Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » lun giu 23, 2014 11:43 am

Summanus, il dio dei fulmini notturni

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... Berlin.jpg

Summano (Summanus), il dio dei fulmini notturni era una divinità minore assimilata a una manifestazione di Giove (o Zeus) che era la divinità del fulmine diurno.

http://www.tanogabo.it/mitologia/greca/Summanus.htm

Questo dio sarebbe stato importato a Roma insieme ad altri culti sabini dal re Tito Tazio.
Ogni 20 giugno, giorno del solstizio d'estate, ricorreva la festa di Giove Summano, il dio nell'atto di scagliare fulmini notturni, considerati molto più temibili di quelli diurni.
A Giove Summano venivano fatte offerte come un segno propiziatorio, prevalentemente si trattava di focacce di farina, latte e miele a forma di ruota, dette Summanalia. La ruota potrebbe essere un simbolo solare.

Un tempio in onore di Summano costruito nel 278 a.C. sorgeva a Roma. Nel 197 a.C. però questo tempio venne colpito da un fulmine. Si racconta che il fulmine colpì proprio la statua del dio, staccandogli la testa la quale cadde poi nelle acque del Tevere.

Questo fatto fu interpretato come se il dio pretendesse un tempio tutto suo; così lo ebbe e gli fu dedicato nel Circo Massimo.

Dopo aver avuto il proprio tempio, pare che Summano si staccò da Giove, per diventare uno degli dei Infernali, addetto ai fulmini notturni.

Secondo Marziano Capella (De nuptiis 2.164) Summanus è un altro nome per indicare Plutone come il "più alto" (summus) del Manes .

Questa identificazione è ripresa dai successivi scrittori come Camões ("Se nel regno tenebroso Summanus '/ punizione più severa ora sopportare ...") e Milton , in una similitudine per descrivere Satana in visita a Roma:
"Proprio così Summanus, avvolto in un vortice di fumo fiamma blu, cade su persone e città "

Sant'Agostino ricorda che in tempi precedenti Summanus era stato più elevato di Giove, ma con la costruzione di un tempio che era più magnifico di quello di Summanus, Giove è diventato più onorato...
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » lun giu 23, 2014 12:15 pm

Monte Summano sede dell’ultimo paganesimo?

http://www.antika.it/006550_monte-summano.html

Partendo dal toponimo risulta già facile la connessione col mondo infero: se si considera l’etimologia derivante dalla fusione delle parole Summus Manium, ovvero il “principale fra gli dei Mani”, l’attenzione è portata sul nume che presiedeva la reggenza del mondo infernale, Plutone, re dei morti. ???

La prerogativa notturna del dio si riverbera nell’altra possibile etimologia da sub manus, “prima del mattino”. ???

Se invece si presta fede alla derivazione strettamente onomastica bisogna considerare il Summano come sede di Summanus, divinità dei fulmini e delle precipitazioni notturne (paredro di Giove) e di origine sabino-etrusca. Nel pantheon romano venne assimilato a Plutone e a lui fu eretto un tempio presso il Circo Massimo a Roma. (1)

Nel 1815, il sacerdote Gaetano Maccà scrisse che sulla sommità del monte fu eretto al dio Summano un tempio con la sua statua e l’iscrizione, incisa sul basamento:
PLUTONI SUMMANO ALIISQ. DIS STIGYIS
[Trad.: “A Plutone Summano e alle altre divinità (infere) dello Stige”]

Inoltre l’autore riferisce la notorietà del santuario e l’affluenza di fedeli che vi accorrevano da Roma e da varie località dell’Italia. (2)

Tra XVI e XVIII secolo, alcuni storici locali e prevosti si interessarono al mistero del “monte pagano” e tramandarono le leggende e dicerie circa il santuario infero; tra questi ricordiamo Barbarano, Sainiello, Castellini e Giordano. Lo storico Mozzi, nei suoi “Cenni storici” asserì di aver visto, nel 1812, le fondamenta e i resti di parte dell’alzato del tempio.

Come ultima testimonianza indiretta dell’esistenza di culti pagani sul Summano si annovera la tradizione agiografica di San Prosdocimo, vescovo di Padova, che nel I secolo d.C. distrusse il tempio e la statua di Plutone edificando poi una chiesa dedicata alla Madonna.

Gli scavi e le scoperte a Monte Summano
La zona del monte Summano presenta alcune testimonianze della frequentazione di genti preistoriche a partire dal IV millennio a.C. La grotta di Bocca Lorenza infatti divenne sede di un culto e in essa, nel 1909 e negli anni ‘60, tornarono alla luce tre asce di rame, utensili di selce, cocci di ceramica di “vasi a bocca quadrata” (VBQ), alcune ossa umane, denti animali e conchiglie forate per essere usate come pendagli. (3)

Tutti i reperti rinvenuti nelle campagne di scavi sono stati spartiti tra il Museo Archeologico dell’Alto Vicentino a Santorso (Vi), il Museo di Santa Corona a Vicenza e la collezione privata Cibin. La grotta venne occupata e frequentata dal IV millennio a.C. a fini sepolcrali e/o cultuali arrivando fino al XVII secolo d.C., quando fu utilizzata come riparo temporaneo. (4)

Cruciale è l’anno 1932, momento nel quale venne effettuato uno scavo non con finalità archeologiche ma monumentali: venne posta la croce marmorea che ancora oggi sovrasta la vetta. Francesco Rando trascrisse la scoperta di ossa animali combuste, di alcune medagliette e di frammenti ceramici (il tutto perduto) oltre alla presunta sede di un tempietto delle Ninfe Augustee con l’iscrizione votiva e la presenza del sepolcro di un tale Caio Vario Prisco, probabilmente un veterano di Aquileia del I secolo d.C. (5)

La cima del monte fu interessata dai rinvenimenti di dieci bronzetti votivi di oranti e figure-divinità recanti simboli di abbondanza. Questi reperti sono andati perduti, tranne tre. (6)

Gli ultimi scavi, dal 2008 al 2010, sono stati proficui poiché hanno portato alla luce due statuine d’argento, alte 4 cm. La prima raffigurante un eroe o dio dotato di scudo, asta, corto mantello o leontè (pelle del leone di Nemea, ucciso da Ercole) ed elmo, identificabile quindi con Marte o Ercole. L’altra è una divinità femminile in trono, protettrice della fertilità e dell’abbondanza ma anche legata al mondo ctonio come ricordano i serpenti e la patera per libare (probabilmente si tratta di Cerere o della divinità retico-venetica Reitia).

ceramica rinvenuta
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ario-2.jpg

momento dello scavo
Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... rio-31.jpg

Un altro reperto, un astragalo datato al VI-IV secolo a.C., fornisce alcuni dati sulle pratiche oracolari della seconda Età del Ferro. Circa cento monete, oggetti di bronzo e argento e resti di strutture romane e preromane sono la prova ineccepibile dell’esistenza di un nucleo cultuale, se non addirittura residenziale, vista la presenza di numerose tegole (embrici). Ma il contesto archeologico risulta profondamente intaccato dagli scavi delle trincee della Prima Guerra Mondiale.

Alla luce di tali scoperte è ormai doveroso affermare che sulla sommità del monte Summano fosse stato edificato un tempio, un sacello o un’edicola sacra dedicata a divinità infere-ctonie riviste poi dal punto di vista della religione romana. La frequentazione del santuario si può inquadrare tra II secolo a.C. e IV d.C. in base alle evidenze numismatiche e toreutiche.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » lun lug 07, 2014 7:57 am

Sumeri da łe cràpe nere
(migranti da i monti del Caocaxo come l’Ararat o da i monti de l’India come el Meru ?)

Da ła Montagna Coxmega de ła tera dei migranti a ła Ziqurrat ke ła reprodouxe/raprexenta ente ła nova tera mexopotamega piana, dexertega e sensa monti ke toke el çeło o caxa de Dio el Pare Nostro.


Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... 10/kw7.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... /10/59.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » ven nov 07, 2014 11:53 pm

Pararia kel nome Suman del nostro Monte Sagro o Santo nol sipie coeƚo pristorego e reto-ogagno-venetego ma kel sipia on batexo de ƚi doti fato ente ƚi ani omanesteghi a partir dal XVI° secoƚo.
Prasiò tute ƚe specuƚasion so ƚa pristoria, fate a partir da sto nome, ƚe perde de senso e vaƚor.



Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... no-580.jpg
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » sab nov 08, 2014 9:49 pm

El doparo del fogo ente ƚa cuxina e pal riscaldamento de ƚe caxe ente ƚa Coultura de Fritzens-Sanxeno, del Sciapo de Magrè e de ƚa Valcamonega
https://drive.google.com/file/d/0B_VoBn ... AtUTg/edit


L'utilizzo del fuoco nella cottura degli alimenti e nel riscaldamento degli edifici della Cultura di Fritzens-Sanzeno, del Gruppo di Magrè e della Valcamonica
https://www.academia.edu/1529349/Lutili ... alcamonica


Caxe venete: da łe pałifate a łi caxoni
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... Rnblk/edit

El vilàjo del Monte Corgnon a Louxiana
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... dzdW8/edit

I Reti
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... V5ak0/edit
viewtopic.php?f=134&t=513

Xgrafadura o scritura reta o retega 1
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... lJN2s/edit
Xgrafadura o scritura reta o retega 2
sorte e skei
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... MwOE0/edit
Xgrafadura o scritura reta o retega 3
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... ZEOEU/edit

Tirar a sorte, trar ła sorte
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... QwYVU/edit

Raetia/Retia/Rezia etimoloja
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... VzdDg/edit
viewtopic.php?f=45&t=171

Noreja/Noreia, *Noretia, Nortia, Nurtia, Norzia, Ortia, Nerta, Nertho/Nerthus, *Nertia, Reitia/Rhetia, Norne, Roxmerta, ...
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... Nobm8/edit

Fate, Moire, Parke, Norne, Matronae, Angoane
Pora Reitia Sainatei Vebelei
viewtopic.php?f=44&t=49
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... dtd1U/edit
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » sab nov 22, 2014 11:30 pm

L'alfitomanzia o critomanzia
http://it.wikipedia.org/wiki/Alfitomanzia

L'alfitomanzia o critomanzia è la divinazione per mezzo della farina d'orzo o di alimenti preparati con la farina d'orzo.
"Alfitomanzia" deriva dal greco "ἄλφιτον (álphiton)" (farina d'orzo) e "μαντεία (mantéia)" (divinazione), mentre "critomanzia" deriva da "χριθή (chrithḗ)" (orzo).

Storia
L'alfitomanzia esisteva già nell'antichità (in latino: alphitomantia), ma non si sa come si praticasse. Della critomanzia (in latino crithomantia) si sa che era praticata con le focacce o coi pani offerti in sacrificio agli Dei, oppure spargendo della farina d'orzo sulle vittime sacrificate.
Nel Medioevo esisteva una pratica chiamata "alfitomanzia" per indurre la confessione: veniva preparato un pane d'orzo speciale, molto salato, tanto che diventava difficile inghiottirlo,[senza fonte] e chi non ci riusciva veniva giudicato colpevole. Da tale pratica medievale deriva il detto: "Se v'inganno, possa strangolarmi questo pezzo di pane".

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... -suman.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... -piato.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... a-2271.jpg

Pitaƚe e pitaro, phiale

Padeła (farsora), paeła, paeja, *pateła, patena/patina, patera, *pateia/*patecia, tecia, tecchia/tegghia/teglia/*tega, tegame, tegameła, gameła/gamella, teraja/terraglia, terrina, ...

viewtopic.php?f=44&t=956
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » ven feb 13, 2015 3:34 pm

Hua Shan, il sentiero più pericoloso del mondo

http://www.viaggiandonelmondo.it/hua-shan

Immagine
Immagine
Immagine
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » mer dic 16, 2015 5:28 am

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » mer apr 13, 2016 8:09 pm

El 25 del avril a vago en montagna, vago sora el me Monte Soman, el monte sagro dei veneti, altro ke en piàsa San Marco a festajar sto santo venesian e łe so spoje fetiçiste e eidołatre. Valtri venesiani e venesianisti tegnive el vostro San Marco ke mi a me tegno el me Monte Soman; semo pì en coste a D-o sol Monte Soman ke en Piàsa o drento ła baxełega de San Marco.


Marco (etimoloja) - on santo cristian de łi veneti de mar ma anca de coełi de tera
viewtopic.php?f=44&t=86

https://www.facebook.com/alberto.pento/ ... 6326136541

Mi a so veneto vixentin e no so venesian, dapò a so aidoło. San Marco lè el santo parón dei venesiani e de ła Repiovega Veneta a domegno venesian ke no ła ghè pì e łè anca el segno dei venesianisti ke łi vuria el torno de ła Serenisima, ke par mi no ga gnaon senso. San Marco lè el seinboło del mito de Venesia col so enpero e par mi el mito de Venesia co łi so domegni łè n'entrigo par ła łebertà dei veneti e del Veneto. Lè n'evaxamento dei çarvełi ca enpedise de raxonar e dadrio a ghè on mucio de połedeganti, coulturanti, fanfaroni, antidemograteghi e fiłoromani.
Cara Silvia ti va pur a Venesia, mi a ghe so ndà par tanti ani, ma deso a vago sol me Monte Soman. Mi a vago endoe ca me sento mejo e pì a caxa mia.


Mi, da sora el Monte Suman a vardarò tuta ła nostra tera veneta fina al mar, ła vardarò co l'amor ke ga sti ebrei ixraełiani par el so Ixrael e gavarò i oci e l cor encrià e sfrantà da ła tristesa:

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... o-tera.jpg


25 marso e 25 apriłe feste venesiane
viewtopic.php?f=122&t=1553
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Suman (el monte sagro de i Veneti) – monte coxmego

Messaggioda Berto » dom giu 19, 2016 8:42 am

Li ensemenii ke fa pasar i veneti par romani

Summanalia della Tribus Venetia presso il Monte Summano
https://www.facebook.com/events/831952383601873

Nelle prealpi venete sorge un monte, sede di antichi culti. Un luogo di confine fra il mondo venetico e quello retico. Un luogo che gli antichi romani indicarono come la sede di Summanus, divinità della folgore notturna, sommo dei Mani, legato al culto degli inferi ed al concetto della fertilità e della rinascita. La Tribus Venetia celebrerà i Summanalia con un solenne rito sulla cima del monte. La partenza è prevista da Piovene Rocchette alle ore 9.00, con un percorso fino alla vetta che prevederà l’aspersione di semi esotici durante il cammino. All’arrivo in vetta seguirà il rito e l’epulum, pranzo a sacco che condivideremo con gli altri.

Communitas Populi Romani
https://www.facebook.com/CommunitasPopuliRomani

Roma - il mito tra il vero e il falso
https://www.facebook.com/groups/romailm ... roeilfalso
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 29859
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Altre credense e credense ogniversałi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron