Le ensemense só e contro łi ebrei e Ixrael

Le ensemense só e contro łi ebrei e Ixrael

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:55 am

Le ensemense só e contro łi ebrei e Ixrael
viewtopic.php?f=197&t=2178



Rasixmo e rasisti contro łi ebrei e Ixrael
viewtopic.php?f=25&t=1413

Idiozie e odio contro Israele e gli ebrei
viewtopic.php?f=197&t=2662
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:56 am

I ebrei łi xe i sasini de Cristo.

Łi sasini de l’ebreo Cristo - I romani
viewtopic.php?f=176&t=342
https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnR ... dtS1k/edit

Immagine

Sti kì łi xe łi pexo!


Avventismo profetico
http://www.avventismoprofetico.it/index.php

Francesco nella Sinagoga di Roma: ebrei nostri fratelli e sorelle maggiori

«Voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede». Papa Francesco ha salutato così gli ebrei romani - e questa volta anche le ebree - ricordando «la bella espressione “fratelli maggiori”» già usata da Giovanni Paolo II [e Benedetto XVI]... «Nè la violenza nè la morte avranno mai - ha quasi gridato il Papa - l'ultima parola davanti a Dio, che è il Dio dell'amore e della vita. Noi dobbiamo pregarlo con insistenza affinchè ci aiuti a praticare in Europa, in Terra Santa, in Medio Oriente, in Africa e in ogni altra parte del mondo la logica della pace, della riconciliazione, del perdono, della vita"...

"Allora Pilato, riuniti i capi dei sacerdoti, i magistrati e il popolo, disse loro: «Voi mi avete portato quest'Uomo, come Uno che perverte il popolo; ed ecco, dopo averlo esaminato alla vostra presenza, non ho trovato in Lui nessuna delle colpe di cui Lo accusate, e neppure Erode, perché Lo ha rimandato a noi; in realtà Egli non ha fatto nulla che meriti la morte... Perciò Pilato, desiderando liberare Gesù, parlò loro di nuovo. Ma essi [Scribi e Farisei e popolo ebreo] gridavano, dicendo: «Crocifiggilo, crocifiggilo». Per la terza volta, egli disse loro: «Ma che male ha fatto Costui? Io non ho trovato in Lui alcuna colpa che meriti la morte... Ma quelli insistevano con grandi grida, chiedendo che fosse crocifisso; e le loro grida e quelle dei capi, dei sacerdoti, finirono per prevalere. Pilato allora decise che fosse fatto ciò che chiedevano"
Matteo 23:13-24.

"Per questa ragione anche la sapienza di Dio ha detto: "Io manderò loro dei profeti e degli apostoli, ed essi ne uccideranno alcuni ed altri li perseguiteranno". Affinché sia chiesto conto a questa generazione del sangue di tutti i profeti, che è stato sparso fin dalla fondazione del mondo: dal sangue di Abele... ne sarà chiesto conto a questa generazione. Guai a voi dottori della legge! Perché avete sottratto la chiave della scienza; voi stessi non siete entrati e ne avete impedito l'accesso a coloro che entravano"
Luca 11:49-53.

"Perciò, ecco io vi mando dei profeti, dei savi e degli scribi; di loro ne ucciderete e crocifiggerete alcuni, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città, affinché ricada su di voi tutto il sangue giusto sparso sulla terra, dal sangue del giusto Abele... In verità vi dico che tutte queste cose ricadranno su questa generazione" Matteo 23:34-36.


FRATELLI MAGGIORI??!! ANTICRISTO: JE SUIS LE TERRORISTE!

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... 117194.jpg


PILATO credendo nell'innocenza di Cristo, esortò la classe dirigente ebraica a non ucciderLo (Luca 23:20-24) e chiese a Gesù di difendere la Sua causa, ritenendo di avere il potere di liberarLo o di farLo crocifiggere. GESU’ GLI RISPOSE: “Tu non avresti nessun potere su di me, se non ti fosse stato dato dall'alto. Perciò chi Mi ha consegnato nelle tue mani ha una colpa più grande” Giovanni 19:11

La condanna di Gesù per i “MANDANTI” della Sua morte, cioè gli ebrei, era di gran lunga più grave della colpa dei romani, “esecutori” della Sua crocifissione. GESÙ MISE A FUOCO IL METODO che la classe dirigente ebraica avrebbe continuato a usare nel corso dei secoli all’ombra dei poteri secolari e religiosi, attuando i suoi piani diabolici (Giovanni 8:44) con l’azione di “interposte persone o poteri” per raggiungere i suoi fini. Avrebbe in tal modo sbandierato una falsa innocenza addossando ad altri la colpa.

GESÙ DIPINSE COSÌ LA CLASSE DIRIGENTE EBRAICA “sepolcri imbiancati: all'esterno belli a vedersi, ma dentro pieni di ossa di morti e di ogni putridume… giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro pieni d'ipocrisia e d'iniquità” Matteo 23 Possiamo leggere in questo versetto l’opera dell’Anticristo Giudeo-Israelita dei nostri giorni. Massoneria, servizi segreti, gruppi di terrore di varie denominazioni, sono creati e finanziati dall’Anticristo per creare caos, povertà, morti. E’ tempo di sacrifici.
L’ISIS ha una grande ricchezza, un’organizzazione efficace e armi sofisticate, chi lo finanzia?

Si accusa i musulmani, chi li usa? Chi li finanzia? Chi li guida? L’Anticristo Ebreo, attraverso i vari organi a loro sottomessi, come uccise CRISTO per mano romana, così uccide il CRISTIANESIMO, la memoria di CRISTO e l’autorità di DIO PADRE, azzerando con scandali "scoperti" al momento opportuno l'influenza di autorità religiose Cristiane (cattoliche) all'interno del Vaticano e trattando con le milizie mercenarie, il tradimento a Gesù del Protestantesimo apostata (Falso Profeta), arresi all'Anticristo per "trenta monete d'argento". Il fuoco delle rivolte esteso in tutto il mondo porterà presto ad un controllo militare finché l’Anticristo prenderà il potere mondiale (Apocalisse 17:12-13) e le 12 Tribù disperse d’Israele inizieranno a regnare, non con la misericordia e la giustizia che distingue l’opera di DIO, ma con lo spirito di menzogna e coercizione di Lucifero.



Sti kì łi xe cusì ensemenii ke gnanca a ghe vien enamente ke Cristo el jera ebreo, n'eretego ebreo.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:56 am

Rasixmo contro łi ebrei
viewtopic.php?f=25&t=1413

El rasixmo, łe colpe e łe responsabełetà de łi ebrei
viewtopic.php?f=25&t=468


L'ANTISEMITISMO CRISTIANO, PIÙ ANTICO DELL'ISLAMICO
https://www.facebook.com/zio.Ferdinando ... 8868329586

Nella Prima Lettera ai Tessalonicesi di Paolo di Tarso, databile intorno all’anno 50, a proposito degli ebrei vi si legge: “Costoro hanno ucciso il Signore Gesù e i profeti, hanno perseguitato noi, non piacciono a Dio e sono nemici di tutti gli uomini. Essi impediscono a noi di predicare ai pagani perché possano essere salvati. In tal modo essi colmano sempre di più la misura dei loro peccati! Ma su di loro l’ira è giunta al colmo” (2,15-16).

Questo testo di san Paolo trasmette sugli ebrei le seguenti convinzioni:
1) sono colpevoli della morte di Gesù;
2) non piacciono più a Dio;
3) coltivano un senso di inimicizia verso tutti gli uomini;
4) il loro peccato ha suscitato l’ira divina, giunta oramai al colmo.

È da notare anche l’equivalenza tra ebrei che impediscono la predicazione cristiana, ed ebrei che uccisero Gesù. Perché, essendo evidente per ragioni cronologiche che non si tratta delle medesime persone, si ha qui l’inaugurazione del concetto di colpa collettiva.


Franco Matteo Mascolo
Probabilmente ce l'aveva soltanto con gli Ebrei più fanatici e chiusi che volevano lasciare i Gentili nel loro brodo...e con i dirigenti Ebrei che preferirono sacrificare Yeshua per evitare contraccolpi armati dei Romani (almeno come deducibile dal vangelo di Giovanni, il discorso di Giuseppe Caifa al Sinedrio, nel caso fosse stata realtà cronachistica oggettiva); non andrei giù così pesante su Saulo-Paolo, era stato fanatico nel perseguitare i "Nozrim",sarà rimasto un poco altrettanto fanatico nell'avercela con gli ex colleghi rigoristi anti-Nozrim---
Inoltre è possibile che alcune espressioni siano state mal tradotte in greco, se dettate a discepoli di lingua aramaica - per non parlare della possibilità di "aggiustamenti" della lettera in senso ambiguo-polemico...


Alberto Pento
Se si considera il cristianismo come una eresia dell'ebraismo si può convenire che l'antisemitismo religioso cristiano si origina nel conflitto interno all'ebraismo tra l'ortodossia ebraica e l'eresia ebraico cristiana.
Se vi è fanatismo religioso questo è palesemente più quello ebraico cristiano che quello ebraico ortodosso, che è innegabile come è palese e innegabile quello di Cristo originato nel suo fideismo e nella sua esaltazione presuntuosa e idolatra di credersi prima il Messia e poi figlio di Dio e Dio Stesso.
Questa presunzione fanatica e idolatra dell'ebreo eretico Gesù Cristo si è trasmessa ai suoi seguaci nei secoli.



LE RADICI dell'anti-giudaismo prima e dell'antisemitismo dopo, nel cristianesimo:
La SHOAH con i suoi milioni di morti è occorsa agli ebrei per aver 'rifiutato il messaggio cristiano' ?
Hitler quindi fu uno strumento della collera divina?
https://www.facebook.com/zio.Ferdinando ... 1171664689

Se questa macabra teologia della storia avesse un minimo senso, occorrerebbe chiedersi allora quale potrebbe essere la ragione teologica del genocidio di quasi due milioni di armeni, di fede invece cristiana, avvenuti prima della Shoah. Nonché di tutte le stragi che la storia conosce da Caino ai nostri giorni.
In questo modo si trasforma Dio nel più mostruoso criminale di tutti i tempi, uno da cui prima ci si libera meglio è, il che peraltro è quanto sta progressivamente e sistematicamente avvenendo in Occidente.

Cattedrale di Strasburgo (1230): la chiesa trionfante, la sinagoga sconfitta.


Franco Matteo Mascolo
La Torah dei 10 Comandamenti nè è amata dai Gentili, nè è propagandata dagli Ebrei, spesso neanche sotto la forma dei 7 ordini di precetti noachidi, ecco il dramma !! - e i fanatici pseudo credenti musulmani ne approfittano per presentarsi come i salvatori delle patrie internazionali... les neo-parvenus...

Alberto Pento
Non si tratta di Dio ma dell'interpretazione di Dio scambiata per Dio e quindi divenuta automaticamente idolatria. Da qui si origina il male, da questa presunzione idolatra, dall'idolo religioso scambiato per Dio che come conseguenza porta all'esaltazione, al fanatismo e al disprezzo.
Il fanatismo esaltato maomettano è ancora maggiore di quello cristiano, poiché la sua presunzione è molto più grande come è più grande la violenza che vi si accompagna.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:57 am

La teoria del complotto giudaico include varie teorie del complotto, in base alle quali si ritiene che il popolo ebraico sia responsabile di tramare a danno di tutti gli altri popoli degli stati del mondo per diverse finalità soprattutto economiche.

https://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_de ... o_giudaico

Teorie riguardanti un presunto complotto ebraico emergono a partire dal medioevo europeo spagnolo, quando le comunità giudaiche venivano demonizzate e usate come capro espiatorio per fenomeni e casi fittizi, quali avvelenamento dei pozzi d'acqua e uccisione e sacrificio di infanti, peste, e per fenomeni sociali più generali per i quali era utile trovare un capro espiatorio (usura, povertà e disoccupazione).

Un notevole contributo alla diffusione delle teorie del presunto complotto ebraico si deve alla artificiosa divulgazione dei Protocolli dei Savi di Sion, un documento del 1903 smascherato come un palese falso già nel 1921, ma tuttora circolante in ambienti antisemiti in vari Paesi, che descrive i passaggi di un presunto complotto giudaico per il dominio del mondo.

I Protocolli dei Savi di Sion diffondono un'idea già presente in alcuni testi russi dell'Ottocento. Il più noto è Il libro del Kahal di Jacob Brafman. Con questo testo Brafman vuole dimostrare che il kahal è un vero e proprio "governo talmudico" pronto a dominare la Russia. Kahal, da termine indicante la forma di autogoverno delle comunità ebraiche dell’Europa orientale, acquisirà il significato di potenza occulta che, attraverso una cospirazione planetaria, attua il programma di dominazione del mondo, dirige la mano armata del nichilismo nel suo attacco all’Europa, e realizza il progetto di disgregazione fisica e morale dell’Impero russo. Le fantasie di Brafman, che faranno da cornice alla futura produzione giudeofobica e si cristallizzeranno nella cultura russa, costituiscono parte del contesto "mitico" alla base dei Protocolli dei Savi di Sion.]


Le argomentazioni

Alcune di queste teorie descrivono il comunismo, il marxismo, il bolscevismo e la massoneria come correnti di pensiero politico che sarebbero ipoteticamente state fondate e diffuse dall'ebraismo mondiale, con il presunto scopo di dominare il mondo. L'idea di un presunto collegamento comunismo-ebraismo deriva dal fatto che Karl Marx avesse origini giudaiche, e lo stato sociale dei suoi genitori fosse stato fondamentale all'elaborazione delle sue teorie politiche, e che alcuni capi di movimenti comunisti e socialisti fossero nati in famiglie ebraiche.[senza fonte]

La presunta influenza di una lobby ebraica nell'economia occidentale è parte integrante dell'intera ideologia antisemita. Alcune di queste teorie si rifanno alla famiglia Rothschild, che grazie al suo capitale emendava prestiti alle monarchie europee del XIX secolo e li vedeva restituiti con alti interessi, e che spesso era protagonista di varie "teorie del complotto" per via della sua forte influenza nelle politiche dei paesi cui faceva versamenti di capitale.

Altre teorie si rifanno alle immigrazioni extraeuropee che portarono migliaia di immigrati ebrei europei, soprattutto tedeschi e polacchi, a viaggiare per gli Stati Uniti d'America, ed a costituirvi una forte minoranza che riuscì nelle decadi successive a costituire forti presenze nel mondo mediatico e finanziario.

Seguendo la teoria del complotto giudaico, grazie ad un'immigrazione controllata dall'ebraismo mondiale, gli ebrei americani sarebbero i presunti artefici di fenomeni negativi che hanno pervaso il Novecento, come il comunismo e il capitalismo.


Il dibattito contemporaneo

Forme recenti di questi antichi pregiudizi antisemiti hanno assunto la forma di leggende urbane. Dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 contro le Torri Gemelle fu diffusa la falsa notizia secondo cui oltre 4.000 dipendenti ebrei che lavoravano al World Trade Center e al Pentagono non si sarebbero presentati a lavoro il giorno degli attentati, avvisati preventivamente dal servizio segreto israeliano, il Mossad, o perché consapevoli dei fatti in quanto complici del complotto.

La notizia ha preso corso il 17 settembre, pubblicata e diffusa in Medio Oriente da una TV vicina all'organizzazione libanese Hezbollah. Ma cinque giorni prima, il giorno seguente agli attacchi, il Jerusalem Post in un'edizione straordinaria, già citava la stima provvisoria di 270-400 ebrei rimasti uccisi nel WTC. Nei mesi successivi alcuni siti web, di orientamento antisemita e negazionisti dell'Olocausto, ripresero e diffusero strumentalmente la falsa notizia.

Secondo le tesi personali ed indimostrate di altri complottisti, invece, gli attentati sarebbero stati formulati da un presunto "ebraismo mondiale" con l'ipotetico scopo di destabilizzare il mondo in favore della causa di Stati Uniti e Israele. In opposizione a queste credenze antisemite è intervenuta l'Anti-Defamation League, che ha pubblicato un resoconto in risposta alle false accuse sul coinvolgimento degli ebrei negli attentati

Su Internet, uno dei leader di al-Qāʿida, Ayman al-Zawahiri, si è detto indignato dalle teorie fatte circolare da Hezbollah e sostenute dall'Iran, accusando quest'ultimo di essere coinvolto nell'invasione dell'Iraq e nell'Afghanistan.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:57 am

I Protocolli dei Savi di Sion o degli Anziani di Sion

https://it.wikipedia.org/wiki/Protocoll ... vi_di_Sion

I Protocolli dei Savi di Sion o degli Anziani di Sion (in russo: Протоколы сионских мудрецов?, traslitterato: Protokoly Sionskich Mudrecov) sono un falso documentale, creato con l'intento di diffondere il disprezzo contro gli ebrei. Fu pubblicato nei primi anni del XX secolo nella Russia imperiale dalla Okhrana, la polizia segreta zarista, in forma di documento segreto attribuito a una fantomatica cospirazione ebraica e massonica il cui obbiettivo sarebbe impadronirsi del mondo.

La natura di falso fu appurata già fin dai primissimi tempi successivi alla pubblicazione di detti Protocolli, avvenuta per la prima volta nel 1903 attraverso un libro di Sergei Nilus; in particolare, una serie di articoli pubblicati sul Times di Londra nel 1921 dimostrarono che gran parte del materiale era frutto di plagio da precedenti opere di satira politica e romanzi, non correlate agli ebrei.

Nonostante la comprovata falsità di tali documenti, essi riscossero ampio credito in ambienti antisemiti e antisionistie rimangono la base, specie in Medio Oriente, per avvalorare la teoria della cosiddetta cospirazione ebraica. I Protocolli sono considerati la prima opera della moderna letteratura complottista. Presentata come un'esposizione di un piano operativo degli "anziani" ai nuovi membri, descrive i metodi per ottenere il dominio del mondo attraverso il controllo dei media e della finanza e la sostituzione dell'ordine sociale tradizionale con un nuovo sistema basato sulla manipolazione delle masse.

L'opera fu divulgata per la prima volta da coloro i quali si opponevano al movimento rivoluzionario russo e diffusa ulteriormente dopo la Rivoluzione russa del 1905. In seguito alla Rivoluzione d'ottobre che fece collassare l'Impero russo e il dominio dello zar, e in particolare durante gli anni venti e trenta, l'idea che il bolscevismo fosse una cospirazione ebraica per il dominio mondiale diventò uno degli strumenti più utilizzati nell'ambito della propaganda fascista e di estrema destra e in questo contesto i Protocolli, sebbene frutto di invenzione fraudolenta, diventarono il testo di riferimento per dare contenuto a quell'idea. Sebbene dopo la seconda guerra mondiale l'uso sistematico dei Protocolli sia diminuito, il testo è ancora, soprattutto nel mondo islamico, un'arma molto usata, anche da ambienti governativi e ufficiali, per inculcare l'odio antisemita in un pubblico che non dispone di una libera stampa e di strumenti critici per valutare il testo.

I Protocolli continuano ad essere strumentalizzati ancora oggi anche al di fuori del mondo islamico; nella Chiesa ortodossa russa e in Giappone ad esempio rimangono un caposaldo della propaganda antisemita di destra.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:58 am

Massoneria (fata rivar dai ani de Salomon)

https://it.wikipedia.org/wiki/Massoneria

La massoneria (definita anche Arte Reale) è un'associazione iniziatica e di fratellanza a base morale che si propone come patto etico-morale tra uomini liberi. Un patto da intendersi non come un'operatività socio-politica, ma come tensione collettiva, di tutti gli affiliati all'associazione, alla via di perfezionamento delle più elevate condizioni dell'umanità.
Spesso è stata al centro di studi, inchieste ed approfondimenti soprattutto nell'ambito delle teorie del complotto.

In ambito massonico le radici ideali della massoneria vengono fatte risalire alla costruzione del tempio di Salomone e in termini storici essa viene ritenuta derivante dalle corporazioni o gilde di muratori del Medioevo. Tuttavia nessuno storico dà valore alla tesi per cui l'associazione risalirebbe addirittura ai tempi di Salomone; e non esistono neppure documenti, storicamente accertati, che dimostrino la continuità tra le corporazioni medioevali e le logge massoniche di cui si è accertata l'esistenza nella seconda metà del XVII secolo.



Massoneria e Giudaismo

http://destatevi.org/massoneria-e-giudaismo

Il Giudaismo ha indubbiamente esercitato una fondamentale influenza sulla Massoneria. Esistono perciò delle importanti affinità o stretti rapporti tra la Massoneria e il Giudaismo, che peraltro in ambito ebraico vengono da taluni riconosciute apertamente, e io dico, non potrebbe essere altrimenti. Ecco alcune testimonianze in tal senso.
Il rabbino Elia Benamozegh su La vérité israélite ha affermato: «Lo spirito della Massoneria è lo spirito del giudaismo nelle sue credenze più fondamentali; sono le sue idee, è il suo linguaggio, è quasi la sua organizzazione […]. La speranza che sostiene e fortifica la Massoneria è la stessa che illumina e irrobustisce Israele nella sua via dolorosa mostrandogli nell’avvenire il trionfo certo. L’avvento dei tempi messianici, che altro non è se non la constatazione solenne e la proclamazione definitiva degli eterni principi di fratellanza e di amore, l’associazione di tutti i cuori e di tutti gli sforzi nell’interesse di ciascuno e di tutti, e il coronamento di questa meravigliosa casa di preghiera di tutti i popoli, di cui Gerusalemme sarà il centro e il simbolo trionfante» (cfr. E. Benamozegh in La vérité israélite [La verità israelita], 1865, pag. 74; cit. in L. de Poncins, La Franc-Maçonnerie d’après ses documents secrets [La Massoneria secondo i suoi documenti segreti], Beauchesne et Fils éditeurs, 1941, pag. 265), e nel suo scritto pubblicato postumo Israele e umanità, affermò che ‘la teologia massonica corrisponde abbastanza bene a quella della Qabbalah’ e che ‘uno studio approfondito dei monumenti rabbinici dei primi secoli dell’era cristiana fornisce numerose prove che l’hagaddah era la forma popolare di una scienza segreta, che offriva, con i metodi d’iniziazione, impressionanti analogie con l’istituzione massonica’.
Il rabbino Isaac Mayer Wise (1819-1900), ha detto; «La Massoneria è un’istituzione ebraica la cui storia, i Gradi, gli incarichi e le parole d’ordine sono ebraiche dal principio alla fine» (cfr. I. Wise in The Israelite of America («L’Israelita d’America»), del 3 agosto 1866; cit. in J. Ousset, Pour qu’Il règne («Affinché Egli regni»), 1949, pag. 250).
The Jewish Tribune: «La Massoneria è basata sul giudaismo. Eliminate dal rituale massonico gli insegnamenti dell’ebraismo e cosa ne resta»? (cfr. The Jewish Tribune («La tribuna ebraica»), New York, del 28 ottobre 1927).
Il filosofo e teologo ebreo Gershom Scholem ha affermato: ‘I legami fra ebraismo e massoneria sono strettissimi, anzi inscindibili’ (La Cabala, Edizioni ‘Mediterranee 1992).
Questi stretti legami li ha attestati anche Giuliano di Bernardo, ex Gran Maestro del GOI, dicendo: ‘D’altra parte c’è sempre stato un rapporto forte tra ebraismo e massoneria: …. Vi è sempre stato interesse da parte degli ebrei per la massoneria …. esiste quindi un interesse dottrinale di Israele e dell’ebraismo per la massoneria’ (Ferruccio Pinotti, Fratelli d’Italia, pag. 399-400).


«Lo spirito della Massoneria è lo spirito del giudaismo nelle sue credenze più fondamentali; sono le sue idee, è il suo linguaggio, è quasi la sua organizzazione».
- Rabbino Elia Benamozegh
http://www.centrosangiorgio.com/occulti ... oneria.htm


La potentissima Massoneria ebraica dà il benvenuto a Francesco I
http://giacintobutindaro.org/2013/03/16 ... rancesco-i

L’Anti-Defamation League (ADL) ossia la Lega Antidiffamazione, ha accolto bene l’elezione al soglio pontificio del cardinale argentino Jorge Bergoglio.

Abraham H. Foxman, il direttore nazionale della ADL ha emesso un comunicato in cui ha affermato tra le altre cose: ‘Ci congratuliamo con il nuovo Papa e gli auguriamo il bene nella sua nuova importante responsabilità. Crediamo che l’elezione di Francesco I è un momento importante nella storia della Chiesa. Noi non vediamo l’ora di lavorare con lui per continuare a promuovere i rapporti tra Cattolici ed Ebrei come abbiamo fatto con i suoi predecessori. C’è molto nel suo passato che ci rassicura per il futuro (We congratulate the new Pope and wish him well in his important new responsibility. We believe that the election of Francis I is a significant moment in the history of the Church. We look forward to working with him to continue to foster Catholic-Jewish relations as we have with his predecessors. There is much in his record that reassures us about the future)’.

Fonte: http://www.adl.org/press-center/press-r ... ancis.html

Che cos’è l’Anti-Defamation League? Il giornalista Ferruccio Pinotti nel suo libro Fratelli d’Italia, la definisce ‘una delle più influenti organizzazioni ebraiche americane, figlia del B’nai B’rith, una sorta di potentissima massoneria in rapporti con molti gruppi di potere’ (Ferruccio Pinotti, Fratelli d’Italia, Terza edizione BUR Futuropassato, 2008, pag. 474), e cita una dichiarazione del massone Giuliano Di Bernardo, ex Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, che afferma: ‘La ricerca delle certezze lo porta [l’uomo] a vedere, sotto una luce nuova non più negativa, i poteri forti che, in modo più o meno occulto, hanno guidato le sorti dell’umanità. Si tratta di quei poteri secolari come, ad esempio, gli ordini preposti all’esercizio del potere temporale che esistono all’interno di alcune Chiese (l’Opus Dei nella Chiesa cattolica), la massoneria, certe organizzazioni ebraiche (l’Anti-Defamation League) e altre’ (ibid., pag. 465). Come potete vedere, un massone di alto grado come il Di Bernardo ha definito La Lega Antidiffamazione uno dei poteri forti.

Mi pare dunque evidente che il nuovo ‘papa’ faccia parte anche lui di coloro che assieme alla Massoneria e agli Illuminati vogliono instaurare il Nuovo Ordine Mondiale.
Chi ha orecchi da udire, oda.
Giacinto Butindaro


Le origini ebraiche della Massoneria e l’assalto massonico alla Chiesa
agosto 30, 2015
http://antimassoneria.altervista.org/le ... suoi-scopi

Il rabbino Eugenio Zolli, divenuto cattolico, diceva giustamente: «L’opposizione tra ebrei e cristiani si riduce ad una diversa interpretazione della Bibbia». Satana, ispirando loro un’interpretazione materialistica dei profeti, è riuscito a fare del popolo eletto per dare al mondo Cristo, il più grande nemico di Cristo e della Sua opera, la Chiesa. Nei (SCARICA I PROTOCOLLI DEI SAVI DI SION) gli ebrei dicono: «Siamo destinati a governare il mondo. I nostri profeti ci hanno detto che noi siamo stati eletti da Dio stesso per governare tutto il mondo. Dio stesso ci ha dato la capacità perché arriviamo a risolvere questo problema».
«La nostra razza ha una superiorità universale su tutte le altre razze» . «La mentalità dei cristiani è istintiva, irragionevole, come quella degli animali» . «I cristiani sono come un gregge di pecore» . «Al posto dei governi attuali, noi metteremo un colosso che si chiamerà Amministrazione del Governo Supremo» . Queste idee sono particolarmente penetrate nella mentalità dei giovani d’oggi d’Israele. Tra di essi, a Gerusalemme, circola lo slogan: «Servi di nessuno, possibilmente padroni di tutti». II – (scarica il ”talmud smascherato”)
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:59 am

Gli ebrei uccidono i bambini
Questi ed altri slogan antisemiti su un sito web islamico egiziano rivolto ai bambini.

http://www.israele.net/gli-ebrei-uccidono-i-bambini

image_1163Messaggi esplicitamente antisemiti su un sito web rivolto ai bambini, gestito dai Fratelli Musulmani egiziani. “Lo sapevi?” – si legge nel sito – Gli ebrei che occupano la nostra terra e i nostri luoghi santi in Palestina progettano di conquistare il resto dei paesi musulmani e di creare una Grande Israele dal Nilo all’Eufrate. Vogliono anche scavare la tomba del nostro beneamato Profeta [Mohammed, Maometto]”.
Lo riferisce un documento diffuso dal Middle East Media Research Institute (MEMRI) che mostra ancora una volta un quadro inquietante di antisemitismo e in generale di istigazione all’odio in Medio Oriente, fino al livello di frasi come: “Assassinio di bambini, parte integrante della religione ebraica”.
Questa volta, tuttavia, gli autori non si concentrano solo sugli ebrei, ma anche sui cristiani, invocando il jihad (guerra santa) e rivendicando persino il possesso della Spagna. Il tutto in un sito web per bambini che compare anche sulla pagina principale dei Fratelli Musulmani egiziani.
Il sito si apre con le lodi del jihad, mentre una delle pagine principali, tutta coperta con lo slogan: “Il Profeta combatte il jihad”, dice: “Il Profeta ha combattuto un jihad contro gli infedeli e gli ipocriti e li ha sconfitti. L’infermo è il loro destino”.
Il sito contiene anche la celebrazione della lotta armata in Afghanistan e in Iraq, e dice che l’Afghanistan “è attualmente sotto occupazione dell’America, che aspira a impadronirsi di tutto il mondo islamico”.
Dopo la sezione che celebra il jihad, compaiono sezioni con messaggi antisemiti come ad esempio: “Sapevate che spesso i criminali ebrei maledirono il nostro maestro? Sapevate che gli ebrei hanno cercato molte volte di assassinare il nostro beneamato messaggero [Mohammed, Maometto], ma che Allah lo ha salvato dai loro tentativi? Sapevate che la corruzione e l’eversione nel mondo sono il risultato di atti e complotti ad opera degli ebrei, che hanno interesse a deviare la gente dalla via di Allah?”.
Il sito parla anche della “mia grande terra patria” e menziona Andalusia e Spagna, dicendo che fanno parte della terra patria musulmana insieme a luoghi come Egitto, Damasco, la moschea di al-Aqsa sul Monte del Tempio, Istanbul, la Bosnia-Herzegovina, le isole moldave.

(Da: YnetNews, 12.04.06)


“Questi pazzi di ebrei uccidono i loro bambini”
20/03/2012
di Dario Ferri
I neonazi di Stormfornt e la strage di Tolosa: "E' un complotto del Mossad. Il killer come Breivik? Almeno ha fatto centro"

http://www.giornalettismo.com/archives/ ... ro-bambini

Le indagini continuano, nel sud della Francia. Il killer con il casco sul suo scooter nero che da più di una settimana terrorizza l’area intorno a Tolosa con omicidi professionali, mirati e senza pietà viene inseguito da tutte le forze di polizia francesi, compreso l’antiterrorismo. A farsi strada è, prepotentemente, la pista neofascista: un ex soldato, o forse un paramilitare, si aggirerebbe per la regione del Midi-Pirenei uccidendo sui ex-commilitoni di origine immigrata, e aprendo il fuoco praticamente all’impazzata contro un gruppo di bambini della scuola ebraica di Tolosa. Ma c’è chi non crede a questo tipo di ricostruzioni.

E’ COLPA DEL MOSSAD! – No. C’è chi la pensa diversamente, e dice: “Questi ebrei si uccidono fra di loro”. Più o meno, letteralmente. Sono gli attivisti di Stormfront, il forum per i “bianchi fieri di esserlo” come ci disse il moderatore della sezione italiana in un’intervista su queste pagine qualche tempo fa. Eravamo all’indomani degli avvenimenti di Firenze in cui Gianluca Casseri, vicino all’organizzazione di destra Casapound, era sceso in strada e aveva ucciso due senegalesi prima di togliersi la vita; tutti i giornali avevano riportato i commenti che gli utenti di Stormfront avevano lasciato nel commentare l’accaduto. Anche in questo frangente il forum, sia in lingua francese, sia in lingua italiana, è pieno di pareri e posizioni riguardanti i fatti di Tolosa. Che, come dicevamo, propongono – senza alcuna dimostrazione, per vero, mentre invece la pista a carico dei neonazisti continua a prender corpo – una diversa interpretazione della tragedia che ha visto morire quattro persone davanti alla scuola. Altro che “pericolo neonazista”, quel che è successo a Tolosa è un autentico ed evidente “complotto del Mossad”, il servizio segreto israeliano, che non si fa problemi ad uccidere bambini israeliani pur di rimettere al centro del dibattito la questione sionista in Europa. C’è anche chi si distanzia da questa ricostruzione ma in generale, sia fra gli utenti francesi, sia fra quelli italiani, l’idea che la colpa sia addossata ad un militante di estrema destra da identificare come capro espiatorio in questa “Europa sionista e sovietica” la fa da padrone.


La leggenda di sangue - i presunti omicidi rituali si aggiunse la "leggenda del sangue", secondo la quale gli ebrei, per preparare la Matzah1 o per scopi medici, estraevano il sangue delle loro vittime.

http://www.bessarabia.altervista.org/5_ ... angue.html

Un'ulteriore accusa era il "sacrilegio delle ostie2" che emerse insieme alla leggenda del sangue nel 13° secolo e secondo la quale gli ebrei si procuravano dalla chiese delle ostie consacrate e, attraverso dei rituali, avrebbero bucherellato queste ultime con coltelli o cose simili, per uccidere nuovamente Gesù con un atto simbolico.
Anche la leggenda sul “sacrilegio delle ostie” spesso portò a pogrom contro gli ebrei. Così tra il 1298 e il 1348, soprattutto nelle aree di lingua tedesca, si verificarono pesanti persecuzioni. Nel cosiddetto “movimento di Rintfleisch3", tra il 1298 e il 1303, vennero uccisi in Franconia (regione in Baviera e nel Baden-Württemberg) circa 5.000 ebrei e durante la "persecuzione di Armleder4" , tra il 1336 e il 1338, vennero assassinati in tutta la Germania meridionale, nell'Alsazia, in Boemia, in Moravia e in Carinzia circa 6.000 ebrei.


Fu perso il controllo di questo fenomeno in tal modo che diversi re e imperatori (Enrico IV, Federico I Barbarossa, Enrico VII, Federico II), ma anche diversi papi (Innocenzo IV, Gregorio X ecc.) furono costretti ad intervenire.

Nel 1247 Papa Innocenzo IV tentò di porre un freno a questi avvenimenti esagerati:

".... Alcuni cristiani, guidati dal diavolo, cercano la causa della peste, data da Dio alle nazioni cristiane per i loro peccati, nell'avvelenamento da parte degli ebrei ... l'avidità ha indotto molti cristiani, a trarre vantaggi dalla persecuzione degli ebrei, ai quali devono molti soldi ....."

Anche se Papa Innocenzo IV condannò, senza alcun risultato, la follia della legenda del omicidio rituale, pretese da Luigi IX, solitamente suo avversario, la distruzione di tutte le copie disponibili del Talmud5.

Anche Papa Gregorio X dichiarò nel 1272:

"La convinzione di alcuni cristiani che gli ebrei uccidono segretamente bambini cristiani per usare il loro cuore e il loro sangue come sacrificio da fare è completamente falso .... La legge ebraica proibisce esplicitamente di fare sacrifici e di bere il sangue. Non possono nemmeno bere il sangue degli animali ".

Con questa giustificazione razionale Gregorio X vietò ulteriori accuse di omicidio rituale. Ma non riusciva più a frenare le masse fanatiche. Le accuse Ma queste continuarono, si diffusero in tutta l'Europa e si conclusero quasi tutte con uccisioni di massa e massacri.

Quando dal 1348 al 1353 la peste imperversò in tutta l'Europa (circa 25 milioni di persone morirono in tutta l'Europa occidentale) vennero incolpati gli ebrei per aver avvelenato i pozzi, visto che, nei loro ghetti, rimanevano in gran parte risparmiati dalle epidemie. Seguirono innumerevoli pogrom con decine di migliaia di morti.

Processi per accuse di omicidio rituale, leggende di sangue, sacrilegio delle ostie, avvelenamento dei pozzi, espulsioni (Francia nel 1182 e nel 1394, Inghilterra nel 1290, Spagna nel 1492, Portogallo 1497) e pogrom accadevano in continuazione nell'Europa occidentale fino alla fine del 15° secolo.

1 Matzah (pane azzimo), un pane sottile piatto che viene mangiato dagli ebrei religiosi legati alla tradizione durante la festa della Pasqua ebraica. E' fatto di acqua e uno delle cinque specie di cereali (grano, segale, orzo, avena o farro), senza lievito.
La Matzah viene mangiata in memoria dell'esodo degli Israeliti dall'Egitto. Secondo la tradizione della Torah agli Israeliti, nel momento della partenza, non rimase tempo di lasciar lievitare la pasta per il pane (Libro dell'Esodo 12,33-34: Gli Egiziani fecero pressione sul popolo, affrettandosi a mandarli via dal paese, perché dicevano: "Stiamo per morire tutti!". 34 Il popolo portò con sé la pasta prima che fosse lievitata, recando sulle spalle le madie avvolte nei mantelli).

2 Sacrilegio delle ostie = l'accusa di usare il sangue delle persone uccise per scopi rituali venne sollevata già nel primo secolo d.C., e precisamente dai romani contro i cristiani.
Da questo poi, tra il 13° e 16° secolo, nacque l'accusa inversa: gli ebrei avrebbero rubato le ostie e le avrebbero perforate, e questo venne visto come un reato religioso grave che portò alla persecuzione e a diversi pogrom.
Nel Medioevo, all'ostia consacrata, soprattutto dopo il dogma cattolico della transustanziazione, che si trasforma nel corpo reale di Gesù Cristo, venne attribuita la massima potenza magica.

3 Pogrom-Rintfleisch = a causa del presunto sacrilegio delle ostie, o più probabilmente a causa degli alti debiti dei cristiani verso gli ebrei, scoppi ò nel 1298 a Röttingen in Franconia il cosiddetto Pogrom-Rintfleisch. Leader del pogrom fu un certo "Re Rintfleisch" che dichiarando "di aver ricevuto un messaggio personale dal cielo e di essere stato nominato distruttore di tutti gli ebrei”, riunì intorno a lui una plebaglia inferocita. Nella maggior parte delle fonti, come ad esempio nella "Historiae memorabili”, Rintfleisch viene chiamato “carnifex”. Questo poteva essere inteso come "macellaio", ma può significare anche “boia”.
"Re Rintfleisch" attraversò la Franconia assassinando con il suo gruppo di "picchiatori ebraici” in circa 140 località (Rothenburg ob der Tauber, Wurzburg, Nördlingen, Bamberg e Norimberga, ecc.) circa 5.000 ebrei; solo chi si faceva battezzare, rimaneva in vita. La fiorente comunità ebraica fu sterminata.
Re Alberto I infine fece arrestare e impiccare Rintfleisch. Le città in cui gli ebrei erano stati uccisi, vennero condannate a pagare delle multe al Re.

Le persecuzioni vennero documentate nelle Historiae Memorabiles.

4 Pogrom-Armleder = tra il 1336 e il 1338 si verificò il cosiddetto Pogrom-Armleder che ebbe origine nella città di Röttingen, nella Baviera odierna, attraversò la Svevia per poi finire in Alsazia. Leader della persecuzione era il cavaliere Arnoldo III di Uissigheim, il quale sosteneva che un angelo gli sarebbe apparso e gli avrebbe ordinato di uccidere tutti gli ebrei. Arnoldo si circondò di plebaglia e si fece chiamare "Re Armleder”. Emblema della banda era appunto l'Armleder, un pezzo di cuoio legato intorno al braccio.
La probabile causa del pogrom erano i debiti non pagati agli ebrei per i quali il cavaliere Arnoldo e altri nobili dovettero presentarsi davanti al giudice di Rothenburg. Nel corso dell'udienza il cavaliere sostenne che gli ebrei avrebbero deriso il corpo di Cristo. Questo fu il motivo scatenante della persecuzione degli ebrei.

5 Talmud = Codice del giudaismo post-cristiano; la base delle sue istituzioni religiose e civili. Accanto alla Bibbia, il Talmud (che significa "insegnamento") è il grande libro sacro dell'Ebraismo: diversamente dalla Bibbia, il Talmud è riconosciuto solo dall'Ebraismo.


Omicidio rituale ebraico: il caso Ariel Toaff
http://andreacarancini.blogspot.it/2012 ... ariel.html

Ebrei d'Europa: pasque di sangue e omicidi rituali
http://www.vho.org/aaargh/fran/livres7/pasque.pdf

L’accusa del sangue tra storia e leggenda
Riflessioni sul caso Toaff
http://www.morasha.it/sangue/taradel.html
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 9:32 am

Altre ensemense!


Illuminazione sugli Illuminati
http://www.daemuk.ch/illuminati.html

Questo testo è un breve riassunto sul tema molto discusso dei legami tra la massoneria e gli Illuminati, ecco una breve storia degli eventi che portarono alla sovversione della massoneria all'ebraismo e sulla verità riguardo gli Illuminati. Rothschild incaricò Adam Weishaupt, figlio di un rabbino ebreo, di creare la loggia pseudo massonica degli Illuminati, fornito dai Rothschild con fondi massicci e contatti, il "gioco" era fatto.

Secondo dati storici, il dottor Adam Weishaupt, il 1 maggio 1776, fondò l'ordine degli Illuminati di Baviera. Weishaupt era professore di diritto canonico presso l'università ebraica di Ingolstadt, in Baviera, Germania. Weishaubt nacque da genitori ebrei e si "converti" al cattolicesimo romano. Diventò un membro di alto rango dell'ordine dei gesuiti che lasciò successivamente per fondare, per volontà chiara della neonata casa dei Rothschild, la sua organizzazione.

Weishaupt era dell'idea che solo pochi eletti ebrei avrebbero potuto e dovuto beneficiare di abbastanza "illuminazione" per guidare e governare il mondo. Il problema era, dove trovare abbastanza iniziati intellettuali e "portatori di luce" disposti a diventare membri dell'ordine. Membri di altre logge massoniche legittime come l'ordine dei rosa croce o il sincero ordine dell'antichità, ne divennero membri. Ciò è confermato ancora una volta nel classico di Edith Starr Miller, "Teocrazia occulta:" Come l'organizzazione degli Illuminati mirasse con un complotto a sovvertire la massoneria asservendola agli ebrei. Gli scopi e obbiettivi degli Illuminati erano il dominio mondiale tramite la sovversione e il controllo del network di società segrete e anche altri mezzi. Dopo aver ottenuto il controllo di alcune logge massoniche, Weishaupt e i suoi soci poterono così vantarsi del loro crescente potere


LA STORIA UFFICIALE E’ UN VELO PER NASCONDERLO: HITLER ERA UN ROTHSCHILD
LA STORIA UFFICIALE E’ UN VELO PER NASCONDERE LA VERITA’ DI CIO’ CHE REALMENTE ACCADE.

https://gigiostars.wordpress.com/2006/0 ... rothschild
Quando il velo viene sollevato, ci accorgiamo non solo che la versione ufficiale è sbagliata, ma che lo è al 100%.
Prendete ad esempio i Rothschild.
Questa famiglia era anticamente nota, tra i tanti nomi, con quello di Bauer, e fu una delle tante famiglie note che praticavano l’occultismo nel MedioEvo Tedesco.

Presero il nome di Rothscild, che significa “Scudo Rosso” o esagramma stella di David, che si trovava sulla loro casa-villa a Francoforte.
La stella di David o Sigillo di Salomone ( prox libro di Dan Brown NdP301) è un antico simbolo esoterico associato poi agli ebrei da quando lo prese Rothschild. Esso non rappresenta alcun riferimento nè a David nè a Salomone, come confermano fonti ebraiche.
I Rothschild sono una delle famiglie dell’Elite degli Illuminati. A capo vi è Guy Rothschild.
Guy R. è uno dei più illustri manipolatori mentali del pianeta, come dimostrato da innumerevoli superstiti, tra cui donne e bambini.
I Riti Satanici sono una delle sue peculiarità, Dio solo sa quanti bambini sono scomparsi durante essi. Se ciò è privo di fondamento, IO sfido Rothschild a denunciarmi e dimostrarmi il contrario in tribunale. Egli è un multimiliardario che controlla comunicazioni e tribunali. In confronto io sono nessuno.


BANCHIERI EBREI SIONISTI ILLUMINATI CONTROLLANO LA POLITICA MONDIALE DI EUROPA E STATI UNITI
https://www.youtube.com/watch?v=k_vAcoSwlFQ

Perché l’Élite Sionista (gli ebrei) vuole annientare il Cristo
9 agosto 2014
http://blog.luniversovibra.com/perche-l ... -il-cristo
Da Henry Makow – Il Visconte Léon de Poncins (1897-1976), un intellettuale cattolico francese, fu l’autore di 30 opere che rivelarono la cospirazione Sionista-Massonica che tiene al presente l’Umanità sotto giogo, a sua insaputa.
Gli Ebrei stessi non sono coscienti che il Sionismo si riferisce al Talmud e alla Kabbala e non all’Antico Testamento.
In questo modo, il Giudaismo-Sionista si rivela essere un culto satanico che utilizza gli ebrei (e i massoni) come pedine per ridurre l’Umanità in schiavitù politicamente e spiritualmente.
Così la “laicità” e “l’umanesimo” non sono che paraventi del satanismo, perché i banchieri ebrei Kabbalisti hanno l’intenzione di soppiantare Dio.



I Pokemon e i Simpson sono al servizio degli Illuminati?
25 Giugno 2012

http://www.linkiesta.it/it/blog-post/20 ... inati/8267

Si sa: se si vuole educare qualcuno, meglio cominciare quando è piccolo. E se si tratta di una "educazione" complessa come il lavaggio del cervello di un intero popolo per soggiogarlo alla volontà (e interessi) di un gruppo di super-potenti che domina il mondo, quale mezzo migliore dei cartoni animati? Il discorso non fa una grinza, ed ecco perché alcuni cartoon come i Pokemon e i Simpson sono zeppi di messaggi subliminali esoterico-masson-satanici, che hanno lo scopo di annichilire il nostro giudizio. Fin da piccoli.
Non solo: il lavaggio del cervello deve cominciare dalle basi. E cosa c'è di più basilare della religione? Quindi il primo passo degli Illuminati, che ci sembra di capire essere in larghissima maggioranza ebrei, è renderci tutti ebrei. O anche atei. Per qualche strana ragione la cosa non sembra fare differenza. Questo obiettivo va perseguito attraverso i Pokemon. La cosa non vi torna? State pensando: "Ma se sono un cartone giapponese?". Evidentemente sottovalutate, e di tanto, la rete tentacolare messa in piedi per soggiogare il mondo tutto.

Le prove inconfutabili del disegno di dominio portato avanti con l'aiuto di Pikachu e gli altri mostriciattoli le ha portate Yusuf al-Qaradawi, che - ci informa Wikipedia - è guida del Consiglio europeo della fatwa e della ricerca. La sua fatwa contro i Pokemon risale al 2003 e venne riportata dal giornalista de Il Giornale (e vabbè) Massimo Introvigne.

I Pokémon sono condannati anzitutto perché “si evolvono”, cioè in determinate condizioni si trasformano in un personaggio con maggiori poteri. Attraverso questo espediente, assicura al-Qaradawi, “si instilla nelle giovani menti la teoria di Darwin”, tanto più che i personaggi lottano “in battaglie dove sopravvive chi si adatta meglio all’ambiente: un altro dei dogmi di Darwin”. Nei Pokémon si vedono ogni tanto “simboli il cui significato è ben noto a chi li diffonde, come la stella a sei punte, un emblema che ha a che fare con i sionisti e con i massoni e che è diventato il simbolo del canceroso e usurpatore Stato di Israele. Ci sono anche altri segni, come i triangoli, che fanno chiaro riferimento ai massoni, e simboli dell’ateismo e della religione giapponese”. “Nel lungo periodo” questi simboli non possono che traviare i bambini musulmani, ed è questo il loro scopo. È perfino possibile che certe frasi giapponesi dette velocemente nei cartoni animati significhino “Sono un ebreo” o “Diventa ebreo”: ma la questione è “controversa” e al-Qaradawi non lo afferma con sicurezza.

L'obiettivo è chiarissimo: trasformarci tutti in pericolosi ebrei. O forse in atei (via Darwin), o forse in seguaci della religione giapponese (che già detto così fa ridere). Ma al-Qaradawi non è sicuro, si vede che non ha guardato i Pokemon con abbastanza attenzione, forse per paura di essere anche lui convertito. Beh, in suo aiuto arriva qualche altra mente lucida che ci spiega come in verità "Pokemon" significhi "Io sono un ebreo", in giapponese. Eh già, poveri ingenui noialtri che pensavamo stesse per Pocket Monster! Poco importa che, a quanto pare, in giapponese "Io sono ebreo" si dica "Watashi wa Yudayajin desu". Ma poi: essendo il cartone giapponese, non sarebbe stato un pochino troppo esplicito dargli un nome del genere? Alla faccia dei messaggi nascosti...

Molto più nascosto è invece il messaggio che si cela dietro alla frasetta tipica del cartone incriminato "Gotta catch'em all". Ascoltatela al contrario: dice chiaramente "I love Satan". Beh, chiaramente magari no. Magari lo sente solo il tizio che ha caricato questo video. E così aggiungiamo un altro culto alla ricca collezione di fedi e simili a cui i Pokemon ci vogliono convertire. Ma c'è poco da ridere: tutti questi indizi fanno almeno una prova. Aggiungeteci poi che il cartone che nei cuori dei bambini rimpiazzò per una breve stagione Pikachu & co. è messo ancora peggio a livello di simbologie massoniche e avrete la definitiva certezza che guardare la tv fa male. Yu-gi-oh è un concentrato pazzesco di messaggi tesi ad annichilire la nostra volontà.

Lo vedete chiaramente con i vostri occhi: questo cartone è tutto un concentrato di occhi onniscienti, triangoli e accozzaglia illuminata assortita. E' innegabile che questi simboli siano abusati nel cartoon in questione, ma non perché sia nelle mani degli Illuminati, semplicemente perché "racconta la storia di Yugi Muto, uno studente a cui viene dato un puzzle dell'antico Egitto. Riassemblandolo, diventa possessore di un'altra personalità che si è poi rivelata lo spirito di un faraone chiamato Atem". Ed ecco il perché di piramidi, triangoli, occhi e tutti quei segni che inquietano così tanto i cospirazionisti di tutto il mondo.

Poco importa che i Pokemon o Yu-gi-oh possano essere - o non essere - strumenti degli Illuminati, perché sono talmente tanti i cartoni malvagi che non si può dubitare del loro scopo ultimo. Infatti la cospirazione non si limita a questi due cartoni, eh no! Il tutto è molto più esteso e coinvolge anche Tom & Jerry, gli Antenati, Beavis & Butthead e chissà quanti altri (più o meno) innocui cartoni che i bambini di tutto il mondo guardano davanti a genitori inconsapevoli di stare allevando futuri servitori del male.

E per i bambini un po' cresciuti, probabilmente per dare il colpo di grazia nel caso non fossero ancora soggiogati, non c'è niente di meglio dei Simpson. Eh sì, il cartone animato campione della controcultura e fenomeno di costume da oltre vent'anni sta facendo il suo dovere. Le prove sono ovunque, tutte intorno a noi. Basta sapere guardare, cercandole a tutti i costi e sforzandosi tantissimo di non scoppiare a ridere.

Uno degli episodi maggiormente incriminati è "Homer il grande". L'autore del video ci spiega tra l'altro che il solo titolo è un chiaro riferimento alla Massoneria, visto che tutti i più autorevoli massoni hanno il titolo di "Il Grande", come Alessandro Magno, Carlo Magno, Ramses il Grande e... la Gran Bretagna. Sì, la Gran Bretagna tutta si chiama così in onore della Massoneria.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 8:00 pm

???

L’origine dell’odio contro gli Ebrei. Quando nasce e perchè
di Mauro Crisafulli - Gen 27, 2014

http://www.blogtaormina.it/2014/01/27/l ... che/176777

Scriveva nel 1958 lo scrittore tedesco Hermann Hesse: “L’uomo primitivo odia ciò di cui ha paura, e in alcuni strati della sua anima anche l’uomo colto è primitivo. Anche l’odio dei popoli e delle razze contro altri popoli e razze non si basa sulla superiorità e sulla forza, ma sull’insicurezza e sulla paura. L’odio contro gli ebrei è un complesso di inferiorità mascherato: rispetto al popolo molto vecchio e saggio degli ebrei certi strati meno saggi di un’altra razza sentono un’invidia che nasce dalla concorrenza e un’inferiorità umiliante. Più fortemente e più violentemente questa brutta sensazione si manifesta nella veste della superiorità, più è certo che dietro si nascondono paura e debolezza.”

L’odio nei confronti del popolo ebraico ha radici molto lontane. La più antica fonte dell’antisemitismo è cristiana: “Gli ebrei sono quelli che hanno crocefisso Gesù”. Per molti secoli la chiesa ha alimentato nel popolo questa convinzione demagogica che serviva a giustificare la persecuzione e l’eliminazione della “concorrenza” religiosa. La comunità religiosa degli ebrei era sparsa in tutta l’Europa, e costituiva sempre un corpo estraneo in una società in cui la chiesa voleva essere l’unica autorità, non solo religiosa, ma anche politica. Solo per la loro esistenza, gli ebrei erano un pericolo costante per una società medievale dominata dalla religione cristiana, il loro costante rifiuto di farsi cristiani era una specie di delegittimazione della stessa validità della fede cristiana. Così è nato l’odio e anche la necessità di trovare una spiegazione “religiosa” per quest’odio. L’idea della “colpa collettiva” degli ebrei per la morte di Gesù fu praticamente la condanna a morte per decine di migliaia di essi. Questa convinzione si mantenne molto a lungo, fin quando non arrivò la peste. Questa è una variante dell’odio di origine cristiana descritta sopra. Nel medioevo, la peste fu una delle malattie più terribili e più temute capace di annientare decine di migliaia di persone e di spopolare intere regioni. L’origine era misteriosa, e dalla convinzione che fosse il diavolo a mandare la peste e gli ebrei erano facilmente individuati come quelli che scatenarono periodicamente la peste per eliminare i cristiani. Di conseguenza, ogni volta che il flagello della peste colpì l’Europa aumentarono le sommosse popolari antisemite, i massacri e saccheggi, spesso con il tacito consenso delle autorità.

Durante il Concilio Laterano del 1215 il Papa Innocente III, un nemico giurato degli ebrei, fece rilasciare una serie di norme che dovevano segnare il destino degli ebrei per molti secoli. Vietò per esempio ai cristiani di prestare soldi contro interessi e consigliò di escludere gli ebrei dalle altre associazioni professionali. Successivamente, quasi tutte le associazioni professionali, riferendosi a queste leggi della chiesa, vietarono agli ebrei l’esercizio della loro professione e costrinsero questi a delle attività professionali (cambiamonete, prestasoldi etc.) che il popolo, comprensibilmente, odiava. Tutti, anche i contadini dovevano rivolgersi prima o poi a un ebreo per farsi prestare dei soldi.
Ma anche gli imperatori avevano un gran bisogno di denaro, motivo per cui di solito i poteri imperiali erano molto più tolleranti nei confronti degli ebrei dai quali spesso dipendevano. Relegati da leggi religiose e civili nei loro ghetti, periodicamente perseguitati e anche sterminati, gli ebrei svilupparono una forte identità culturale che li fece sopportare e sopravvivere. Ma il loro essere diversi che si vedeva anche nel modo di vestirsi e in molte abitudini quotidiane, la loro “resistenza culturale”, li rese ancora più oggetto di sospetti e di attacchi ingiusti.
Colui che è diverso è tendenzialmente pericoloso. E questo valeva non solo per la società medioevale, ma anche per oggi. Andiamo alla versione che ha scatenato la più atroce guerra d’odio antisemita della storia dell’umanità.
Al centro della teoria di Hitler sta l’idea della razza.
Tutta la storia, è solo espressione dell’eterna lotta tra le razze per la supremazia. La guerra è l’espressione naturale e necessaria di questa lotta in cui il vincitore, cioè la razza più forte, ha il diritto di dominare. L’unico scopo dello stato è mantenere sana e pura la razza e creare le condizioni migliori per la lotta per la supremazia, cioè per la guerra. E la guerra è l’unica cosa che può dare un senso più nobile all’esistenza di un popolo. Di tutte le razze quella cosiddetta “ariana” o “nordica” è, secondo Hitler, la più creativa e valorosa, in fondo l’unica a cui spetta il diritto di dominare il mondo.
Per Hitler gli ebrei non sono una comunità religiosa, ma una razza, e cioè la razza che vuole rovinare tutte le altre. Mescolandosi con gli altri popoli, gli ebrei cercano di imbastardirli, distruggendo la purezza della razza e eliminando così la loro forza, necessaria per la lotta per la supremazia.
L’ebreo è il nemico più pericoloso, è cattivo fino in fondo. Hitler: “L’ebreo è colui che avvelena tutto il mondo. Se l’ebreo dovesse vincere, allora sarà la fine di tutta l’umanità, allora questo pianeta sarà presto privo di vita come lo era milioni di anni fa.” Oggi queste parole suonano decisamente ridicole, e anche all’epoca molti le ritenevano tali e vedevano in esse solo uno strumento politico per incanalare la rabbia del popolo su un capro espiatorio. Quella rabbia , però, provocò la morte di sei milioni di individui.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: Le ensemense só e contro łi ebrei

Messaggioda Berto » sab gen 23, 2016 9:08 pm

Bibbia dell'Uomo Bianco (Ben Klassen, 1981)

IL MONDO EBRAICO DICHIARO' GUERRA ALLA GERMANIA MOLTO PRIMA CHE LA GERMANIA PRENDESSE PROVVEDIMENTI NEI CONFRONTI DEGLI EBREI

http://creativitymovement.net/creator_l ... mb-36.html

Bugie e Propaganda: l'Arma più Potente degli Ebrei. Oggi, nel quarto decennio dopo la morte di colui che è stato il più grande tra tutti i leader Bianchi, Adolf Hitler, la rete Ebraica mondiale sta ancora riversando un'enorme campagna di propaganda di velenosa invettiva contro Hitler, con una brutalità mai superata in tutti gli annali della storia. Non solo queste bugie e calunnie sono dirette contro Hitler personalmente, ma anche contro la gente Tedesca nell'insieme, proprio come gli Ebrei hanno lanciato una propaganda d'odio contro i Romani durante gli ultimi duemila anni. Allo stesso modo in cui qualsiasi cosa Romana è stata disprezzata, denigrata, calunniata e diffamata, così anche qualsiasi cosa Tedesca, e la stessa immagine Tedesca, è stata incessantemente attaccata ed imbrattata dalla rete internazionale di propaganda Ebraica.

I Tedeschi Intelligenti, Creativi. Perché questo brutale e concentrato riversarsi d'odio per la gente Tedesca e per tutto quanto è Tedesco, quando questa gente ha apportato per secoli alcuni dei contributi più creativi alla nostra civiltà Bianca?

I Tedeschi, Obiettivo Numero Uno. Le risposte non sono molto difficili da trovare, non appena noi comprendiamo che il massimo obiettivo della razza Ebraica è la distruzione totale della stessa Razza Bianca. Tenendo a mente questo fatto, noi possiamo vedere che i Tedeschi costituiscono ancora l'obiettivo numero uno, per i seguenti motivi:

1. Proprio come nel caso dei Romani duemila anni fa, un'importante premessa Ebraica, nella loro guerra contro la Razza Bianca, è sempre stata: distruggere i migliori per primi.

2. Per questo stesso motivo, la guerra contro la gente Tedesca in quanto tale, risale a centinaia d'anni indietro nel tempo. Noi abbiamo mostrato questo fatto in maggiore dettaglio nel nostro precedente capitolo sulla guerra incessante tra i parassiti Ebrei e le loro sfortunate vittime.

3. Essendo la gente Tedesca per sua natura energica, produttiva, creativa, assai dotata, e risiedendo nel cuore dell'Europa, essi sono stati destinati ad essere i naturali leader in Europa. E questo essi lo sarebbero stati, risalendo già agli inizi del 1600, se gli Ebrei non li avessero divisi nella fratricida, suicida Guerra dei trent'anni (1618-48.) Come abbiamo mostrato in LA RELIGIONE ETERNA DELLA NATURA, questa guerra costò alla gente Tedesca probabilmente duecento o trecento anni di progresso. Nonostante questo ritardo, questa energica gente recuperò finalmente la propria posizione di leadership incipiente dopo la loro unificazione sotto Bismark, nel 1870. Gli Ebrei intervennero ancora, e fecero in modo che questa gente in via di rinascita sarebbe stata devastata ancora una volta nella Prima Guerra Mondiale, ed ulteriormente nella Seconda Guerra Mondiale.

4. Sotto Hitler, negli anni '30, la gente Tedesca finalmente rientrò in possesso di ciò che le spettava, e fu in grado di scrollarsi di dosso le parassite sanguisughe Ebraiche. Essi inoltre, sotto Hitler, interruppero la mortale stretta alla gola finanziaria Ebraica in Germania. (Questo lo abbiamo esposto ulteriormente nel Capitolo sulla Riserva Federale.)

5. Hitler, per la prima volta nella storia della Razza Bianca, articolò chiaramente l'idea razziale, e concentrò l'attenzione mondiale sulla natura parassitica e distruttiva della rete Ebraica. Poiché questa idea si stava rapidamente radicando anche in altri paesi Bianchi, l'intera cospirazione Ebraica si trovò in grande pericolo di essere esposta allo scoperto, e di essere fatta esplodere in faccia agli stessi cospiratori Ebraici.

Dovettero Distruggere l'Idea Razziale. Per tutti i motivi di cui sopra, e per l'ultimo di essi in particolare, gli Ebrei si ritrovarono in una posizione assai precaria, ed in un terribile pericolo di essere ridotti nell'oblio. Era essenziale agire in modo tempestivo. Se l'idea si fosse diffusa, si sarebbe presto arrivati ad un punto di non ritorno. Cosa fare?

Distruggere la Germania. Gli Ebrei, che comprendono la razza e la storia meglio di chiunque altro, hanno avuto migliaia d'anni d'esperienza nel manipolare e nel distruggere intere razze e popolazioni. Essi decisero che dovevano agire rapidamente. Essi dovevano distruggere la Germania, essi dovevano distruggere non solo Hitler, ma anche attaccare e insudiciare così brutalmente e incessantemente proprio l'idea che egli rappresentava, in modo che (possibilmente) nessuno avrebbe potuto mai più far resuscitare ancora l'idea razziale, ad eccezione della stessa razza Ebraica.

Guerra Totale Contro la Germania. Essi intrapresero una delle più frenetiche e brutali guerre di propaganda che un mondo credulone e non in grado di comprendere abbia mai testimoniato. In breve, la Giudea dichiarò una Guerra Totale alla Germania e a Hitler - finanziariamente, a livello di propaganda, militarmente, economicamente, razzialmente, ed in ogni altro aspetto che fosse nel loro potere - e quel potere, come vedremo, era formidabile. Prima che Hitler avesse voluto, o avesse potuto, anche muovere solo un dito contro di loro, gli Ebrei erano già pronti, e non persero tempo nel lanciare un'enorme campagna mondiale contro di lui. Per dimostrare questo ovvio fatto, noi citeremo ancora una volta gli stessi Ebrei, e la loro stampa, in un limitato numero d'esempi. Esistono interi volumi d'evidenza, ma queste sole poche citazioni dovrebbero illustrare il punto in questione in modo definitivo.

Piani Stabiliti Prima che Hitler Salì al Potere. Già nell'Agosto 1933, Samuel Untermeyer, presidente della Federazione Economica Mondiale Ebraica, riunì un grande congresso di leader Ebraici provenienti da tutto il mondo, per dichiarare guerra alla Germania, nel nome degli Ebrei. Il raduno avvenne ad Amsterdam, Olanda. Una volta tornato negli Stati Uniti dopo quell'incontro, Untermeyer tenne un discorso alla Stazione Radio WABC (N.Y.) il 6 Agosto 1933, nel quale egli annunciò che gli Ebrei del mondo avevano dichiarato guerra alla Germania, e che li avrebbero fatta morire di fame. Tutto questo fu molto prima che un solo provvedimento di qualsiasi tipo fosse stato preso nei confronti di qualsiasi Ebreo, e ben sei anni prima che ebbe inizio l'azione militare, nel 1939.

L'Uomo Bianco Fu Adescato in Una Guerra Per Salvare i Parassiti Ebraici. "Noi siamo stati in guerra con lui (Hitler) fino dal giorno in cui egli ottenne il potere" dichiarò lo Jewish Chronicle di Londra dell'8 Maggio 1942, nel suo "Sermone della Settimana." Il rabbino M. Perlzweig, direttore della Sezione Britannica del Congresso Mondiale Ebraico, parlando in Canada, dichiarò: "Il Congresso Mondiale Ebraico è stato in guerra con la Germania per sette anni." (Toronto Evening Telegram, 26 Febbraio 1940.) Il giornale Olandese-Ebraico, Centraal-Blaad Voor Israeliten in Nederland, dichiarò il 13 Settembre 1939: "I milioni di Ebrei che vivono in America, in Inghilterra e in Francia, nell'Africa del Nord e del Sud, e, cosa da non dimenticare, quelli che vivono in Palestina, sono determinati a portare a termine la guerra di annientamento nei confronti della Germania." Noi dobbiamo ricordare che in quei giorni (13 Settembre 1939) la guerra durava da meno di due settimane, e nessun campo di concentramento, nessuna camera a gas, etc. era stata ancora istituita per gli Ebrei, o per chiunque altro, e nemmeno si dichiarava che esse esistessero. (L'intera storia delle "camere a gas" non fu altro che una nuova bugia Ebraica, come vedremo nel prossimo capitolo.) Il Jewish Sentinel di Chicago, l' 8 Ottobre 1942, dichiarò: "La Seconda Guerra Mondiale la si sta combattendo per la difesa dei fondamenti del Giudaismo." E in realtà, era proprio così. Per essere più specifici, essa fu combattuta nel nome degli stessi Ebrei. Essi lo sapevano, essi la istigarono, essi la perpetrarono, essi la orchestrarono. Gli ingenui e creduloni goyim, intanto, si massacrarono l'uno con l'altro a più non posso, non sapendo, o facendo finta di non sapere, chi erano i veri autori, i veri criminali. Vladimir Jabotinsky, Ebreo comunista, e fondatore della organizzazione terrorista Irgun, scrisse nel numero del Gennaio 1934 di Natcha Retch: "La battaglia contro la Germania è stata portata avanti per mesi, da ogni comunità Ebraica, da ogni conferenza, congresso, organizzazione commerciale, da ogni Ebreo presente nel mondo. C'è un buon motivo per credere che la nostra parte nella lotta avrà un significato di carattere generale. Noi scateneremo una guerra spirituale e materiale del mondo intero contro la Germania. L'ambizione della Germania è quella di diventare ancora una grande nazione, di riconquistare i territori e le colonie che ha perso. I nostri interessi Ebraici, d'altra parte, richiedono la completa distruzione della Germania. Il popolo Tedesco rappresenta, sia nel suo insieme, che individualmente, un grosso pericolo per noi Ebrei." Avrebbe potuto dichiarare questo concetto in modo più esplicito? Difficilmente. La realtà è evidente - la Germania ed i Tedeschi, con Hitler o senza Hitler, erano e sono tutt'ora una grave minaccia alla cospirazione Ebraica per il dominio del mondo, e per il loro obiettivo di distruggere la Razza Bianca. Perciò, nient'altro che la completa distruzione della Germania, e di tutto quanto fosse Tedesco, avrebbe soddisfatto il perfido, implacabile Ebreo.

Hitler Aveva Offerto Collaborazione e Amicizia all'Inghilterra. Hitler, le cui preoccupazioni non erano rivolte soltanto ai Tedeschi, ma anche alla Razza Bianca nella sua totalità, aveva ben compreso il programma mortale del parassitico Ebreo. Egli implorò invano all'Inghilterra di non stare al gioco Ebraico. Parlando nel Settembre del 1939, egli disse: "In numerose occasioni io ho offerto l'amicizia della gente Tedesca all'Inghilterra ed al popolo Inglese. La mia intera politica era stata costruita su questa premessa. Io sono stato sempre respinto… Noi sappiamo che il popolo Britannico nella sua totalità non può essere considerato responsabile per questo fatto. E' quella classe dirigente Ebraica plutocratica e democratica, colei che odia il nostro Reich."

I Traditori Inglesi Combatterono per Gli Ebrei. A difesa della classe dirigente non Ebraica, bisogna puntualizzare che coloro che si misero dalla parte degli Ebrei erano già notevolmente degli chabez-goi, gente come Winston Churchill, traditori che erano nel libro paga degli Ebrei, o sotto il loro controllo e la loro coercizione.

Saldo Controllo Ebraico Sulle Nazioni Bianche. Questo controllo Ebraico sulla gente Britannica (come anche nei confronti dei Francesi, dei Americani, dei Polacchi, ed altri) era così saldo, che gli Ebrei, in effetti, riuscirono con successo a far piombare il mondo in una guerra fratricida di distruzione, e su una tale scala, quale il mondo non aveva mai testimoniato in precedenza. Tutta la gente Bianca fu sconfitta, ma gli Ebrei furono particolarmente decisi riguardo alla distruzione dei Tedeschi.

Piani per Sterminare la Gente Tedesca. Alcuni Ebrei intendevano sterminare quei Tedeschi che erano sopravvissuti alle distruzioni della guerra, con la sterilizzazione. Theodore N. Kaufman, esponendo il suo programma nel libro intitolato La Germania Deve Morire, disse:

Con La Sterilizzazione. "Per raggiungere l'obiettivo dell'estinzione Tedesca, sarebbe solo necessario sterilizzarne un numero di 48.000.000 - una cifra che esclude, a causa del loro limitato potere di procreare, i maschi di età superiore ai 60 anni, e le donne d'età superiore ai 45…"

Con La Fame. Altri gruppi di Ebrei volevano sterminare i Tedeschi con la fame. Un famigerato fautore di questo metodo fu Henry Morgenthau, Jr., Segretario del Tesoro nella Amministrazione Roosevelt. La seguente citazione è tratta dalle memorie di Cordell Hull, che era Segretario di Stato nella stessa amministrazione. "Il piano di Morgenthau, io aggiunsi, annienterebbe qualsiasi cosa presente in Germania, ad eccezione della terra, ed i Tedeschi sarebbero costretti a vivere dipendendo dalla terra. Questo significa che solo il 60% della popolazione Tedesca sarebbe in grado di sostenere se stessa per mezzo della terra, della Germania, e che il rimanente 40% morirebbe."

I Tedeschi Furono Depredati e Fatti Morire di Fame. Una versione del diabolico piano Ebraico fu attualmente messa in pratica per un certo periodo, immediatamente dopo la guerra. Grandi quantità di tutti i generi di macchinari, di prodotti di fabbrica, e di materiale rotabile, che erano sopravvissuti alla guerra, furono spediti alla Russia comunista. Osservando tutto questo, il Sig. R. R. Stokes, un Deputato Laburista in Gran Bretagna, dichiarò in quel periodo: "Oggi in Germania, sei mesi dopo la nostra vittoria, si stanno già scavando delle tombe per gente non ancora defunta, gente che morirà di fame nei prossimi mesi."

Il Piano Morgenthau. Il Senatore degli Stati Uniti William Langer del Nord Dakota, dichiarò quanto segue riguardo al piano Morgenthau, e le sue osservazioni sono state riportate nel Registro del Congresso del 18 Aprile 1946: "Il Sig. Morgenthau è stato giudicato colpevole dalla coscienza del mondo intero, per essere un istigatore dell'annientamento sistematico della gente di lingua Tedesca. La documentazione inoltre prova al di là di ogni dubbio, che questi fanatici e reazionari gran sacerdoti dell'odio e della vendetta, non saranno mai in grado di difendere la loro cospirazione davanti al giudizio della ragione umana e della decenza umana."

Inventata la Truffa dei Sei Milioni. Fu solo grazie all'opposizione di persone come il Senatore Langer, le quali non potevano reggere la brutale cospirazione omicida della rete Ebraica, che il programma Ebraico di sterilizzazione della gente Tedesca, o il programma di farli morire di fame, o una combinazione di entrambi, non furono portati a termine. Incitando l'odio riguardo ai mitici "sei milioni", fino quasi alla frenesia, gli Ebrei quasi riuscirono, ma non completamente, nel loro obiettivo di omicidio di massa della razza Tedesca.

Distrutti Milioni di Bianchi. Sebbene essi non riuscirono a raggiungere quell'obiettivo, essi ci andarono molto vicino, ed ottennero, infatti, per mezzo delle loro diaboliche macchinazioni, la distruzione di milioni dei migliori uomini Tedeschi, e scatenarono una campagna di stupro e di terrore nei confronti delle donne Tedesche, per mezzo dell'Esercito Russo e dei negri Americani.

Lezioni da Imparare. Cosa possiamo imparare noi in America da questa orribile tragedia perpetrata ai danni dei nostri fratelli razziali Bianchi? Se noi abbiamo solo un'oncia di cervello, noi dovremmo imparare una lezione che non dobbiamo mai dimenticare.

1. Gli Ebrei sono i nostri mortali antagonisti. Essi fanno sul serio. Essi sterminano i loro nemici, quando se ne presenta l'opportunità". Tali "opportunità" sono progettate con anni d'anticipo, con secoli d'anticipo. Il loro programma di sterminare per sempre "i migliori" della Razza Bianca è incessante, ed implacabile. Noi dobbiamo ricordarlo sempre: noi siamo i prossimi nella lista.

2. Non appena gli Ebrei ebbero spezzato il potere di una Germania in rinascita e la ebbero ridotta in ginocchio, essi rivolsero immediatamente la loro attenzione alle prossime vittime -la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, e la Francia, i cosiddetti "vincitori" della Guerra.

3. Con il chabez-goi Winston Churchill, e con altri tirapiedi Ebraici a combattere per loro, gli Ebrei smantellarono rapidamente l'Impero Britannico, e ridussero l'orgogliosa e potente Gran Bretagna di un tempo in una potenza di scarso valore, in rapido declino, rovinata militarmente, spiritualmente, ed economicamente. Per aggiungere l'offesa al danno, gli Ebrei lanciarono allora un vasto programma per inviare le popolazioni colorate all'interno dell'Inghilterra - Pakistani, Giamaicani, Indù, ed altra feccia e rifiuti umani, provenienti da tutto il mondo.


4. La Francia perse l'Algeria, l'Indocina, e le sue rimanenti colonie. Fu messa in moto una migrazione al contrario. I negri e le popolazioni colorate dell'Algeria invasero la Francia. Il comunismo virulento diventò ancora un importante aspetto politico della vita pubblica.

5. In America fu lanciato il programma dei "diritti civili", fu imposta alla gente Americana una "integrazione" forzata delle scuole, degli alloggi, delle forze armate, e di ogni altro aspetto della società. Tutto questo fu ottenuto non solo grazie ad una campagna di propaganda enorme ed incessante, ma anche in virtù di un'intera serie di nuove leggi. Se e quando la gente Americana si fosse opposta, fu (ed è tuttora) usata la forza bruta, come ad esempio nel caso dell'utilizzo in massa di 20.000 soldati dell'esercito per imporre l'integrazione con la forza a Little Rock, Arkansas, e di una simile imposizione con la forza anche presso l'Università del Missisippi, ad Oxford.

La Nostra Implacabile Posizione. La nostra posizione, in quanto membri della Razza Bianca, deve essere per sempre:

1. Gli Ebrei sono i nostri nemici mortali. Essi sono sempre stati i nostri nemici mortali, e sempre lo saranno, fino a quando essi continueranno ad esistere.

2. Come hanno dichiarato nella loro letteratura - essi sono implacabili -- nessuna cosa che noi potremo fare, sarà mai in grado di riconciliarli. Il loro irremovibile obiettivo è quello di indebolire la Razza Bianca, di imbastardire la Razza Bianca in un gregge di zombie marrone, e di renderli per sempre loro schiavi.

3. La nostra unica possibilità, è quella di combatterli e di sconfiggerli.

4. In una tale lotta, noi dovremo essere spietati ed implacabili nello smascherarli, nel boicottarli, nel rimuoverli dal potere, ed infine nel cacciarli via dal nostro territorio.

5. Per essere in grado di raggiungere questo obiettivo, noi dobbiamo per prima cosa rendere i nostri Compagni Razziali Bianchi fanaticamente consapevoli della loro eredità razziale. Ogni Uomo, ogni Donna, e Bambino Bianco, dovrà essere impregnato con una forte consapevolezza razziale.

6. Questa consapevolezza razziale dovrà poi essere molto organizzata, e dovrà essere poi convertita in una religione razziale, come abbiamo esposto in questo libro.

7. La nostra lotta contro gli Ebrei dovrà costituire lo stesso obiettivo definitivo che Catone il Vecchio proclamò ripetutamente durante la guerra contro Cartagine - il nostro grido di guerra dovrà essere: Delenda Est Judaica!




Dixime valtri se on popoło, coeło ebreo, ke łè sta secołi sciavo de łi ejisiani, kel ga dovesto lotar secołi par catarse fora on toco de tera endoe star e ke lè devegnesto Ixrael, kè dapò lè stà en parte deportà o exiłià da łi asiri a Babiłonia; ke dapò lè stà envaxo, stermenà e desperso dai romani e podopo stermenà e desperso anca da łi arabi musulmani e par 1600 ani persegoità e stermenà dai cristiani fina a ła shoah co milioni de morti e ke ancó lè insidià e asedià en caxa e tacà da tuti cantoni ente ogni parte del mondo co cortełi, mitrałie, ràsi e boicotaji; dixime valtri se łi ebrei łi podeva e łi pol esar i paroni, i comandanti e warnanti sconti del mondo?

Ditemi voi se un popolo, quello ebreo, che è stato per secoli schiavo in Egitto e che poi ha dovuto combattere secoli per trovare un pezzo di terra dove stabilirsi e costruire il suo Israele; che poco dopo è stato in parte deportato o esiliato dagli assiro babilonesi a Babilonia e poi invaso, occupato, sterminato e disperso dai romani e dopo di loro perseguitato e sterminato dagli arabi mussulmani e per altri 1600 anni perseguitato e sterminato a milioni dai cristiani e che oggi è assediato in casa e attaccato ovunque nel mondo con coltelli, mitraglie, razzi e boicottaggi; ditemi voi se gli ebrei, questo popolo incredibile, poteva essere e può essere padrone, comandante, governante occulto del mondo?
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 34746
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Prossimo

Torna a Ebraismo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti