire questo incontro con altre culture. Chi alza un muro, finirà schiavo dentro i muri costruiti, senza orizzonti». Oggi, «state attenti a questo», ha detto Francesco, «c’è la tentazione di fare una cultura dei muri, alzare muri nei cuori e sulla terra. Ma chi costruisce i muri finirà schiavo dentro i muri che ha costruito».

«Le guerre ci sono perché i ricchi vendono le armi»
Un’altra risposta del Papa è sulle guerre: se ce ne sono così tante nel mondo è perché «la ricca Europa e l’America» vendono le armi, «armi per ammazzare i bambini, ammazzare la gente». «Perché tante guerre in Siria, Yemen, Afghanistan? - ha continuato il Pontefice rispondendo ad una altra domanda - Se loro non avessero le armi non farebbero la guerra. Sulla coscienza di un popolo che fabbrica le armi e le vende c'è la morte di ogni bambino. C’è la distruzione delle famiglia», ha continuato Francesco riportando un articolo dell’«Osservatore Romano» in cui si rivela che nel mondo ci sono oltre oltre 900 milioni di mine anti-uomo. «Sono state seminate... e dopo una guerra, il povero contadino che va a lavorare la terra muore o finisce mutilato perché trova uno di questi “semi”». E ancora: «Sono la ricca Europa e l’America a vendere le armi», ha continuato ribadendo: «Siamo noi a fare le differenze». Poi ha invitato i giovani: queste cose voi dovete dirle «chiaramente, in faccia, senza paura e se voi giovani non siete capaci di dire queste cose, non siete giovani, vi manca qualcosa nel cuore che vi faccia bollire». Alla fine un passaggio che ricorda come tutte questo arriva direttamenre dal Vangelo: «Padre, non sapevo che lei fosse comunista», ha detto il Papa facendo presente una possibile obiezione alle sue parole e replicando: «No, questo è quello che ci ha insegnato Gesù. Ed è questo il “protocollo” sul quale saremo giudicati» da Dio.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:31 am

Le idiozie e le menzogne dette da questa bruttissima e cattivissima persona, presuntuosa nella sua idolatria, arrogantissima sotto un manto di mitezza e di umiltà, affetto da demenza utopistica irresponsabile ...
che
ci demonizza e colpevolizza attribuendoci responsabilità che non abbiamo,
ci calunnia accusandoci di crimini e malefatte che non abbiamo commesso,
ci insulta, ci offende per il nostro essere bianchi, europei, occidentali, uomini di buona volontà magari laici e areligiosi o non religiosi,
ci ricatta come cristiani con la sua interpretazione demenziale e fanatica del cristianismo venato di nazi comunismo, di filo maomettismo, di antimperialismo americano, di anti europeismo laico e illuminista, di antisemitismo e anti-israelismo, ... :
ci manca gravemente di rispetto e viola i nostri diritti umani naturali universali e civili anche promuovendo, sostenendo e giustificando l'invasione dei clandestini e del nazismo maomettano.



1)
La mafia non è un'invenzione degli italiani, caso mai è una specifica di certe popolazioni o etnie o aree socio culturali italiche; poi essa come organizzazione sociale malivitosa e criminale caratterizzata da prepotenza violenta predatoria è diffusa in tutta la terra.
Ad esempio una delle più grandi mafie mai esistite al mondo è quella mussulmana di Maometto dedita alla razzia delle carovane del deserto, così grande ed efferata da essersi dotata persino di un idolo e di una religione per motivare, unificare e rafforzare i suoi membri e la solidarietà tra loro, non è altro che una variante religiosa del tribalismo totemico.
Maometto che si impose razziando, depredando, derubando, estorcendo, rapinando, sequestrando, intimidendo, schiavizzando, uccidendo, sterminando.

2)
In generale le guerre al mondo ci sono sempre state e quelle odierne non sono responsabilità dei bianchi, dell'Occidente, del capitalismo, del mondo industriale, della cultura areligiosa europea, dei cristiani o dei cattivi cristiani.

La causa delle guerre in Africa non è dell'Europa e degli USA perché producono armi moderne e le vendono anche agli africani, poiché le armi moderne sono prodotte anche dalla Russia, dalla Cina, dall'India, dall'Indonesia, dal Canada e da tutti i paesi industrializzati poi gli africani si ammazzano tra loro con le armi da taglio come i coltelli, le sciabole, i maceti, l'assegai, che si producono da soli e che sono strumenti quotidiani di lavoro e di vita come dimostra il conflitto tribale in Ruanda tra gli Hutu e i Tutsi che fece 800mila morti e come dimostrano i nazi maomettani che sgozzano i bianchi, i neri, i turisti e i cristiani.
La causa delle guerre in Africa è il tribalismo etnico, il nazi maomettismo con il suo imperialismo coloniale, l'arretratezza, l'inciviltà e l'incoltura di molte aree e popolazioni africane.

3)
L'Europa e l'America (USA) non sono ricchi, hanno milioni di poveri, in particolare l'Europa del Sud e dell'Est, per esempio in Italiani vi sono milioni di famiglie di poveri, e milioni di disoccupati, gente che si suicida dalla miseria e dalla disperazione.
Questo ignorantissimo e dementissimoo Papa sembra non sapere o aver dimenticato che la fascia temperata e fredda della terra è quella dove le condizioni climatiche hanno costretto l'uomo a darsi da fare per adattarsi all'ambiente sfavorevole più freddo, inventandosi modifiche all'habitat e strumenti utili alla sua sopravvivenza tra cui l'industrializzazione, l'uso del petrolio e dell'energia nucleare, scarseggiando il calore del sole che invece abbonda in Africa e nell'Asia del Sud.

4)
Gesù l'ebreo non è stato migrante nel vero senso della parola ...

5)
La paura è un valore universale, una sana dotazione naturale comune a tutti gli animali, che aiuta le creature ad essere giustamente diffidenti, saggiamente prudenti e a proteggersi verso ciò e chi non si conosce e che potrebbe esserti nemico, portarti e farti del male, tra cui ridurti in schiavitù e ucciderti.

6)
Tutta la terra è stata popolata da esseri umani che un tempo erano nomadi e che si spostavano seguendo le linee storico-geografiche dell'evoluzione-espansione-diffusione umana nel Paleolitico e che poi nel Mesolitico con l'avvento dell'agricoltura e dell'allevamento si sono sedentarizzate/localizzate/territorializzate, e come è per tutte le creature e le loro comunità ognuna per sopravvivere e vivere ha necessità imprescindibile di un suo territorio specifico esclusivo.

7)
Non c'entra nulla il razzismo con la difesa e la protezione del proprio territorio, del proprio paese, dei suoi confini da chi potrebbe portarti e farti del male;
il razzismo è caso mai quello di chi non ha rispetto del tuo diritto esclusivo alla tua proprietà, alla tua terra, al tuo paese e che pretende di entrarvi senza autorizzazione costringendoti o imponendoti di accoglierlo, ospitarlo e mantenerlo, subendo le sue irrispettosità, la sua inciviltà predatoria, la sua disumanità, la sua incultura.
In verità o realtà razzista è chi che ti disprezza e ti demonizza, ti calunnia e ti incolpa di responsabilità che non hai, che non ti riconosce il diritto alla libertà, alla volontarietà, alla sovranità e che in nome dei suoi valori utopici innaturali e ingiusti come quello della fratellanza e della solidarietà universale ti vorrebbe ridurre in schiavitù.

8) I muri sono una necessità vitale universale ...
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:31 am

1)
La mafia non è un'invenzione degli italiani, caso mai è una specifica di certe popolazioni o etnie o aree socio culturali italiche; poi essa come organizzazione sociale malivitosa e criminale caratterizzata da prepotenza violenta predatoria è diffusa in tutta la terra.
Ad esempio una delle più grandi mafie mai esistite al mondo è quella mussulmana di Maometto dedita alla razzia delle carovane del deserto, così grande ed efferata da essersi dotata persino di un idolo e di una religione per motivare, unificare e rafforzare i suoi membri e la solidarietà tra loro, non è altro che una variante religiosa del tribalismo totemico.
Maometto che si impose razziando, depredando, derubando, estorcendo, rapinando, sequestrando, intimidendo, schiavizzando, uccidendo, sterminando.

Islam come mafia politico religiosa
viewtopic.php?f=188&t=2222


La mafia, la camorra e le altre organizzazioni criminali non sono specifiche di tutti gli italiani ma solo di alcuni:

Mafie e briganti terronici
viewtopic.php?f=22&t=2259

Il sud della penisola italica - i meridionali
viewtopic.php?f=139&t=2581


Le varie mafie nel mondo non sono di origine italiana
https://www.studiarapido.it/le-mafie-in ... KmjfaRS-hM

Le mafie nel mondo – A livello internazionale, si usa il termine mafie per organizzazioni criminali complesse, antiche, come le Triadi cinesi e la Yakuza giapponese, o più recenti, come i cartelli latino-americani, la mafia russa, albanese, nigeriana ecc.

Le Triadi cinesi.
Le Triadi sono nate nella Cina imperiale del XVII secolo come movimento politico per rovesciare la dinastia straniera dei Ching, originaria della Manciuria, e portare al potere quella dei Ming. Con il passare del tempo, però, si sono trasformate in vere e proprie organizzazioni criminali dedite alla corruzione, allo sfruttamento del gioco d’azzardo clandestino e della prostituzione, al traffico di stupefacenti, all’usura, a sequestri di persona a scopo di estorsione, alla gestione dell’immigrazione clandestina, alla falsificazione di carte di credito, passaporti, permessi di soggiorno ecc.

La Yakuza giapponese.
La Yakuza, il cui nome deriva da un popolare gioco di carte giapponese, è un’organizzazione suddivisa in circa 3500 gruppi, ognuno dei quali, composto in media da trenta, quaranta membri, è indipendente dagli altri. Non esiste infatti una «cupola», nel senso occidentale del termine, ma ogni clan ha un suo leader che controlla un territorio specifico, la cui estensione rispecchia l’egemonia della famiglia e il potere del boss. Le principali attività nelle quali è coinvolta la Yakuza sono: il traffico di stupefacenti, il gioco d’azzardo, le scommesse clandestine, lo sfruttamento della prostituzione e le estorsioni su tutto il territorio.
La mafia giapponese è riuscita inoltre a inserirsi gradualmente nell’econoomia legale penetrando nei mercati finanziari e nelle grandi multinazionali.

I cartelli colombiani.
La mafia colombiana gestisce il commercio clandestino della maggior parte della cocaina prodotta nel mondo ed ha accordi con Cosa Nostra americana, con la Camorra, la ‘Ndrangheta, la Sacra Corona Unita, la Yakuza giapponese e le Triadi cinesi.

La mafia albanese.
La mafia albanese trae enormi guadagni dallo sfruttamento della prostituzione, dal traffico di stupefacenti e sigarette e dallo sfruttamento dell’immigrazione clandestina.

La mafia russa.
Le principali attività della mafia russa sono il riciclaggio del denaro sporco, lo spaccio di banconote false, lo sfruttamento della prostituzione, il traffico di droga, armi, opere d’arte.

La mafia nigeriana
https://it.wikipedia.org/wiki/Mafia_nigeriana
La mafia nigeriana (anche mafia di Langtan dalla omonima cittadina della Nigeria) è un'organizzazione criminale di tipo mafioso nata in Nigeria e sviluppatasi anche in Niger, Benin e nel resto del mondo.
Formatasi agli inizi degli anni ottanta, in seguito alla crisi del petrolio, risorsa chiave del paese, che portò i gruppi dirigenti a cercare l'appoggio della criminalità per mantenere i loro privilegi. Così protetta, la criminalità organizzata ha potuto svolgere i propri traffici indisturbata o quasi, aiutata oltre che dall'appoggio di una parte del mondo politico del paese anche dallo scarso controllo che lo stato esercita sul vasto territorio nazionale. È una delle mafie più potenti e pericolose del mondo.

La mafia razzista e nazista degli zingari
Zingari: vittime o carnefici? Carnefici al 1000%
Zingari: vittime innocenti o carnefici razzisti e nazisti?
viewtopic.php?f=150&t=2790


La mafia millenaria e mondiale dei nazi maomettani, fondata da Maometto la peggiore di tutte
Islam come mafia politico religiosa
viewtopic.php?f=188&t=2222


La sempre notevole Ornella Mariani
Luca Amadio

https://www.facebook.com/permalink.php? ... 1271611780

“La mafia? Non l’hanno inventata i nigeriani… anche noi ne abbiamo tanti. La mafia è nostra, è italiana… I migranti ci portano ricchezza perché l’Europa è stata fatta da migranti”….

Queste le recentissime dichiarazioni di Bergoglio cui sfugge che l’Europa l’hanno fatta i Popoli stanziali e che i Migranti non portano ricchezze, ma miseria, tensioni sociali e violenza.

Quanto alla Mafia:
è Mafia anche quella del suo Clero pedofilo e affarista che, nel lontano 1517, introdusse la abominevole Taxa Camerae: un tariffario riferito al costo delle assoluzioni dai peccati già commessi ed a commettersi;
è Mafia anche quella che ha accolto nel sacro territorio il criminale Enrico De Pedis;
è Mafia anche quella che ha inghiottito Emanuela Orlandi;
è Mafia anche quella degli affari dello IOR e dei misteri delle morti di Roberto Calvi e Michele Sindona.

Il che ci porta a diverse conclusioni: Bergoglio è un impudente? Bergoglio è un ignorante?

Bergoglio è un imbarazzante e impudente Ignorante, con pretese teocratiche funzionali agli interessi dei suoi Amici: Erdogan, Abu Mazen, Maduro, Soros.
Ovvero un singolare caleidoscopio di Mafie.

Quanto alla genesi del termine: Giuseppe Carlo Marino, Diego Gambetta, Claudio Lo Monaco e Raymond Ibrahim assumono che esso, privo di qualsivoglia connessione con la lingua greca e latina, abbia radice araba: “Mahya” ovvero “Prepotenza” e che la “Onorata Società” sia stata importata in Sicilia nella drammatica fase della dominazione arabo/musulmana.
“Mahya” allotropo di Muhya ?
Mahya prepotenza nella lingua araba = muhya albltjt fi allughat alearabia (trad. google)


Non è, infatti, un caso che Islamismo e Mafia siano sostanzialmente analogici.

Qualche esempio:
se nella tradizione mafiosa il Padrino ha diritto alla più cospicua parte di bottino, nel versetto 8.41 del Corano è scritto: “ Un quinto del bottino acquisto dai Fedeli in combattimento spetta ad Allah e al suo Messaggero”….

Nella Mafia il Padrino ordina l’esecuzione dei propri Nemici; nell’Islam invalgono le medesime disposizioni, con l’esclusione di qualsiasi sentimento di pietà per chi tradisca l’Uno o l’Altro.

Il pizzo è il danaro esatto dalla Mafia in cambio di protezione; la Jizya è il tributo preteso dai Musulmani da Quanti, vivendo in una realtà maomettana, non si convertano: “… se rifiutano di accettare l’Islam” disse il Profeta, “pretendete da loro la jizya…”.

La Mafia “ordina” e punisce a morte la “disobbedienza”, l’Islam offre tre alternative: conversione, corresponsione della Jizya, morte: come accade quotidianamente nei territori di Siria e Iraq.

Rappresento alla abissale malafede di Bergoglio che, già tra l’848 e l’852, i Papi avevano provveduto alla sopravvivenza della Comunità pietrina con la costruzione di tre km di una imponente ed imperforabile cinta muraria dotata di quarantaquattro torri dell’altezza di quattordici metri: gli Islamici avevano saccheggiato e profanato il centro della Cristianità, come non avevano mai fatto Goti, Longobardi, Unni e Vandali.

È ora, forse, che: in nome della propugnata accoglienza, Bergoglio dìa un esempio facendo abbattere quelle mura; smetta di occuparsi di vicende estranee al proprio mandato; cominci ad esercitare il ruolo di Pastore e non quello di ottuso e protervo Ayatollah.

Posto che gli riesca!!!
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:32 am

2)
In generale le guerre al mondo ci sono sempre state e quelle odierne non sono responsabilità dei bianchi, dell'Occidente, del capitalismo, del mondo industriale, della cultura areligiosa europea, dei cristiani o dei cattivi cristiani.

La causa delle guerre in Africa non è dell'Europa e degli USA perché producono armi moderne e le vendono anche agli africani, poiché le armi moderne sono prodotte anche dalla Russia, dalla Cina, dall'India, dall'Indonesia, dal Canada e da tutti i paesi industrializzati poi gli africani si ammazzano tra loro con le armi da taglio come i coltelli, le sciabole, i maceti, l'assegai, che si producono da soli e che sono strumenti quotidiani di lavoro e di vita come dimostra il conflitto tribale in Ruanda tra gli Hutu e i Tutsi che fece 800mila morti e come dimostrano i nazi maomettani che sgozzano i bianchi, i neri, i turisti e i cristiani.
La causa delle guerre in Africa è il tribalismo etnico, il nazi maomettismo con il suo imperialismo coloniale, l'arretratezza, l'inciviltà e l'incoltura di molte aree e popolazioni africane.


Strage degli Hutu e dei Tutsi
viewtopic.php?f=110&t=454


Liberiamo l'Europa dai sensi di colpa, dai miti e dai pregiudizi
viewtopic.php?f=92&t=2669

Colonizzazione e decolonizzazione dell'Africa
viewtopic.php?f=194&t=1822

All'Africa e agli africani non dobbiamo nulla, ma proprio nulla, niente di niente, tanto meno agli asiatici e ai nazisti maomettani d'Asia e d'Africa. Ci dispiace per i cristiani ma non possiamo accogliere tutti perché non vi è spazio, non vi sono risorse e non c'è lavoro, in Italia vi sono già milioni di poveri, di disoccupati e di giovani costretti a migrare; e un debito pubblico tra i più alti del mondo occidentale che soffoca lo sviluppo e alimenta i parassiti e la corruzione. Gli africani si arrangino e restino in Africa a risolvere i loro problemi.
viewtopic.php?f=194&t=2494

Africa razzista, il continente nero è tra i più razzisti della terra
viewtopic.php?f=196&t=2750

Pensa prima alla tua gente e al tuo paese che ne hanno bisogno, invece che agli africani e all'Africa
viewtopic.php?f=205&t=2681
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:33 am

3)
L'Europa e l'America (USA) non sono ricchi, hanno milioni di poveri, in particolare l'Europa del Sud e dell'Est, per esempio in Italiani vi sono milioni di famiglie di poveri, e milioni di disoccupati, gente che si suicida dalla miseria e dalla disperazione.
Questo ignorantissimo e dementissimoo Papa sembra non sapere o aver dimenticato che la fascia temperata e fredda della terra è quella dove le condizioni climatiche hanno costretto l'uomo a darsi da fare per adattarsi all'ambiente sfavorevole più freddo, inventandosi modifiche all'habitat e strumenti utili alla sua sopravvivenza tra cui l'industrializzazione, l'uso del petrolio e dell'energia nucleare, scarseggiando il calore del sole che invece abbonda in Africa e nell'Asia del Sud.


Accoglienza o ospitalità imposta o forzata è un crimine contro l'umanità
viewtopic.php?f=196&t=2420

Nativi italici ed europei poveri, disoccupati che emigrano o si suicidano
viewtopic.php?f=205&t=2733
https://www.facebook.com/permalink.php? ... 7003387674
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:34 am

4)
Gesù l'ebreo non è stato migrante nel vero senso della parola ...



Gesù Cristo l'ebreo, in Israele non era uno straniero, non era un profugo, non era un migrante economico né un migrante parassita o criminale, non era un clandestino, non era un terrorista arabo-palestinese, non era un nazista maomettano, era semplicemente e integralmente un ebreo di Israele come lo erano i suoi genitori e Israele è la terra degli ebrei come Gerusalemme è la loro capitale.
I preti che la raccontano diversamente sono dei mentitori, dei bestemmiatori, degli eretici, dei figli del demonio.
viewtopic.php?f=197&t=2814
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 8341291350
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:35 am

5)
La paura è un valore universale, una sana dotazione naturale comune a tutti gli animali, che aiuta le creature ad essere giustamente diffidenti, saggiamente prudenti e a proteggersi verso ciò e chi non si conosce e che potrebbe esserti nemico, portarti e farti del male, tra cui ridurti in schiavitù e ucciderti.

Non portarti la morte in casa, non hai colpe né responsabilità
viewtopic.php?f=194&t=2624


Orrore, terrore, avversione e odio per il nazismo maomettano o sana e naturale islamofobia
viewtopic.php?f=188&t=2523
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 1751910232

La paura è una emozione universale sana e naturale come lo è il terrore per il male reale e la sua rappresentazione irreale o immaginaria.
Ed è un diritto e un dovere umano avversare e odiare il male che genera paura e terrore.

E tra il male vi è il nazismo razzista e totalitario che può essere hitleriano, maomettano, staliniano, ecc..
Islamofobia è la paura e l'odio per l'orrore ed il terrore del nazismo islamico o Islam.

L'odio e la paura per il nazismo maomettano o Islam non è il frutto di un pregiudizio assurdo, immotivato, illogico, razzista ma la logica conseguenza dell'esperienza storica e odierna e di quanto detto e fatto da Maometto e prescritto nel Corano che è il testo fondante del nazismo mussulmano.

L'islamofobia quindi non è una malsana fobia irrazionale ma è una paura dell'Islam, una sana, naturale e più che motivata e giustificata paura e avversione per l'orrore ed il terrore islamico o maomettano o mussulmano.



Crimini dei nazisti maomettani marocchini e africani in Europa
viewtopic.php?f=188&t=2753

Crimini e delitti dei clandestini, degli irregolari e di altri stranieri più o meno regolari o in attesa di regolarizzazione o di respingimento
viewtopic.php?f=194&t=1814

Violenza e stupri africano asiatico maomettani
viewtopic.php?f=194&t=2679

Il maomettismo o nazismo maomettano e i maomettani sono una minaccia per l'umanità intera
viewtopic.php?f=188&t=2667
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:36 am

6)
Tutta la terra è stata popolata da esseri umani che un tempo erano nomadi e che si spostavano seguendo le linee storico-geografiche dell'evoluzione-espansione-diffusione umana nel Paleolitico e che poi nel Mesolitico con l'avvento dell'agricoltura e dell'allevamento si sono sedentarizzate/localizzate/territorializzate, e come è per tutte le creature e le loro comunità ognuna per sopravvivere e vivere ha necessità imprescindibile di un suo territorio specifico esclusivo.

La mia terra non è la tua terra. Chiudere i porti e presidiare ogni metro di costa.
viewtopic.php?f=194&t=2784
La terra è di tutti ma ognuno ha la sua terra e la deve difendere. Chiudere i porti e presidiare ogni metro di costa e di confine.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Vivere e convivere contro natura

Messaggioda Berto » dom apr 07, 2019 3:37 am

7)
Non c'entra nulla il razzismo con la difesa e la protezione del proprio territorio, del proprio paese, dei suoi confini da chi potrebbe portarti e farti del male;
il razzismo è caso mai quello di chi non ha rispetto del tuo diritto esclusivo alla tua proprietà, alla tua terra, al tuo paese e che pretende di entrarvi senza autorizzazione costringendoti o imponendoti di accoglierlo, ospitarlo e mantenerlo, subendo le sue irrispettosità, la sua inciviltà predatoria, la sua disumanità, la sua incultura.
In verità o realtà razzista è chi che ti disprezza e ti demonizza, ti calunnia e ti incolpa di responsabilità che non hai, che non ti riconosce il diritto alla libertà, alla volontarietà, alla sovranità e che in nome dei suoi valori utopici innaturali e ingiusti come quello della fratellanza e della solidarietà universale ti vorrebbe ridurre in schiavitù.

Ecco quando le migrazioni sono e non sono invasioni e portano il bene e non il male
viewtopic.php?f=194&t=2603
https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 1496793523


Europa e i diritti negati e calpestati dei cittadini nativi europei
viewtopic.php?f=92&t=2682

Accoglienza o ospitalità imposta o forzata è un crimine contro l'umanità
viewtopic.php?f=196&t=2420

Ospitalità, non sempre è sacra - accoglienza come crimine e tortura
viewtopic.php?f=141&t=1911

Non deprediamo e non uccidiamo la nostra gente con l'irresponsabile accoglienza indiscriminata e scriteriata a spese delle scarse risorse pubbliche, dei nostri figli e nipoti e dei nostri compaesani e concittadini
viewtopic.php?f=196&t=2605
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Prossimo

Torna a Diriti e doveri omani naturałi e ogniversałi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron