LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » gio dic 11, 2014 12:01 pm

Me despiaxe tanto, on mucio o asè, ma mi no parteçepo a ste manefestasion o einisiative anseme a s-ciapi/asoçasion come Plebiscito.eu e a xente come Buxato, me despiaxe ma mi no vojo xmisiarme co on fanfaron buxiaro, caregaro e poƚedegante come sto omo kel me fa vegner su el samoro.

Par mi coel ke fa ƚa LIFE co sti personaj el se onxe de merda, mi no parteçepo, no vojo farme sfrutar da ste marudene:

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... iscito.jpg

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... nfaron.jpg


Me despiaxe ke ƚa LIFE ƚa se conpagne co sti fanfaroni vargognoxi ke ƚi enbroja sù ƚi pori veneti ke no ƚi sa pì a ke arbaro picarse.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » mer dic 17, 2014 7:34 am

Operazione Matteo Evangelista (Messa in mora di Equitalia e Agenzia delle Entrate)

Pubblicato 16 dicembre 2014 | Da daniele

http://www.life.it/1/messa-in-mora-equi ... #more-5571

Oggi, 16 dicembre 2014 , LIFE con la collaborazione di Plebiscito.eu ha dato vita all’operazione “Matteo Evangelista” per la messa in mora di Equitalia e Agenzia delle Entrate che, da principi di norme internazionali, interne, sentenze, abrogazioni, risultano in difetto assoluto di Giurisdizione sul territorio veneto.

Come dire: non hanno potere sul territorio dei Veneti e non ne possono vantare.

L’operazione, che da anni covava tra le menti di LIFE Treviso, ha trovato il giusto supporto di Plebiscito ed il connubio sorto si è materializzato nell’adesione di circa 150 volontari che si sono presi la briga, in questa giornata fredda e piovosa, di consegnare a mano ai responsabili territoriali dei 48 uffici impositori e riscossori dello Stato italiano, una diffida che è anche una messa in mora della loro attività.

Da oggi, dirigenti e sottoposti che operano in tali uffici, sono a conoscenza che il loro operare costituisce crimine contro il popolo veneto in quanto esigere imposte, tasse, sanzioni e altre gabelle per conto dello Stato italiano nei confronti del popolo veneto, in regime di autodeterminazione, viola i trattati internazionali sui diritti civili e politici dei cittadini.

Da oggi, questi addetti alla tortura tributaria non avranno più alibi, non potranno più dire, un giorno, che non erano a conoscenza di quello che facevano e che si limitavano ad eseguire gli ordini: sono stati informati, resi consapevoli del loro illecito agire ed un giorno saranno chiamati a rispondere delle loro azioni innanzi ai tribunali internazionali prima, a quelli veneti poi.

Così, le loro azioni che ora trovano sfogo sulla groppa china dei Veneti si riverseranno inesorabilmente su di loro e le loro famiglie.

Non è questa una minaccia, ma la semplice lettura della Storia che ciclicamente si ripete.

A questi torturatori chiediamo di prendere esempio da Matteo Evangelista, esattore dei Romani giusto 2000 anni fa, di ravvedersi, di pentirsi, di venire dalla nostra parte oppure di rifugiarsi dall’altra sponda del PO perché se si troveranno nella parte di mezzo nel momento sbagliato, saranno azzi amari.

Daniele Quaglia

Immagine
http://www.filarveneto.eu/wp-content/up ... ISCITO.jpg

Daniele dighe a Buxato kel tire fora i dati çertefegà sol referendo. Sta seguro ke mi co i fanfaroni no te me catarè pì.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » mar gen 20, 2015 8:25 pm

Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » lun feb 09, 2015 11:35 pm

???

http://www.life.it/1/

Lista LIFE per ……. il Parlamento Veneto
Pubblicato 4 febbraio 2015 | Da daniele

Il Direttivo di LIFE Treviso, nella riunione di martedì 3 febbraio 2015 ha deliberato quanto segue:

1) La struttura di LIFE Treviso è a disposizione di tutti i cittadini che siano interessati ad ottenere il codice di voto, tramite la loro preregistrazione, per l’elezione del Parlamento Veneto organizzata da Plebiscito.eu . Questa disponibilità sarà effettiva a partire da Lunedì 16 Febbraio 2015;

2) L’Ufficio LIFE sarà aperto tutti i giorni da Domenica 15 Marzo a Giovedì 20 Marzo 2015 dalle ore 09 alle ore 23 come seggio per la votazione telematica del Parlamento Veneto;

3) LIFE Treviso presenterà una propria lista di candidati al Parlamento Veneto con il logo LIFE.

4) Tutti gli Associati LIFE interessati alla loro candidatura nella lista dovranno comunicare questa loro intenzione a info@life.it entro il 15 Febbraio 2015.

Daniele Quaglia
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » lun feb 09, 2015 11:35 pm

???

http://www.life.it/1/

CHIAVEGATO È SEMPRE IL COMANDANTE LUCIOS
Pubblicato 6 febbraio 2015 | Da daniele

Qualcuno ha avuto l’ardire di scrivere: “Ma tu che sai e sei della LIFE, come mai che Chiavegato che era il fondatore della LIFE, presidente della LIFE, fini al 9 dicembre l’unico vero attivista attivo della LIFE ora la LIFE lo snobba e si è unita al progetto di plebiscito.eu sostenendolo e presentando una propria lista di candidati per il Parlamento Veneto?”

Sento il dovere di chiarire alcune cose che, per chi non è avvezzo alla Libertà ed al Federalismo, potrebbero sembrare di difficile comprensione.

1) Facile da capire: Chiavegato non è tra i fondatori di LIFE come non lo è lo scrivente;

2) Facile da capire: Chiavegato è stato il promotore, a livello italico, della protesta del 9 dicembre 2013;

3) Difficile da capire: LIFE non ha mai snobbato e difficilmente snobberà Lucio Chiavegato;

4) Difficile da capire: LIFE Treviso ha aderito al progetto di plebiscito.eu che considera la naturale, ringiovanita e rinvigorita, evoluzione del progetto APV (Autogoverno del Popolo Veneto) a cui LIFE Treviso aderì dal 2005 al 2014. Ora l’APV si trova in una fase di stand-by pronto ad intervenire se il Consiglio dei 10 ed il loro presidente dovessero essere prelevati, nottetempo, dai gruppi speciali di ROS, DIGOS, NOCS, TESTE DI CUOIO e teste di qualunque altro genere, garantendo continuità al progetto di Autodeterminazione del Popolo Veneto portato avanti prima dall’APV ora da Plebiscito.eu;

5) Impossibile da capire: Libertà e Federalismo. LIFE è l’unica organizzazione che in Italia ha praticato e pratica Libertà e Federalismo. Ogni LIFE provinciale ha la piena libertà di agire fatto salvo il rispetto dello Statuto su cui vigila la struttura “superiore”, che non è superiore ma chiamiamola così per far capire a chi non conosce il Federalismo, che è LIFE Veneto di cui ultimamente Lucio Chiavegato è stato presidente;

6) Difficile da capire: In LIFE, chi ha incarichi di responsabilità in partiti, non può ricoprire cariche interne LIFE. Responsabilmente Lucio Chiavegato, prima di questa sua avventura politica ha dato le dimissioni da Presidente di LIFE Veneto;

7) Impossibile da capire: LIFE è apartitico per il semplice motivo che solo così può rimanere un sindacato LIBERO correndo anche il rischio di trovarsi in magnifica solitudine;

8) Impossibile da capire: Tutti i soci LIFE, Consiglieri ……. hanno la massima Libertà di votare, sostenere, propagandare il progetto di Lucio Chiavegato come qualsiasi altro progetto politico.

Difficile da capire tutto questo?

Entra in LIFE qualche anno e la scuola di Libertà LIFE ti aprirà nuovi orizzonti.

Daniele Quaglia
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » ven mag 22, 2015 11:16 am

Storia di Life, degli imprenditori senza più nulla da perdere

di Francesca Carrarini

http://www.lintraprendente.it/2013/06/s ... da-perdere

Fino a quando la protesta degli imprenditori, schiacciati da tasse, burocrazia e controlli fiscali, si limiterà a urla di disperazione sulle televisioni nazionali, a voti di protesta o a manifestazioni silenziose nelle piazze, lo Stato lo sa, la situazione è ancora governabile, domabile, sotto controllo. Ma è quando a quegli imprenditori togli quello che hanno di più caro, il loro lavoro, il loro capannone, la loro conoscenza tramandata da padre a figlio, la loro famiglia. È quando non avranno più niente da perdere, che lo Stato dovrà preoccuparsi. Perché se non c’è nulla più da difendere, loro saranno pronti a tutto. E quel momento, in Veneto, è arrivato. E scandito chiaramente da quando la LIFE, Liberi imprenditori federalisti europei, è tornata. Più determinata che mai, aperta a tutti, non solo al “popolo dei capannoni”, ma anche ai dipendenti, agli operai e alla gente comune. Bastano poche parole scambiate al telefono con Lucio Chiavegato per capire che il tempo dei giochi è finito: il gioco della politica, delle riforme e delle mani tese. Basta chiedergli che cosa sono disposti a fare, per fugare ogni dubbio: «C’è da spettarsi di tutto, abbiamo ormai raggiunto la vetta della sopportazione. Le strade percorse dai partiti portano sempre al nulla, perché indipendentemente da tutto sei sempre chiuso nelle regole della politica. Abbiamo deciso ora di alzarci in piedi e di dire basta: basta a questo sistema, basta a questo Stato che ci sta distruggendo, basta a queste regole. E basta che a dettare queste regole siano i primi che non le rispettano». Lui, presidente dimissionario del partito indipendentista Veneto Stato, persosi tra le frammentazioni pre e post elezioni politiche, torna alla carica più convinto che mai. Dal 19 maggio riconfermato presidente di questa associazione nata negli anni ’90 dall’intuizione di Fabio Padovan, che molto fece parlare di sé, al tempo. Il braccio operativo di quel tentativo di difesa dallo Stato che già prendeva corpo nello stesso periodo in cui Bossi accorpava sotto il simbolo unico della Padania la Liga Veneta e la Liga Lombarda. Stampavano manuali che in venti punti spiegavano come comportarsi davanti ai finanzieri che bussavano alla porta della tua azienda. Vademecum pratici che anticipavano – per destino e non per modus operandi – i GIR, i Gruppi di Intervento Rapido, in cordone davanti al braccio armato dello Stato in tenuta antisommossa, che di tutto faceva per tentare di «portare a casa il bottino»: il pignoramento di un bene, o degli uffici, o della casa. Partite Iva iscritte sulla fronte, perché gli imprenditori non sono persone, sono numeri. Foto di foulard gialli con la scritta inglese “vita”, legati al collo, che dopo una nuova protesta tornavano a casa sempre più venati di rosso.

Ora i GIR non ci sono più, ma ci sono i GRA, Gruppi di Intervento Attivo, che su base volontaria continuano la missione di difesa del lavoro, perché a stare fermi si rischia il pari: «Stanno chiudendo imprese e aziende in tutto il Veneto. Aziende che muoiono in silenzio, persone anche non iscritte alla LIFE, che in tutti questi anni sono stati in disparte, cercando di fare quello che potevano per salvarsi. E alla fine non ci sono riusciti – dice Chiavegato, che aggiunge – Noi vogliamo rispetto, noi lavoriamo. Vogliamo che lo Stato smetta di trattarci come delinquenti. Quelli sono Roma, persone che rubano milioni e milioni di soldi alla gente e poi vanno in televisione a parlare e a spiegare. Gli stessi che ti mandano in azienda i controllori. Uno Stato che tollera il suicidio degli imprenditori, ma anche della gente, non può essere considerato uno stato legale. Lui è il responsabile». Parole dure, come duri e determinati sono gli obbiettivi: «Noi ci batteremo sui pignoramenti, ci batteremo per difendere il lavoro qui a casa nostra, perché io non ho nessuna intenzione di andarmene» dice ancora il presidente. E il tempo delle prime battaglie sembra essere scandito dai fogli strappati sul calendario verso quella data di giugno, quando le imprese saranno chiamate a pagare l’Imu: «Noi non diremo loro cosa fare, ma rendiamoci conto che per un imprenditore è più conveniente chiedere la rateizzazione della tassa che non un mutuo in banca. Mutuo che la banca non ti da per pagare i lavoratori, ma che vedrai che per pagare le tasse te lo concede eccome». «Capitano Lucio’s», come lo chiamano gli iscritti all’associazione, è uno che il Veneto non è abituato a vederlo per strada a chiedere elemosina, ne piatti caldi alla Caritas. Questa è gente che tutto da per salvare il salvabile, anche se la moria di aziende sembra essere inarrestabile. E guardando alla sua azienda lui decide di non voler «morire» nell’indifferenza: «Se devo farlo, lo farò con dignità».

???

No ła ghè pì da on toco sta LIFE e Lucio Chiavegato lè devegnesto el fanfaron del 9 diçenbre e on połegante veneto-tałian.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » mer mag 25, 2016 10:07 pm

Sposta l'azienda in Austria per non pagare le tasse: denunciato
Nei guai un arredatore bellunese. La Guardia di Finanza scopre un'evasione da 620 mila euro e un mancato versamento di Iva per 110.000 euro. L’imprenditore è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Belluno per il reato di omessa dichiarazione
25 maggio 2016

http://corrierealpi.gelocal.it/belluno/ ... 1.13538185

Al termine di una verifica fiscale, la Guardia di Finanza di Belluno ha smascherato un imprenditore bellunese, attivo nel settore degli arredi. L'uomo aveva chiuso da anni la propria attività in Italia, aprendone una nuova nello stesso settore in Austria; peccato che tale operazione fosse soltanto uno schema per mascherare i redditi dell’imprenditore, che di fatto continuava ad avere sede ed a lavorare prevalentemente in Italia, ma fatturava a nome della società austriaca.

I militari della Guardia di Finanza, insospettiti dall’analisi delle banche dati, dalla quale risultava che l’azienda “austriaca”, gestita dal soggetto bellunese, era particolarmente attiva in Italia, anche grazie ad un’accurata attività di marketing favorita da un sito internet molto avvincente, hanno iniziato una verifica fiscale, acquisendo documenti di rilevante interesse nell’abitazione di Belluno dell’imprenditore, tra cui la contabilità della società austriaca. In seguito, tramite il Comando Generale del Corpo, è stato richiesto un “controllo incrociato” alle autorità fiscali austriache, dal quale è emerso che in Austria la società risultava di fatto inattiva, che non aveva presentato dichiarazioni dei redditi e che la sede non era nient’altro che un mero recapito, costituito presso uno studio di commercialisti.

E’ stato scoperto, quindi, un caso di “esterovestizione”, cioè di un’azienda italiana, operante in Italia, che solo formalmente aveva la sede all’estero. L’imprenditore bellunese e la sua fittizia società austriaca sono stati, quindi, considerati evasori totali,
per non aver dichiarato al fisco complessivamente una base imponibile pari a circa 620.000 euro e per non aver versato nelle casse dello Stato un’IVA dovuta per più di 110.000 euro. L’imprenditore è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Belluno per il reato di omessa dichiarazione.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Re: LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Messaggioda Berto » dom lug 08, 2018 9:09 pm

LIFE: La bandiera della solidarietà
6 luglio 2018
Da daniele

http://www.life.it/1/life-la-bandiera-della-solidarieta


Davanti ai Tribunali non può mancare la bandiera della solidarietà LIFE: nel 2018, il 15 giugno a Rovigo, il 5 luglio a Vicenza, nel 2017 in dicembre a Padova, in ottobre a Brescia, in settembre a Treviso ……

La solidarietà è far si che gli altri non si sentano soli e a volte basta la presenza, una stretta di mano, uno sguardo o una parola di incoraggiamento anche quando, non si condividono appieno le idee o i metodi.

Il minimo da spendere è il tempo.

Chi si è trovato almeno una volta in situazioni complicate conosce il valore immenso della solidarietà.

Chi si è trovato a rischiare il carcere, o a provarlo, per questioni ideologiche e politiche legate al sogno di un Veneto indipendente lo sa ancora meglio: chiedetelo ai Serenissimi quando erano trasportati dai cellulari della Polizia penitenziaria all’aula bunker di Mestre e vedevano le nostre bandiere marciane sventolare o quando dall’interno del carcere sentivano al di fuori inneggiare a San Marco e al Veneto Libero.

Tra quelle bandiere c’erano anche quelle LIFE e tra chi inneggiava fuori dal carcere c’erano tanti uomini LIFE: non siamo mai mancati quando c’era da manifestare la nostra solidarietà, sia nei confronti degli imprenditori che continuano a chiamare per questioni legate al rapporto con lo Stato ed i suoi Enti, sia nei confronti di indipendentisti che incadono nelle azioni repressive dello stato italiano.

Non siamo mai mancati e non mancheremo mai perché manifestare solidarietà davanti e dentro i tribunali dell’okkupante , nei confronti di chi lo osteggia è per questi un corroborante e un micidiale esautorante nei confronti del Palazzo.

Ai Tribunali di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza, e anche Brescia, lo sanno già da molti anni.

Daniele Quaglia




Alberto Pento
Io non posso più essere solidale con tutti sempre, comunque e a prescindere, tanto meno a presenziare ovunque, sempre, comunque e a prescindere, laddove si compiono atti che non condivido.
Mi dispiace, ma io non posso più stare con chiunque basta che abbia in mano la bandiera veneta, si dica veneto e dica di agire per i veneti e in nome di veneti.
Per me è finito il periodo dell'incoscienza e dell'irresponsabilità. Non ho più nemmeno un minuto e un grammo di energia da perdere, da buttare, da sprecare.
Prima l'uomo poi caso mai anche gli idoli e solo quelli che favoriscono la vita e non la morte; Dio invece è un'altra cosa sia dall'uomo che dai suoi idoli.
Avatar utente
Berto
Site Admin
 
Messaggi: 28901
Iscritto il: ven nov 15, 2013 10:02 pm

Precedente

Torna a LIFE - Liberi Imprenditori Federalisti Europei

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron