Frison, Frisoni

Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:23 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:24 pm

Frison
http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ani/FRISON

Veneto 600
Lombardia 91
Piemonte 61
Friuli V.G. 27
Emilia-Romagna 25
Trentino A.A. 18
Valle d'Aosta 14
Lazio 13
Liguria 3
Toscana 3
Calabria 3
Campania 2


http://www.cognomix.it/mappe-dei-cognom ... ni/FRISONI
Emilia-Romagna 214
Lombardia 35
Lazio 29
Veneto 20
Liguria 13
Toscana 8
Umbria 5
Piemonte 4
Marche 3
Trentino A.A. 1
Calabria 1
Puglia 1
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:25 pm

FRISON FRISONE FRISONI

http://www.ganino.com/cognomi_italiani_f

Frison è tipicamente veneto, del padovano e del vicentino in particolare, Frisone ha un grosso nucleo a Messina, uno nel barese, ed uno a Genova, Frisoni ha un nucleo in Emilia e Romagna ed un ceppo, probabilmente secondario a Roma, dovrebbero derivare dall'etnico di Frigia ad indicare una provenienza dal popolo dei frisoni, a questo popolo appartennero vari corpi legionari.
integrazioni fornite da Pietro Frison
Si svolge una riunione annuale del clan Frison in cui viene ripercorsa la storia del cognome. Sembra che questo provenga effettivamente dalla Frisia (Isole Frisone) con origine anteriore al 1300. I Frisoni si spostarono dalle isole nel tardo '700 al seguito delle truppe napoleoniche e si fermarono numerosi nel veneto dopo il trattati di Campoformido 17 ottobre 1797. Una enclave piuttosto numerosa si stabilì nell'Altipiano dei sette comuni (Enego) per dedicarsi all'allevamento dei bovini. Parte di questi si trasferì mano a mano in pianura.

https://www.antenati-italiani.org/it/co ... 204-frison



FRISA FRISI FRISO
http://www.ganino.com/cognomi_italiani_f

Frisa, molto raro, ha un ceppo in Abruzzo, uno in Sicilia ed uno nell'alessandrino, Frisi è ancora più raro, Friso è invece ben consolidato in Veneto, in particolare nel padovano, potrebbero derivare da un nome Frisus originato dall'etnico della Frisia, una provincia del nord dei Paesi Bassi, di quest'uso si ha un esempio: "...Spaen dictus Friso procurator...", in uno scritto del 1500 si legge: "...Ecce autem obscuro simulatus nomine Babo cum Brisca venit: et clarus de gente vetusta Badigenum Frisus: celebris cui gloria patrum, et generis cui certat honos, animosaque virtus....", molto meno probabile un collegamento con il vocabolo latino frisium (fregio, ornamento normalmente in oro).
integrazioni fornite da Giovanni Vezzelli
Frisa, Friso sono anche cognomi pugliesi che potrebbero avere alla base il toponimo Frisa nel teatino, oppure il termine dialettale 'frisa' col significato di 'specie di ciambella cotta al forno'. Minervini, 216.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:25 pm

.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:26 pm

Frisia
https://it.wikipedia.org/wiki/Frisia
La Frisia (frisone occidentale: Fryslân; frisone settentrionale: Fraschlönj, Freesklöön, Freeskluin, Fresklun, o Friislön’; frisone orientale: Fräislound; frisone orientale della Bassa Sassonia: Freesland; gronings: Fraislaand; tedesco e olandese: Friesland; danese: Frisland) è la regione geografica costiera dell'angolo sud-est del Mar del Nord compresa tra la parte settentrionale dei Paesi Bassi e l'estuario del fiume Vidå, in prossimità del confine danese-tedesco.
La regione è stata storicamente abitata dai Frisoni, una popolazione germanica, il cui apogeo è stato il Regno di Frisia nell'VIII secolo. Tra il IX ed il XV secolo, con la Libertà Frisona, la Frisia ha goduto di autonomia amministrativa particolare, rispondendo alla sola autorità dell'Imperatore del Sacro Romano Impero e non attraverso un feudatario, come avveniva nella maggioranza dei casi all'epoca. La Libertà Frisona ebbe termine dopo più di un secolo di guerre tra le fazioni degli Schieringers e dei Vetkopers. Gli eventi storici (invasioni di Franchi, Sassoni, Vichinghi) ed eventi naturali, in particolare l'inondazione di Santa Lucia del 1287 che, superando le dune costiere della Frisia centro-occidentale, permise al Mare del Nord di riversarsi nell'interno e formare lo Zuiderzee (l'attuale IJsselmeer), separando la Frisia Occidentale dal resto della regione, hanno portato alla frammentazione della regione e della popolazione, per cui oggi esistono minoranze frisone nei Paesi Bassi e in Germania. La frammentazione ha influito anche sul linguaggio: dal frisone medievale sono derivate varie varianti locali.

https://it.wikipedia.org/wiki/Frisoni
I Frisoni o Frisiani (in frisone occidentale: friezen, in frisone settentrionale: fresken) sono un gruppo etnico germanico nativo delle zone costiere dei Paesi Bassi e della Germania. Sono concentrati nelle provincie olandesi di Friesland e di Groningen ed, in Germania, nella Frisia orientale e settentrionale, quest'ultima appartenuta alla Danimarca fino al 1864. Storicamente, la regione occupata dai frisoni è conosciuta come Frisia. La Lingua frisone (in tutte le sue varianti) è ancora parlata da quasi 500.000 persone; dialetti del frisone sono riconosciuti come lingue ufficiali sia nei Paesi Bassi che in Germania.
I Frisoni o Frisi erano un'antica popolazione germanica che nel I secolo era insediata sulla costa del Mare del Nord, fra la Schelda e il Weser, negli attuali Paesi Bassi e Germania. In particolare, andando da ovest ad est: sulla costa settentrionale olandese, nel nord-ovest della Bassa Sassonia, nella striscia costiera tedesca fino al confine con la Danimarca e sulle Isole Frisone. Lo storico romano Tacito nel suo libro Germania menziona i Frisoni come una delle popolazioni "Ingvaeones" (germanici del Mare del Nord, in verde-bluastro nella cartina).

Durante l'impero di Augusto, nel corso delle campagne militari di Druso maggiore, i Frisi decisero "spontaneamente" di essere annessi all'Impero Romano. Ciò nonostante, nel 47 il generale romano Gneo Domizio Corbulone soffocò nel sangue il loro tentativo di riconquistare l'indipendenza.


Libertà Frisona
https://it.wikipedia.org/wiki/Libert%C3%A0_Frisona
La Libertà Frisona (in lingua frisone Fryske frijheid) è stata una dipendenza autogovernata del medievale Sacro Romano Impero, esistita tra il IX secolo e il 1498. Durante il periodo della Libertà Frisona l'area non ebbe un signore regnante che possedeva e amministrava le terre. La Libertà Frisona, che durante la sua massima estensione copriva tutta la regione storica della Frisia, si sviluppò nel vuoto amministrativo causato dalle dispute sui diritti rivendicati dai vari signori locali.

La Libertà Frisona era suddivisa in seelânnen, territori autonomamente amministrati che rispondevano alla sola autorità dell'Imperatore del Sacro Romano Impero. I territori, nonostante l'autonomia, seguivano comunque una politica e un sistema giuridico comune. I delegati dei seelânnen si incontravano presso Aurich in occasione della Pentecoste in un 'Upstalsboom, Consiglio per armonizzare le regole e le leggi su tutto il territorio della Frisia, al motto Eala Frya Fresena (in piedi, Frisoni liberi). Dal 1361 gli incontri si tennero anche a Groninga.

La Libertà Frisona terminò nel 1498, dopo più di un secolo di guerra civile tra le fazioni degli Schieringers e dei Vetkopers, quando l'imperatore Massimiliano I d'Asburgo cedette la Frisia quale feudo ad Alberto III di Sassonia quale risarcimento per un debito di 300 000 fiorini. Per farsi riconoscere dai frisoni come feudatario, Alberto, dovette comunque ripetutamente affrontarli con le armi, non riuscendoci. Neanche il figlio, Giorgio di Sassonia riuscì nell'intento e nel 1515 vendette il titolo di signore a Carlo II di Gheldria che riuscì a sottomettere definitivamente la Frisia occidentale e la Frisia centrale solo nel 1524.

Alla Libertà Frisona succedette la Signoria di Frisia. La città di Groninga costituì però un'eccezione e rimase una città stato fortificata, anche se formalmente non riconosciuta come tale dall'imperatore, fino al 1536, quando fu creata la Signoria di Groninga.

Regno di Frisia
https://it.wikipedia.org/wiki/Regno_di_Frisia
Il regno di Frisia, conosciuto anche con il nome di Magna Frisia, era un regno localizzato nella regione storica della Frisia, corrispondente approssimativamente alla zona costiera dei Paesi Bassi e il nord ovest della Germania, fondato approssimativamente verso l'anno 600. Il regno cessò la sua indipendenza dopo la battaglia di Boarn del 734, quando il suo re Bobbo (o Poppo) fu sconfitto dai Franchi. Da quel momento la Frisia entrò a far parte del regno Franco. Molti re hanno regnato sulla Frisia, ma la loro esistenza, eccetto pochi casi, non è mai stata provata sia perché le fonti sono basate su leggende sia perché manca una storiografia. I Frisi svolsero nel periodo immediatamente precedente e poi successivo alla conquista franca un ruolo importantissimo nel commercio. Questo ruolo inizia a risaltare nella storia soltanto da pochi decenni, in seguito alle scoperte archeologiche. Il centro principale all'epoca era Dorestad.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:26 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Frison, Frisoni

Messaggioda Berto » ven mag 04, 2018 8:27 pm

Vacca frisona
https://it.wikipedia.org/wiki/Frisona
La razza frisona, come suggerisce il nome, è originaria della regione della Frisia, a cavallo tra i Paesi Bassi e la Germania. La regione è particolarmente vocata all'allevamento bovino da latte, grazie al clima mite, che consente la crescita del pascolo e più in generale delle essenze foraggere per buona parte dell'anno. Solitamente in quest'area il sistema di allevamento è semintensivo e gli animali sono condotti dalle stalle al pascolo e viceversa per buona parte dell'anno. Sin dalle origini l'aspetto esteriore di questi bovini è stato quello di animali armonici e vigorosi, con buoni diametri trasversali e con una eccellente capacità addominale. Il temperamento è vivace e nervoso. Caratteristica della razza è la pezzatura con aree a pigmentazione bianca e nera che si alternano sul mantello e solitamente sono nettamente delineate le une rispetto alle altre.



La vaca burlina
viewtopic.php?f=44&t=80
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29171
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm


Torna a Cognomi dei veneti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron