Astego, Asteghelo, Lastego, Lastebàse/Alte, Laste, Lastaroli

Astego, Asteghelo, Lastego, Lastebàse/Alte, Laste, Lastaroli

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 8:00 am

Astego, Asteghelo, Lastego, Lastebàse/Alte, Laste, Lastaroli
viewtopic.php?f=45&t=340

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... 02/113.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... py25y1.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /02/35.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /02/44.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... eganse.jpg

So l'Astego a vago a caminar, a corar, a noar, a ranpegarme so li arbari, a canotar, a tirar co la fionda, a lexar a l'onbria dei selgari, a far jinastega, a saltar so i prioti de i scaini ke ralenta l'acoa, a magnar more e morete, amoli e bronbe, fighi e pometi, tuti selvadeghi; ogni tanto sorciàpo (sorprendo) lievori e faxani ke li salta fora da i buxi e da soto le siexe e rusàre e li scanpa cofà saete co le recie alte e le ale al vento; a 'olte encroxo ligaori bei verdi e scarbonàsi longhi e negri; a ghè i grej de piegore co coalke cavareta, can pastori e museti; se rancontra aironi e sciapi de grole; ogni tanto pasa coalke cavalier, çicloamador col ranpeghin e motorato da cross caxinari spacarecie. Co vago su, a go en vanti de mi, sol fondo de la vixion i Monti Cinbri e a sanca el Monte Sagro Suman.
L'Astego lè la me Afrega, el me paradixo terestre, co ghe vago drento me par de entrar entel paleoletego; pecà k'a ghe sipia on mucio de scoàse e de porcarie portà da singani e da pora xente sensa creansa par la nostra tera.

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tego-2.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tego-4.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tego-1.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... tego-3.jpg

Astego, Asteghelo, Lastego, Lastebàse/Alte, Laste, Lastaroli
viewtopic.php?f=45&t=340

Suman (Monte Suman) - el monte sagro dei veneti – monte coxmego
viewtopic.php?f=45&t=125
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:48 pm

Da: Toponomastega Veneta de Dante Olivieri:

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /02/57.jpg


Da: Dizionario di toponomastica di Pellegrini, Marcato e altri, edizione 2007:

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /02/63.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:49 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:50 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:51 pm

Torente Lastego (a Crespan del Grapa)

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ARTASC.gif

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... astego.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /02/03.jpg

http://utenti.quipo.it/colettisb/montegrappa/astego.htm

Il Servizio Forestale Regionale del Veneto ha realizzato a Crespano del Grappa (Treviso) il Vivaio Astego, in cui sono ricostruiti gli ambienti che si incontrano alle diverse altitudini, a partire dalle quote più elevate fino alla pianura.

http://www.comune.crespano.tv.it/docume ... o_1328.doc
... I signori Gazzola Luigi, Baccega Giuseppe e Gazzola Vally, sono proprietari di alcuni terreni situati in prossimità del torrente Astego, individuati dai mappali n. 790,791,793 del foglio 13 del Comune di Crespano del Grappa. ...

Valle S. Liberale
Profonda incisione nel versante meridionale del Massicio del Grappa, a metà tra i canali di Brenta e di Piave. Ne esce il torrente Astego, tributario del Muson e quindi del Brenta. Molto frequentati i suoi sentieri e le sue vie attrezzate.


Lastego torente del Grapa (prov. TV)
https://photos.google.com/album/AF1QipP ... _uDKT079L4

Immagine


Parco brolo-orto-jardin de Lastego
https://photos.google.com/album/AF1QipP ... d0I4GiyFhA

Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:53 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:55 pm

???


Toponemi del Regno Onido:
http://www.worldcitydb.com/united_kingd ... state.aspx

...Assington Astail Astbury Astel Asterley Asthall Astle Astley (5 casi) Abbots Aston (7 casi) Aston Botterell Aston Cantlow Aston Clinton Aston End Aston Ingham Aston Pigot Aston Pigott Aston owant Aston Tirroid Aston Trussell Astwick Astwood Astwood Bank Aswarby Aswardby ...


Edronemi del Regno Onido:
...

Edronemi de la França:
...

Astic (Francia)
Immagine
Astega (Gran Bretagna)
Immagine
Astega, Cornovaja (Regno Unito)
Immagine
Astica (Argentina), prestito europeo:
Immagine
Astica (Bolivia), prestito europeo:
Immagine


Toponemi tirolexi:

Astach, Asten

http://www.worldcitydb.com/tirol_in_austria_state.aspx
Immagine
Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 9:58 pm

Riepilogando le diverse etimologie:
da:
http://www.comune.montecchioprecalcino. ... a_mont.htm

L’ASTICO:
L’astico costeggia, ad est, Preara e Montecchio per tutta la loro lunghezza e ne costituisce il confine naturale con Breganze e Sandrigo.
Nel nostro territorio comunale il torrente misura 230 corde metriche, cioè 4,6 chilometri.
La larghezza media del letto è di 150 metri:in prossimità del murazzo veneziano sono 168 m., mentre all’altezza dell’ultima briglia sud sono 133 m.
L’Astico è interamente costeggiato da argini costituiti da una parte erbosa ed una lastricata.
Per rallentare la corsa delle acque sono state costruite otto briglie, la cui altezza diminuisce gradatamente.
Gli argini (in dialetto “Teraji) del nostro torrente sono divisi in tre, i primi sono chiamati “Maredana” (cioè la parte tenuta a prato stabile per evitare il dilavamento), i secondi chiamati “Scarpon” (cioè la scarpata ripida, rafforzata da un rivestimento di pietra, per evitare l’erosione delle acque) e gli ultimi detti “StroSeto” (cioè il sentiero che sta al centro della zona più alta degli argini).

Le notizie più antiche relative all’Astico si trovano nell’Anonimo Ravvennate, ma se ne palra anche in altri documenti dello stesso secolo, dove compare come “luxta Fluvio Astago” e viene considerato fra i principali fiumi della nostra regione.
Il nome, nei secoli successivi, subisce varie trasformazioni e diventa prima Lastego, poi Astego e infine, stabilmente, Astico.

Notizie illuminanti si trovano nel libro “Storia del Territorio Vicentino” del Padre Gaetano Maccà edito a Caldogno nel 1815.

1)
Secondo questo famoso storico, il nome di “Astico” è derivato da “laste”, poiché il torrente lambisce i piedi della montagna che si chiama “Lastebasse” e scorre per n lungo tratto sopra lastre di pietra che in dialetto sono dette “Laste”, da cui il nome medioevale “Lastego”.

2)
Altri studiosi hanno pensato al latino “astacus”, cioè “granchio”, o perché le sue acque erano ricche di qualche prelibato crostaceo o perché, al pari di un granchio che dilata o ritrae le sue chele e le sue zampe, il suo letto si amplia o si ritrae a seconda dei periodi di piena e di magra.

3)
Altri ancora lo farebbero derivare dal tedesco “hasting”, che significa “precipitoso”, per la ripidità della prima parte del suo corso;

4)
per finire c’è chi, nella parola “Astico”, ha trovato radici etrusche e paleovenete: “as” significherebbe “acqua” e “tico” sarebbe il nome di una divinità.
Astico quindi indicherebbe un “corso di acqua sacra a un dio”.


Prime conclusioni:

Le ipotesi 2 (astacus = granchio) e 4 (as = acqua e tico = divinità etrusca) sono completamente insensate;

per l'ipotesi n. 3 (da lästig = impetuoso):
è poco probabile che 'idronimo Astico e i toponimi affini in Europa, siano da accostare come derivati direttamente dalla voce goto-germanica Lastig (in realtà lästig), "irruento, impetuoso"; per il semplice fatto che i nomi un tempo non si traevano da aspetti secondari della realtà, che oltretutto non gli identificano in tutto l'arco dell'anno, spesso d'estate i torrenti sono in secca e quindi non sono affatto impetuosi.
I nomi, un tempo, quando non vi erano i satellitari e i GPS, quando mancavano le carte topografiche, le mappe e il binocolo, il nome doveva contenere le informazioni necessarie a identificare il luogo/oggetto nello spazio, bidimensionale del piano o tridimensionale del monte, una semplice e sintetica mappa orale di poche sillabe agglutinate indicanti la specifica esatta per rintracciare e individuare il luogo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » mer gen 08, 2014 10:58 pm

Notizie illuminanti si trovano nel libro “Storia del Territorio Vicentino” del Padre Gaetano Maccà edito a Caldogno nel 1815.

1)
Secondo questo famoso storico, il nome di “Astico” è derivato da “laste”, poiché il torrente lambisce i piedi della montagna che si chiama “Lastebasse” e scorre per n lungo tratto sopra lastre di pietra che in dialetto sono dette “Laste”, da cui il nome medioevale “Lastego”.


Da sto livro:
Immagine


CAPITOLO VII - MONTAGNA DELLE LASTE
La Montagna delle Laste ovvero dove nasce L'Astico

Prima di affrontare gli argomenti scottanti collegati a queste montagne vogliamo esprimere una nostra personale opinione relativa all'assenza di un oronimo principale che definisca complessivamente il luogo come avviene ad es. per la Lessinia o l'Altopiano dei Sette Comuni.
Per indicare alcuni settori della zona vengono utilizzati i nomi più svariati: Laste Alte, Laste Basse, Sette Montagne, Altopiani di Folgaria, Altopiano dei Fiorentini ecc.
Una gran confusione che disorienta sia il semplice turista che l'escursionista più smaliziato, rendendo debole lo sforzo di valorizzare alcuni settori di questo territorio.
Per la verità da parte Trentina è stato fatto un notevole lavoro per crescere la recettività turistica, ma crediamo che un progetto di valorizzazione complessiva dell'area porterebbe ben altri frutti.

Detto questo, rimarrebbe il tema spinoso: come chiamare quest'area montuosa?
Anzi, al di là di qualsiasi argomentazione, il problema rimane comunque perchè facendo scelte non corrette si cancellerebbe ingiustamente e senza appello oltre un millennio di storia.
L'unico nome, incontrovertibile, da usare per queste montagne può essere solamente: le Laste.
Montagne o Altopiano che siano, il... delle Laste deve rimanere indubitabilmente immutato perchè da esse nasce il fiume Astico, il fiume delle Laste, il quale scorre circondandole come in un'abbraccio.

L'Astico in epoca Romana si chiamava anche (da fonti antiche in latino) Medoacus Minor, poi cambiò nome.
Non sappiamo in che secolo ci fu questo cambiamento, però il toponimo Laste doveva esistere molto prima che il fiume fosse battezzato Lastego, dizione mutatasi in Astego - Astico.
La sorgente dell'Astico si trova in località Ortesino, poi il fiume scende in direzione nord-est e compiendo due curve si volge decisamente a sud, circondando e "isolando" al suo interno tutta l'area montuosa che gli è tributaria dei piovani.
Caldogno nel 1600 ne fa una descrizione piuttosto accurata:
la... Montagna... delle Laste... si divide in due parti...
-le Laste di Sotto, che al piede sono bagnate dall’Astico...
-le Laste di Sopra, le qual sul capo d'ogni intorno sono minacciate da più alti monti... (1) Le Laste di sotto et di sopra s'intrecciano per mezzo d’alcuni scaglioni a guisa d'una larga et eminente scala...(2)
Caldogno quindi parla di Montagna riferendosi come nell'uso antico ai pascoli alpini e alle aree boschive, toponimo che secondo la moderna geografia ora indicherebbe soprattutto le cime dei monti, orografia e idrografia del luogo parlano chiaro: ogni altra attribuzione diversa da questa appena esposta sarebbe storicamente errata.
(1)Si tratta del Torraro e di Monte Maggio.
(2)Manoscritto pag. 30.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Astego e Astegheło

Messaggioda Berto » gio gen 09, 2014 9:03 am

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 27745
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Prossimo

Torna a Astego Nostro - Par on Parco de l'Astego

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron